Il ragazzo che ha salvato Amanda: “Mi sono precipitato, l’ho presa mentre affogava”

Era a faccia in giù, l’ho presa mentre affogava”. A raccontarlo è Damiano Preni, il buttafuori che, secondo quanto riporta Il Mattino, ha salvato la giovane Amanda Tosi.

La vicenda della ragazza ha sconvolto l’intera città. Amanda, la sera del 10 giugno, si trovava insieme al fidanzato Gennaro per quella che doveva essere un’uscita romantica, ma si è trasformata in tragedia. A un certo punto sarebbe nata una discussione, forse per motivi di gelosia: i due avrebbero iniziato a litigare e Gennaro avrebbe spinto la ragazza, facendola cadere sulla scogliera.

A salvare Amanda è stato un giovane buttafuori, Damiano Preni, che ha agito tempestivamente. Quando ha visto il corpo di Amanda, il 28enne non ha esitato a tuffarsi in acqua. “Mi sono precipitato vicino al muretto dove la ragazza era caduta e l’ho vista in acqua, rivolta a pancia in giù”, racconta Damiano. “Non ho pensato più a nulla, solo a tuffarmi e prenderla”.

Amanda è stata così trasportata all’ospedale San Paolo. Fin da subito le sue condizioni sono apparse disperate ed è stata trasferita d’urgenza al reparto di Rianimazione del Policlinico Federico II. Ad oggi la prognosi è ancora riservata, ma la ventilazione assistita potrebbe essere staccata nelle prossime ore.

Viste le gravissime condizioni della vittima, per l’aggressore è scattata l’accusa di tentato omicidio, e il giovane Gennaro è stato arrestato. Dalle prime ricostruzioni sembrerebbe infatti che si sia trattato di uno spintone volontario. La posizione del ragazzo resta al vaglio degli inquirenti. Questi ultimi dovranno ricostruire la vicenda, indagando sul carattere intenzionale o incidentale di quest’ultima.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più