Conte: “Ora sono un semplice cittadino. Tornerò ad insegnare all’Università”

Giuseppe Conte ha ufficialmente abbandonato Palazzo Chigi, lasciando l’incarico di Premier al suo successore, Mario Draghi, e riprendendo il suo lavoro da professore universitario.

Conte ritorna al suo lavoro da professore universitario

Intervistato dal giornalista Manolo Lanaro de ‘Il Fatto Quotidiano’, l’ex Premier ha dichiarato: “Adesso vedo il mio futuro immediato che è il rientro a Firenze come professore dell’Università, è terminata l’aspettativa quindi riprenderò sicuramente.”

A chi si chiede se la sua sia un’uscita di scena definitiva dalla vita politica ha risposto: “Ci sono tanti modi per partecipare alla vita politica. Adesso lo vedremo insieme agli amici con cui abbiamo lavorato e ai compagni di viaggio.”

Soltanto pochi giorni fa, il Presidente del Consiglio uscente ha lasciato la sede del palazzo che finora lo aveva accolto, affiancato dalla sua compagna Olivia Paladino. Dopo il saluto del picchetto d’onore nel cortile, i dipendenti del Palazzo si sono affacciati per salutarlo con un lungo e caloroso applauso.

L’ex Premier ha ufficializzato il termine del suo mandato con un lungo post su Facebook, ricevendo milioni di like e commenti positivi da parte dei cittadini. Proprio a loro si è rivolto scrivendo: “Ho lavorato nel Palazzo occupando la poltrona più importante. Ho sempre avvertito l’orgoglio, l’onore e la responsabilità di rappresentare l’Italia. Sono grato a voi cittadini per il sostegno e l’affetto, che ho avvertito forti e sinceri in questi due anni e mezzo. Ma vi sono grato anche per le critiche ricevute: mi hanno aiutato a migliorare, rendendo più ponderate le mie valutazioni e più efficaci le mie azioni.”

“Da oggi non sono più Presidente del Consiglio. Torno a vestire i panni di semplice cittadino. Panni che in realtà ho cercato di non dismettere mai per non perdere il contatto con una realtà fatta di grandi e piccole sofferenze, di mille sacrifici ma anche di mille speranze che scandiscono la quotidianità di ogni cittadino.”

“Insieme a tanti compagni di viaggio abbiamo contribuito a delineare un percorso a misura d’uomo, volto a rafforzare l’equità, la solidarietà, la piena sostenibilità ambientale. Il mio impegno e la mia determinazione saranno votati a proseguire questo percorso. La chiusura di un capitolo non ci impedisce di riempire fino in fondo le pagine della storia che vogliamo scrivere. Con l’Italia, per l’Italia. Grazie.”

Potrebbe anche interessarti