De Magistris: “Capodichino fonte di reddito. Clamoroso aumento di passeggeri”

Capodichino

L’aereoporto di Capodichino ha destato spesso perplessità dal momento che, nonostante sia il terzo aereoporto italiano per numero di passeggeri, continua a non essere annoverato fra gli scali internazionali per presunte ragioni strutturali. Un deficit che, comunque, potrebbe essere colmato se si provvedesse ad opportune operazioni di rimodernamento statali. Eppure il traffico di turisti che arriva a Napoli da tutta Europa è in costante aumento al punto che la grande compagnia Easy-Jet, leader per i trasporti continentali, ha scelto di stabilire proprio a Caponichino l’hub centrale italiano.

Una crescita annunciata anche dal sindaco Luigi De Magistris con un post su facebook di questo pomeriggio: “L’Aeroporto di Napoli, che fino a qualche anno fa era in perdita economica e in calo di presenze, ora è una fonte di reddito ed è in clamoroso aumento di passeggeri. Solo di dividendi sono stati incassati circa due milioni in un anno dal Comune e dalla Città metropolitana. Tutto questo attrae investimenti e crea lavoro. Per quanto riguarda i viaggiatori in transito a Capodichino, – riporta il sindaco – nel 2014 sono stati circa 6 milioni (tra arrivi e partenze); il che equivale a un incremento rispetto al 2013 pari al 10 %. Nel 2015 ancora una crescita maggiore. Dal 2011 aumento progressivo e sempre più sensibile. Non vogliamo fermarci più.”

Una vittoria dovuta, secondo De Magistris, proprio alla forte attrattiva turistica della nostra terra, come confermato anche dai dati relativi al record di turisti raggiunto da Napoli negli ultimi anni: “Il nostro petrolio non sono le trivellazioni e le speculazioni della mala politica, ma le bellezze artistiche, storiche e naturali. Dobbiamo migliorare ancora di più l’accoglienza ed i servizi per i turisti e per i napoletani, ma ormai non si torna indietro. Di Napoli – conclude – si parla nel mondo non più per la spazzatura ma per le sue bellezze. Tutto questo senza soldi, solo con il capitale umano e la passione.”

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più