Argentina, striscioni contro gli “avvoltoi” di Diego: “Traditori, nessun perdono”

striscioni maradona
Foto Twitter Walter Rotundo

Argentina – striscioni per non dimenticare Maradona. L’amore per Diego Armando Maradona non ha limiti né in Argentina né a Napoli, così come la sete di giustizia nei confronti di chi, presumibilmente, ha accelerato la morte del campione.

La giustizia ha inserito nel registro degli indagati altre tre persone che si aggiungono al medico Leopoldo Luque e alla psichiatra Agustina Cosachov.

In Argentina però non dimenticano cosa Diego ha fatto per il popolo e un gruppo di sostenitori chiamati “Maradona People” – come riferisce Olé – vuole far sentire tutta la rabbia e il disprezzo nei confronti degli “avvoltoi” del diez, gli avvocati Morla e Stinfale e il medico Luque.

A Buenos Aires infatti sono apparsi degli striscioni, in alcuni luoghi simbolo della città, che dicevano testuali parole: “Morla la tua condanna è social, non avrai perdono da D10S” e l’altro “Morla, Stinfale. Luque, Oliva. Traditore, nessuna dimenticanza e nessun perdono“.

Le foto in città sono diventate virali dopo la pubblicazione da parte di Walter Rotundo, Maradoniano convinto al punto tale di chiamare nel 2011 le sue gemelline “Mara” e “Dona”.

L’idea di questo gruppo è quella di creare un’associazione popolare e sponsorizzare luoghi dove ci sono i bambini. La loro opinione sulle cause della morte di Diego è abbastanza chiara ma sarà ovviamente la giustizia a decidere.

 

Potrebbe anche interessarti