De Magistris vola a New York per un ricco programma di eventi

de Magistris

Impegni istituzionali d’oltreoceano per il sindaco Luigi de Magistris. Dal 3 al 9 giugno sarà impegnato a New York in un fitto programma d’incontri.

Il primo sarà con il primo cittadino italo americano della Grande Mela, Bill De Blasio, che gli aveva fatto visita lo scorso luglio. Poi parteciperà alla conferenza del “John Calandra Italian American Institute” (a Manhattan, sulla 43esima strada), mercoledì alle ore 18, dal titolo “Naples – Not a Common Place” (“Napoli, un luogo fuori dal comune” ma anche “Napoli, non un luogo comune”). Il simposio sarà dedicato al fenomeno dell’emigrazione da Napoli a New York e sulla situazione attuale della città partenopea, da principale porto di imbarco per luoghi lontani, a meta di migliaia di immigrati dal sud del mondo. Lo scopo sarà quello di sensibilizzare e promuovere la conoscenza del nostro patrimonio culturale alla comunità italo-americana.

LEGGI ANCHE
San Gregorio Armeno, senso unico pedonale nei weekend

Venerdì alle ore 17, de Magistris farà visita alla Casa Italiana Zerilli-Marimò, Dipartimento degli Studi Italianistici dell’Università di New York, che rappresenta, da un venticinquennio uno dei centri per la promozione e diffusione della cultura italiana più attivi negli Stati Uniti. Un incontro dedicato a Napoli dal titolo: “Città in movimento: Napoli si riscopre”. Un’occasione per mostrare le buone pratiche messe in campo in ambito sociale, turistico e culturale nella città e dove verrà proiettato il film “Enzo Avitabile Music Life”, diretto dal regista Jonathan Demme, che racconta la vita e la musica del celebre musicista napoletano.

Inoltre il primo cittadino di Napoli parteciperà al World Cities Summit, dal titolo “Innovative Cities of Opportunity“, un forum internazionale dedicato ai sindaci delle grandi megalopoli mondiali per discutere dei cambiamenti e delle sfide che queste devono affrontare per la mobilità sostenibile, lo sviluppo urbano e qualità della vita.

LEGGI ANCHE
Bud Spencer, pioggia di insulti sui social perché si era candidato con Forza Italia

Immancabile un focus sulla pizza, il sindaco parteciperà come relatore ad Eataly, alla presentazione ai mass media, ai tour operator ed alle agenzie di viaggio del Nord America, della quinta edizione del “Napoli Pizza Village” che si svolgerà a Napoli dal 1 al 6 settembre 2015.

Si recherà a Little Italy Manhattan e Bronx insieme alla Federazione campana Usa, con la comunità italo americana di New York, con i rappresentanti della Camera di commercio Italia – America e prenderà parte alla cerimonia di inaugurazione del festival del cinema italiano Open Roads: New Italian Cinema 2015.

Infine incontrerà gli studenti della Scuola d’Italia “Guglielmo Marconi” (alunne ed alunni delle medie e del liceo), ad Ellis Island con la visita al Museo dell’Immigrazione e presso “La Ribalta”, storica sede del Club Napoli e ritrovo di molti giovani napoletani che vivono a New York.

LEGGI ANCHE
Nuovo policlinico: apre il primo reparto per la terapia del dolore

Potrebbe anche interessarti