Suicidio a Salerno: un 16enne si lancia dal quinto piano della propria abitazione

cadavere morto lenzuolo
Foto di repertorio

Ancora un suicidio a Salerno, ancora una vittima che ha perso la vita durante il lockdown. In piena notte, un ragazzo di soli 16 anni, si è lanciato dal quinto piano della sua abitazione, a Nocera Inferiore. A renderlo noto è IlMattino.

Un dramma che ha sconvolto l’intera cittadinanza. Ignare le motivazioni dell’estremo gesto. L’unica cosa certa, stando a quanto verificato da Procura e Carabinieri, è che si tratta di un suicidio.

Ad effettuare le prime indagini sono stati i carabinieri del reparto territoriale di Nocera Inferiore, giunti sul posto, a seguito di una segnalazione, in Via Ricco. Lì hanno svolto i primi rilievi e individuato il luogo preciso dove si trovava il corpo del ragazzo.

La famiglia ha cercato prontamente di soccorrere il ragazzo ma a nulla è servita la corsa in ospedale. I sanitari non hanno potuto fare altro che constatare lo stato di decesso.

Gli stessi familiari si erano accorti che qualcosa non andasse. Il letto trovato vuoto ha validato la loro ipotesi, del tutto confermata nel momento in cui si sono affacciati dalla finestra.

Sul caso, come da prassi, è stato aperto un fascicolo dalla Procura di Nocera Inferiore, nella figura del sostituto procuratore Roberto Lenza. I familiari sono stati interrogati per comprendere se fossero a conoscenza delle ragioni che hanno spinto il giovane a mettere in atto il suicidio.

Tuttavia, i suoi cari, visibilmente sotto choc, sono convinti che si sia trattato di una tragedia. Non avevano mai ravvisato in lui segnali di disagio e malessere.

La salma è stata successivamente liberata dall’autorità giudiziaria per permettere la celebrazione del rito funebre. Intanto, i militari hanno esaminato gli effetti personali della vittima tra cui il suo cellulare. Su quest’ultimo sono stati trovati diversi messaggi appuntati nel corso delle ultime settimane.

Di recente, altri due casi di suicidio a Salerno hanno avuto come protagonisti sempre dei minori.

Potrebbe anche interessarti