Crollo al cimitero di Poggioreale, prima il boato poi la nube di polvere: sarà di nuovo chiuso

crollo cimitero poggioreale chiusura
Crollo al cimitero di Poggioreale, scatta la chiusura

Sul nuovo crollo che si è verificato al cimitero di Poggioreale è intervenuto l’assessore Vincenzo Santagada, chiarendo la dinamica dei fatti e illustrando gli interventi messi in atto per ripristinare condizioni di sicurezza: tramite un’ordinanza sarà ufficializzata la chiusura del luogo.

Crollo al cimitero di Poggioreale: arriva l’ordinanza di chiusura

Stando a quanto reso noto, il crollo si sarebbe verificato oggi alle ore 14:03, con il parziale cedimento dell’edificio a tre piani della Cappella della Resurrezione, denominata Gesù Risorto 1. L’edificio, di quattro piani fuori terra, si trova a Porta Balestrieri, in via S. Maria del Pianto, nei pressi del Forno Crematorio.

Non si tratta, dunque, della stessa zona interessata dal crollo dello scorso gennaio. In quell’occasione erano stati danneggiati circa 200 loculi. A pochi giorni dalla riapertura, avvenuta lo scorso settembre, un altro edificio interno al cimitero si è sgretolato.

Gli scatti diffusi dai cittadini mostrano ciò che resta della facciata distrutta, con tanto di bare in bilico nel vuoto, tra le macerie. Ancora una scena di degrado che ha indignato la cittadinanza in quanto lesiva della dignità dei defunti e dei loro cari.

Al momento tutta l’area del Monumentale è interdetta e si sta predisponendo un’ordinanza di chiusura del cimitero. Sul posto sono giunti i Vigili del Fuoco, la Polizia Locale ed i Servizi Comunali con l’assessore ai cimiteri Vincenzo Santagada.

“Al momento del crollo non vi erano partenti dei defunti in quanto la chiusura è prevista alle 13:30. Il crollo è stato preceduto da un boato secco e dalle telecamere, poste lateralmente all’area interessata, è stata rilevata una fitta nube di polvere. Come amministrazione stiamo provvedendo a tutti gli adempimenti necessari” – ha concluso.


Potrebbe anche interessarti