Covid, vaccini a bambini e ragazzi: “Potremmo cominciare le somministrazioni a ottobre”

Il vaccino anti-covid potrebbe essere presto somministrato anche a bambini e ragazzi. A renderlo noto è Sergio Abrignani, immunologo della Statale di Milano e componente del Comitato Tecnico Scientifico.

Vaccino anti-covid a bambini e ragazzi: “Possibile entro ottobre”

Sia Pfizer che Moderna hanno già avviato la sperimentazione del farmaco sulla popolazione pediatrica. Già Antonella Viola, immunologa e direttore scientifico dell’istituto di ricerca pediatrica ‘Città della Speranza’ di Padova, aveva annunciato la possibile approvazione prevista entro il mese di maggio.

Di qui il probabile coinvolgimento dei minorenni nella campagna vaccinale entro l’anno corrente, così come conferma il professor Abrignani: “Entro giugno dovrebbero arrivare i risultati dei primi studi clinici sui vaccini ai minorenni. Questa fascia d’età inizialmente era stata esclusa dalle somministrazioni ma ci aspettiamo il via libera da parte delle agenzie regolatorie così come è stato per gli adulti. In questo caso da ottobre/novembre potremmo cominciare con le somministrazioni anche a bambini e ragazzi”.

Dunque, nel caso in cui le autorità sanitarie dovessero pronunciarsi in maniera positiva, la somministrazione del vaccino contro il covid sarà estesa anche ai minori. Un’iniziativa già appoggiata dal Presidente della Campania, Vincenzo De Luca, che più volte si è mostrato favorevole all’estensione della campagna anche per gli adolescenti. Ciò soprattutto per consentire la ripartenza delle attività didattiche in presenza in tutta sicurezza.

Nonostante la maggioranza del personale scolastico abbia ricevuto il vaccino, infatti, sono diversi i casi di positività rilevati fra la popolazione scolastica. Ragion per cui già diverse amministrazioni comunali hanno deciso di sospendere le lezioni in aula ripristinando il regime della Dad.

 

Potrebbe anche interessarti