Costiera Amalfitana, 14 sentieri da percorrere con vista mozzafiato

sentiero degli deiLa Costiera Amalfitana viene scelta da tempo dai vacanzieri come meta estiva per i suoi panorami mozzafiato e le sue spiagge. Ma non è solo mare, piazze e vicoletti.

E’ un angolo di paradiso fatto anche di sentieri, borghi e luoghi di culto con percorsi naturalistici da percorrere a piedi, a contatto con la natura. Il Sentiero degli Dei, è quello più conosciuto, ma la Divina Costiera offre tanti altri percorsi come la Valle delle Ferriere nel territorio di Amalfi, la Valle dei Briganti, il Monte e il Santuario dell’Avvocata.

L’abbigliamento adatto per queste escursioni da favola è costituito da pantaloni lunghi e scarpe comode, non bisogna dimenticarsi di portare con sé macchina fotografica, acqua, crema solare e un cappellino.

Vi forniamo un elenco con tutti i sentieri da scoprire (a piedi) e con la loro descrizione:

Sentiero degli Dei
Da Agerola a Positano è il percorso più conosciuto è piuttosto facile con durata di circa 5 ore e un dislivello di 600 mt in discesa. Un itinerario alternativo, che unisce natura e culto religioso con il complesso di “San Domenico” a circa 400 mt. s.l.m.. Qui è possibile visitare sia la chiesa di “S. Maria a Castro” del XII sec. che l’annesso convento domenicano del XVI secolo.

–  Valle delle Ferriere
Va da Agerola ad Amalfi, ed è di lieve difficoltà con durata di circa 3 ore e un dislivello di 500 mt in discesa e 250 in salita. La partenza è da San Lazzaro, ad Agerola a 630 m., e si prosegue per la Valle dei Mulini, attraversata dal torrente Canneto. Il percorso poco faticoso si snoda attraverso bellissimi boschi, sorgenti, piccole cascate e diverse rapide del Rio Canneto, usato una volta come forza motrice per le antiche cartiere, ad Amalfi infatti si produceva una pregiata carta, qui infatti si vedono ancora i ruderi delle cartiere del XII secolo, ancora visitabili.

– Valle dei Briganti
Va da Agerola a Bomerano. Il nome deriva da Ruggieri di Agerola, un famoso brigante che si nascondeva in queste zone. L’itinerario, che parte dalla frazione San Lazzaro, ha una durata di circa 3 ore con un dislivello pari a 500 metri. Da qui si possono ammirare i terrazzamenti tipici della Costiera Amalfitana con le relative coltivazioni.

– Monte dell’Avvocata
Da Cava de’ Tirreni a Cetara. Il percorso verso il santuario della Madonna dell’Avvocata unisce il sacro con il profano, è di media difficoltà con durata di circa 6 ore e un dislivello di 120 mt in discesa e 600 in salita.

– Da Agerola al Fiordo di Furore
Un percorso con 650 mt di dislivello tra panorami mozzafiato e paesaggi di grande bellezza immersi nel verde. Partenza dal paese di Agerola ed arrivo al fiordo di Furore.

– Santa Maria del Castello
L’intero percorso è di media difficoltà con durata di circa 3 ore e mezza e con un dislivello di 200 m in salita e 650 ca in discesa. Va da Santa Maria del Castello, (Vico Equense), attraversando la località di Montepertuso, per poi raggiungere a piedi Positano con il Vallone Porto, un’oasi naturale dove nidifica il falco pellegrino.

– Minori – Sambuco
Il percorso non è molto difficile, in salita richiede circa 3h e 30′ in discesa circa 2h, attraversa il torrente Sambuco e si può ammirare la sella di Mandrino, ( 441m ), che divide le vallate dei comuni di Minori e Maiori.

– Sentiero verso Eremo di San Nicola a Minori
L’edificio domina dall’alto l’intero territorio di Minori, il sentiero per raggiungere l’eremo non è difficile e i tratti in salita non sono ripidi. L’intero percorso andata e ritorno è di circa 9 ore.

– Sentiero dei tre calli
Si tratta di uno dei sentieri più suggestivi della Costiera Amalfitana. Si parte da Bomerano o Nocelle e si raggiunge il massiccio dei tre calli alto circa 1100 metri sul livello del mare.

– Verso il monte Comune
Unisce la frazione Colli S.Pietro ( Meta di Sorrento) a Positano passando per la cima del monte Comune. L’intero percorso è di circa 12 km e non presenta eccessive difficoltà.

– Monte Falerio
Si trova tra il territorio di Vietri sul Mare e quello di Cetara. Il sentiero non è difficile a differenza dell’ultimo tratto che porta alla vetta.

– Baia di Ieranto
Camminare a picco sul mare, tra ulivi e ginestre fino a raggiungere una piccola spiaggia di ciottoli dove fare il bagno  coi Faraglioni di Capri di fronte. La durata è di circa 4 ore (6 km), il grado di difficoltà è medio.

– Punta Campanella
Qui dove un tempo sorgeva il tempio della Dea Minerva, il percorso dura 2 ore circa (4 km) con un grado di difficoltà lieve.

– Sentiero dei limoni
Baciato dal sole è in posizione panoramica sul promontorio che divide le belle città di Maiori e Minori. Il percorso può essere fatto in entrambe le direzioni, la durata media è di 1 ora e la difficoltà è medio-bassa.

Baia di Ieranto

Potrebbe anche interessarti