Burioni contro il lockdown: “Serve solo a guadagnare tempo. Il problema si risolve col vaccino”

L’ipotesi di un nuovo lockdown divide il mondo degli esperti e a porsi contro questa drastica soluzione è stato Roberto Burioni, tra i virologi più attivi durante l’emergenza covid.

Lockdown, per Burioni non è la soluzione al problema covid

L’esperto ha detto la sua, sottolineando il proprio disaccordo nei confronti di alcuni suoi colleghi proiettati verso nuove chiusure: “Sbrighiamoci. Il problema non si risolve con le chiusure che servono solo a guadagnare tempo. Si risolve con il vaccino.”

Un orientamento del tutto opposto a quello prevalso nelle parole del professor Andrea Crisanti e del consulente del Ministro Speranza, Walter Ricciardi. Il primo si è detto, infatti, favorevole al lockdown, visto il pericolo incombente delle nuove varianti, così come il secondo, incline ad un blocco provvisorio ma totale.

Burioni, invece, ha ribadito: “Che i lockdown servano solo a guadagnare tempo mi pare ovvio. L’importante è usare bene il tempo guadagnato. In primavera eravamo costretti a impiegarlo per costruire i reparti di rianimazione. Adesso, fortunatamente, possiamo utilizzarlo per vaccinare a più non posso. Muoviamoci.”

Sulla stessa scia il direttore sanitario dello Spallanzani, Francesco Vaia che, ospitato da RaiNews24, ha dichiarato: “Un lockdown severo non serve ma occorrono chiusure chirurgiche.”

Su Facebook, poi, ha scritto: “Voglio dire un no netto e chiaro all’utilizzo delle varianti come ‘clava politica’. La scienza sia sempre libera da interessi economici e politici.”

Potrebbe anche interessarti