Fidanzati divisi dallo Stretto, la proposta di Cateno De Luca: “Facciamo un passaporto per gli innamorati”

de luca innamorati

Ha lo steso cognome del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, e in questi mesi lo abbiamo imparato a conoscere per alcune sue frasi ad affetto finite in un video e arrivate fino in America. In particolare per un’ordinanza, poi annullata dal consiglio dei ministri, che prevedeva l’obbligo di un lasciapassare da lui certificato per chiunque attraversasse lo Stretto.

Stiamo parlando del sindaco di Messina, Cateno De Luca, che ora ha deciso di scrivere una lettera alla governatrice della Calabria, Jole Santelli. Il motivo del contendere è l’impossibilità da parte degli innamorati che vivono sulle due sponde dello Stretto di incontrarsi dopo due mesi. Infatti in Calabria c’è il divieto ai non residenti di spostarsi e trasferirsi nella Regione. Per questo il primo cittadino diventa per un giorno Cupido e propone un lasciappassare speciale, una sorta di ‘passaporto per gli innamorati‘. In una lettera postata sui suoi profili social, De Luca scrive alla Santelli.

Queste le sue parole:

“JOLE non puoi penalizzare innamorati e studenti universitari dello Stretto! Ricevo continui messaggi di aiuto di fidanzati che si trovano divisi dallo Stretto di Messina essendo calabresi e siciliani. Ancora più frequenti sono le richieste di studenti universitari calabresi e che si trovano a Messina che hanno la necessità di ritornare a casa in Calabria per prendere libri e fare il cambio di stagione e ritornare a Messina.

Cara JOLE Santelli Presidente della regione Calabria puoi modificare la tua ordinanza e consentire ai fidanzati di incontrarsi ed agli studenti universitari di fare il cambio stagione? Grazie JOLE a nome di tuti gli innamorati e degli studenti universitari. Alla fine Aggiungo dopo universitari e ti mando simbolicamente questi mazzolino raccolto con il cuore!”

 

Visualizza questo post su Instagram

 

JOLE non puoi penalizzare innamorati e studenti universitari dello Stretto! Ricevo continui messaggi di aiuto di fidanzati che si trovano divisi dallo Stretto di Messina essendo calabresi e siciliani. Ancora più frequenti sono le richieste di studenti universitari calabresi e che si trovano a Messina che hanno la necessità di ritornare a casa in Calabria per prendere libri e fare il cambio di stagione e ritornare a Messina. Cara JOLE Santelli Presidente della regione Calabria puoi modificare la tua ordinanza e consentire ai fidanzati di incontrarsi ed agli studenti universitari di fare il cambio stagione ? Grazie JOLE a nome di tuti gli innamorati e degli studenti universitari Alla fine Aggiungo dopo universitari e ti mando simbolicamente questi mazzolino raccolto con il cuore!

Un post condiviso da Cateno De Luca (@catenodeluca) in data:

La sua proposta è finita anche in un servizio del TgUno delle 13.30. A essere intervistato è Tommaso La Macchia, presidente associazioni pendolari Stretto di Messina:
“2200 lavoratori, più di 5 mila studenti si muovono tra Scilla e Cariddi. Vi lascio immaginare in questa grande mole quanti sono gli innamorati divisi dallo Stretto”.
In un video Cateno De Luca spiega:
“Siamo stati tutti innamorati e tutti conserviamo nel nostro cuore la dolcezza dell’amore adolescenziale. Ritengo che sia giusto dare una soluzione a questa legittima esigenza e che questo passaporto venga istituito tra la Regione Sicilia e la Calabria”.

Potrebbe anche interessarti