Vibonati, vigile colto da malore dopo il vaccino: aveva ricevuto una dose Pfizer

Michele Quintiero
Foto Facebook Michele Quintiero

Michele Quintiero, un agente della polizia municipale, è morto ieri sera a Vibonati – provincia di Salerno. L’uomo, 62 anni, è stato colpito da un malore nella serata e nella stessa giornata si era sottoposto alla somministrazione della prima dose del vaccino Pfizer. I sanitari del 118 sono arrivati tempestivamente, hanno tentato di rianimarlo ma non c’è stato nulla da fare. Sul posto anche i carabinieri che, hanno disposto il sequestro della salma per ulteriore indagini.

Al momento non è possibile stabilire un collegamento tra le due cose. Nelle prossime ore verrà effettuata l’autopsia sull’uomo. “Siamo molto dispiaciuti per quanto accaduto – ha dichiarato il direttore sanitario dell’ospedale di Sapri, Rocco Calabrese – Ma non è dimostrabile una relazione causale con la somministrazione del vaccino. Tra l’altro risulta che il paziente fosse affetto da patologie pregresse di natura metabolica e cardiocircolatoria. Inoltre per il 62enne, così come previsto dalle linee guida, a vaccinazione eseguita, sono stati rispettati i 15 minuti di osservazione, nell’arco dei quali lo stesso non ha lamentato nessun disturbo“.

Quella di Michele Quintiero è l’ennesimo mistero legato alle inoculazioni del vaccino. A causa di diversi decessi o di reazioni avverse, l’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA), ieri ha imposto il divieto di utilizzo del vaccino AstraZeneca su tutto il territorio italiano.

L’ultimo caso sospetto, in ordine di tempo, riguarda una donna di Napoli, Sonia Battaglia, finita in coma dopo essersi somministrata il vaccino tanto discusso in questi giorni.

Potrebbe anche interessarti