Covid, terminata l’indagine sierologica sugli italiani: 1 milione e mezzo i positivi. Tutto il Sud sotto l’1%

covid indagine sierologica

Si sono conclusi i test sierologici effettuati a campione sulla popolazione italiana per cercare di comprendere il grado di diffusione del coronavirus. Il 2,5% è risultato positivo, 1 milione e 882 mila, sei volte quelli registrati durante la pandemia.  Al primo poso la Lombardia con 7,5%, segue Valle d’Aosta (4%), e Bolzano e Trento. La Campania registra lo 0.7%. Ultime Sicilia e Sardegna a 0,3%. Tutto il Sud è sotto l’1%. Lo rende noto il Ministro della Salute Roberto Speranza attraverso un post sul suo profilo Facebook.

Queste le parole del Ministro:

“Grazie al bel lavoro di squadra con Istat e Croce Rossa e grazie alla disponibilità di 65mila italiani abbiamo presentato oggi i dati dell’indagine di sieroprevalenza. Secondo la ricerca il 2,5% degli italiani è entrato in contatto con il virus. Questo e gli altri dati emersi ci confermano che la prudenza e le misure di contenimento adottate dal governo insieme ai comportamenti corretti dei cittadini hanno limitato la diffusione del contagio. Non abbassiamo la guardia, anche se siamo fuori dalla tempesta non siamo ancora in un porto sicuro”. 

Grazie al bel lavoro di squadra con Istat e Croce Rossa e grazie alla disponibilità di 65mila italiani abbiamo…

Pubblicato da Roberto Speranza su Lunedì 3 agosto 2020

I dati sono stati presentati nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno partecipato il presidente dell’Istat, Gian Carlo Blangiardo, la direttrice centrale Istat, Linda Laura Sabbadini, il presidente del Css, Franco Locatelli, il presidente nazionale della Croce Rossa Italiana, Francesco Rocca. L’indagine è stata condotta dalla Croce Rossa con chiamate alle persone segnalate dall’Istat, con riferimento alla popolazione residente italiana che vive in famiglia (escluse rsa e convivenze). Sono stati estratti due mila comuni stratificati per dimensione demografica, e chiamati individui tenendo conto del sesso, età e settore dell’attività economica nei settori sospesi e sanità, pa e istruzione e non sospesi. Sono stati 64.660 il numero dei prelievi, dato provvisorio perché mancano pochi altri risultati.

Inizialmente la Croce Rossa aveva fatto una campagna per invitare la popolazione a rispondere alle telefonate e aderire alla ricerca. Ricerca che ora è terminata.

Primi risultati dell’indagine di sieroprevalenza su SARS-Cov-2

Conferenza Stampa con il Ministro della Salute Roberto Speranza, il presidente dell’Istat, Gian Carlo Blangiardo, la direttrice centrale Istat, Linda Laura Sabbadini, il presidente del Css, Franco Locatelli, il presidente nazionale della Croce Rossa Italiana, Francesco Rocca.
3 agosto 2020, ore 17,00

Pubblicato da Ministero della Salute su Lunedì 3 agosto 2020