Bassetti sulle mascherine: “Vanno tolte. Vedete Draghi, nessuno l’ha indossata quanto lui eppure si è contagiato”

bassetti mascherine draghiMascherina sì, mascherina no. Dal 1 maggio si va verso l’abolizione dell’obbligo in alcuni luoghi al chiusi ma in molti ancora continuano a sostenere l’esigenza di far rimanere le mascherine per più tempo. I contagi infatti sono ancora alti e per alcuni soggetti la mascherina rimane l’unica arma di difesa contro il covid.

BASSETTI SULLE MASCHERINE: “DRAGHI LE PORTE SEMPRE EPPURE HA PRESO IL COVID”

Contrario però ad un suo uso indiscriminato è Matteo Bassetti, direttore della Clinica di Malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova che in un post sul suo profilo Facebook riporta l’esempio del premier. Per Bassetti, Draghi infatti è stato uno dei più ligi ad indossare le mascherine eppure ha contratto il covid:

Si deve passare dall’obbligo per tutti ad una raccomandazione per alcuni soggetti. Dopo due anni che combattiamo con questo virus le persone sanno da sole quando devono metterla. Ad esempio, l’anziano che va a fare la spesa utilizzerà la Ffp2 anche se non c’è una norma che gliela impone. Più che continuare a pensare all’obbligo avrebbe più senso spiegare bene perché serve, come usarla e in quali contesti. Vedo ancora persone che hanno mascherine inguardabili, inutili, sporche, sgualcite che magari le usano da sei mesi. La mascherina è efficace ma non è un rimedio assoluto. Lo dimostra il caso del premier Mario Draghi. Nessuno l’ha indossata quanto lui, che anche per dare l’esempio l’ha tenuta sempre, eppure si è contagiato lo stesso. Omicron non perdona e della mascherina se ne fa un baffo“.

DE LUCA VUOLE MISURE PIU’ RESTRITTIVE

Di diverso avviso è il governatore della Campania Vincenzo De Luca che oggi ha annunciato di voler emanare ordinanze più restrittive per contenere i casi in vista delle feste della Liberazione e del 1 maggio e considerati tanti turisti presenti in Regione.

Potrebbe anche interessarti