De Luca sulla sanità: “Ora vengono dal Nord a curarsi in Campania: Ospedali sicuri e medici eccellenti”

de luca sanità

Dopo essersi occupato del focolaio di Mondragone, della scuola e delle elezioni a settembre, Vincenzo De Luca nel corso della conferenza stampa del venerdì ha parlato anche della sanità in Campania. Queste le sue parole:

“Abbiamo realizzato un intervento bellissimo ad Arzano, una palazzina di 3 piani, 40 posti letto dedicati alla salute mentale. Un problema che non ha avuto l’attenzione necessaria. Sono problemi drammatici, che riguardano giovani e giovanissimi e anche le loro famiglie. Abbiamo laboratori artigianali, sartorie, una palestra, 20 posti letto per una terapia intensiva e 20 per una sub-intensiva che è difficile trovare in Italia. L’Istituto Pascale, tra febbraio e marzo, ha fatto la quantità più elevata in Italia di interventi oncologici. Il flusso di pazienti tra Nord e Sud è bloccato, anzi vengono dal Nord a curarsi in Campania perché abbiamo ospedali sicuri oltre che un’eccellenza nei medici e nei ricercatori.

Il Pascale ha pensato con la Regione di regalare una scheda ai malati oncologici per visitare i musei e le aree archeologiche gratis. E attraverso questa scheda si avrà anche una possibilità di controllo per via telematica della condizione dei pazienti. Stiamo lavorando per aprire l’ospedale di Agropoli a fine giugno, era stato chiuso nel 2013, per completare il dea di secondo livello all’Ospedale del mare (luglio), quello di Pozzuoli, Ruggi d’Aragona, per alcuni lavori nell’ospedale di Ischia. Stiamo lavorando per non far crescere le liste d’attesa e abbiamo avuto una bella presenza all’Ospedale del Mare dove è venuto a trovarci il console americano e la flotta Nato dell’area del Sud Europa. Stiamo lavorando per fare formazione ai giovani che hanno vinto il Concorso della Regione. Siamo orgogliosi di questo piano del lavoro”.

Sul piano socio-economico covid:

“Abbiamo completato i pagamenti a 60 mila professionisti, mille euro di contributi. I nostri contributi sono già arrivati da 10 giorni, e pra arriveranno quelli per le famiglie con bambini con disabilità, partiranno anche i contribuiti per i tassisti, per gli stagionali e per il secondo mese chi ha la pensione sotto i 500 euro arriverà a 1000. E’ una vergogna dare una pensione di 450 euro. Per questo motivo ideale, sociale e di legalità per impedire che uno vada sotto usura abbiamo preso questa misura. Continuiamo ad aprire i cantieri, abbiamo aperto quello di Capodichino. A luglio inaugureremo a Caivano l’impianto di produzione di combustione solido per eliminare 400 mila ecoballe l’anno, il secondo capitolo del progetto. Entro l’anno portiamo fuori dalla regione 800 mila tonnellate e partiamo con la trasformazione e poi la nuova vagliatura spinta per recuperare il materiale di riciclo. Ci vorrà un altro anno e mezzo e avremo ripulito la faccia delle Campania. Stiamo semplificando alcune cose come il regolamento per l’attività dell’ordine dei geometri. Stiamo lavorando sul rilancio della cultura, con 5 milioni di euro. Un evento su tutti quello di Muti in concerto il 5 luglio a Paestum. Un momento di grande cultura in uno scenario magico per il rilancio dei valori della pace”.

Potrebbe anche interessarti