Estate 2022 in Campania: sarà record di presenze, oltre il 90% di visitatori

turistiEstate 2022. Quest’anno il turismo al Sud crescerà del 40% ma il recupero dei livelli pre-covid richiede ancora tempo. E’ quello che emerge nel report di Srm, la Società di studi e ricerche sul Mezzogiorno collegata al Gruppo Intesa Sanpaolo.

Estate 2022 in Campania: sarà record di presenze

Lo studio tiene conto di opportunità e minacce di carattere sanitario e della situazione geopolitica. Sulla base di queste considerazioni sono stati sviluppati tre scenari (ottimistico, base e meno ottimistico) declinati sia a livello nazionale che meridionale. Sono infatti illustrate stime per il turismo nazionale nel 2022 e analizzati gli scenari per il turismo nel Mezzogiorno, incluse otto schede di approfondimento regionali su Abruzzo, Basilicata, Campania, Calabria, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

In alcune regioni, come la Campania, si supererà il 90% dopo il crollo del 2020. Ma nella nostra regione sono aumentati anche i grandi eventi, attrattori di visitatori: come il concerto di Vasco Rossi e quello di Gigi D’Alessio. «Ottimi veicoli promozionali per il territorio — sottolinea il presidente di Federalberghi, Antonio Izzo a ilmattino.it —. Insomma non si tratta solo di turisti in più che arrivano a Napoli per prendere parte ad un evento e, proprio per questo motivo, è indispensabile puntare ad una destagionalizzazione dei grandi progetti con un appeal internazionale, organizzando iniziative importanti anche a ottobre o novembre, mesi tradizionalmente meno vivaci. Programmare, adottare strategie decise aiuta tutto il settore. L’indotto è considerevole e va osservato che ormai tutta la città è coinvolta dai flussi turistici: ci sono molti visitatori anche in giro attraverso quartieri che prima non venivano proprio coinvolti in tour e passeggiate spontanee».


Segui Vesuviolive.it su:

Potrebbe anche interessarti