Covid, nuova mappa Ue del rischio contagi: quattro regioni italiane in rosso

Va peggiorando la situazione dei contagi Covid-19 in Italia. Questo è quanto emerge dalla mappa Ue del rischio elaborata dall’Ecdc, il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, che classifica le zone a maggiore o minore pericolo coronavirus.

Secondo i dati aggiornati a ieri, giovedì 11 novembre, sono ben quattro le regioni rosse, con una elevata incidenza dei contagi: Friuli Venezia Giulia, Marche e Calabria, e la provincia autonoma di Bolzano. Solo tre quelle in fascia verde, mentre il resto è arancione. Per le altre zone d’Europa, in Spagna e in Portogallo la situazione appare sotto controllo, mentre sono sorvegliati speciale i paesi dell’Est, come Romania e Bulgaria, ma anche la Grecia.

Mappa Ue, la situazione in Italia

Passano in zona rossa Friuli Venezia Giulia, Marche, Calabria e provincia autonoma di Bolzano, dove ci sono più casi di Covid. Tre regioni in verde: Molise, Sardegna e Valle d’Aosta, mentre il resto d’Italia è in arancione.

Nella mappa sono colorate in verde le Regioni che hanno meno di 25 casi ogni 100mila abitanti nelle ultime due settimane, in arancione rientrano le zone con meno di 50 casi ogni 100mila abitanti se il tasso di positività è uguale o superiore al 4%, in rosso si trovano le Regioni che negli ultimi 14 giorni hanno fatto registrare tra i 50 e i 150 casi e un tasso di positività inferiore al 4%. Infine, in rosso scuro le zone con più di 500 casi ogni 100mila abitanti.

Potrebbe anche interessarti