Nuova ordinanza del Ministero della Salute: Lombardia arancione, Campania resta rossa

speranza nuova ordinanzaIl ministro della Salute, Roberto Speranza, firmerà una nuova ordinanza ma pare che la Campania, al momento, debba restare in zona rossa. A rendere nota l’anticipazione del provvedimento è l’Ansa.

Nelle ultime ore si vociferava sui cambiamenti in arrivo. La bozza del monitoraggio settimanale, redatto da Iss e Ministero della Salute, evidenzia un netto miglioramento in fatto di contagi ma sottolinea la presenza di un rischio ancora elevato per ben dieci regioni. Tra queste probabilmente anche la Campania, esclusa dal nuovo provvedimento in vigore da domenica 29 novembre.

Monitoraggio settimanale, dieci regioni ad alto rischio

Quest’ultimo dispone il passaggio in zona arancione per Lombardia, Calabria e Piemonte. Liguria e Sicilia, invece, faranno parte dell’area gialla. Stando al provvedimento del ministro Speranza, confermato dalla nuova ordinanza in arrivo, oltre alla Campania, resterebbero in zona rossa la Provincia autonoma di Bolzano, la Toscana, l’Abruzzo e la Valle D’Aosta.

L’Rt in Campania si attesterebbe intorno all’1. Cifra evidentemente non ancora sufficiente per allentare le misure restrittive in atto e in vigore fino al 3 dicembre. Sfuma, dunque, la speranza di un eventuale passaggio anticipato in zona arancione. I dati di queste ultime settimane avevano alimentato presentimenti ottimistici ma pare che la nostra regione viva ancora una condizione di rischio elevato. Bisognerà attendere ancora un po’ per uscire dalla zona rossa.

Il Presidente Vincenzo De Luca, nel corso della sua ultima diretta, ha affrontato anche uno degli argomenti più dibattuti delle ultime settimane: quello della riapertura delle scuole. Un ritorno alla normalità, in ambito scolastico, è previsto direttamente per il mese di gennaio.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più