Ascierto in visita a San Gregorio Armeno: “Grazie Prufessò per quanto fatto in questi mesi”

san gregorio ascierto

Il dott. Paolo Ascierto nei mesi di emergenza è diventato uno dei simboli della lotta al coronavirus. Per questo due sue statuette sono stata realizzate in terracotta da alcuni maestri di San Gregorio Armeno. La consegna avvenne all’Istituto Pascale di Napoli lo scorso 8 aprile. Un riconoscimento che gli artigiani della via dei pastori hanno voluto fare al dottore che per primo ha intuito la cura con il Tocilizumab salvando quindi molte vite.

Oggi Paolo Ascierto ha ricambiato quella visita ed è andato a San Gregorio Armeno. Un gesto che mostra la vicinanza del dottore a chi in questo momento si ritrova in crisi profonda. Senza turisti e con le botteghe chiuse per mesi, i presepisti partenopei rischiano di non alzare più le loro saracinesche. Tante le foto postate sui social di questo giorno scattate da chi ha voluto omaggiare Ascierto anche con un semplice cadeaux. Come i fratelli Catalano che hanno regalato al dottore uno Sciò Sciò, il classico simbolo portafortuna accanto al corno.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Direttamente dalla bottega dei F.lli Capuano con il Dott. @asciertopaolo #fratellicapuano #sangregorioarmeno #naplesitaly

Un post condiviso da F.lli Capuano dal 1840 (@fratellicapuano) in data:

Un piccolo segno di riconoscenza per quanto fatto in questi mesi. Anche la pagina social ‘Le Botteghe di San Gregorio Armeno’ ha voluto ringrazio Ascierto:

“Oggi a San Gregorio Armeno la visita speciale del professore Ascierto, ci ha riempito di gioia, non finiremo mai di ringraziarlo per il lavoro svolto in questo tremendo periodo! Grazie PRUFESSÒ!!”.

 

Potrebbe anche interessarti