Ritrovato il ‘Salvator Mundi’, il dipinto rubato da San Domenico Maggiore

E’ stato ritrovato il dipinto tratto da un quadro di Leonardo Da Vinci ‘Salvator Mundi’. Era stato trafugato tempo fa presso il Museo ‘DOMA’ della Basilica di San Domenico Maggiore e oggi, come rende noto Ansa, è stato rinvenuto nella camera di un appartamento di Napoli. Il Cristo Benedicente che è raffigurato nella foto arriva da un quadro recentemente attribuito alle mani di Leonardo Da Vinci.

Il Salvator Mundi è stato ritrovato nell’appartamento di un napoletano di 36 anni e senza precedenti. L’uomo è stato rintracciato poco distante dalla sua abitazione ed è stato sottoposto a fermo di polizia giudiziaria. Ora è indagato per ricettazione per aver sottratto, dalla Basilica di San Domenico Maggiore, il quadro ‘Salvator Mundi’.

Il quadro, da cui è stato ripreso questo ritratto, è stato venduto all’asta per 450 milioni di dollari e si trova attualmente ad Abu Dhabi. L’autore di Salvator Mundi è sconosciuto e fu acquistato da Muscettola, probabilmente a Milano, dove aveva sede una scuola leonardesca che aveva come obiettivo quello di riprodurre quadri di Leonardo. Ora, dopo essere stato ritrovato, Salvator Mundi farà ritorno alla Sala degli Arredi Sacri nella Basilica di San Domenico Maggiore.

Uno schiaffo alla cultura che arriva proprio nel giorno della ripartenza: da oggi, dopo duri mesi di lockdown, finalmente, in zona gialla, riaprono Musei e Parchi Archeologici.

 

Potrebbe anche interessarti