Licola, Comunione a casa con buffet e cantante neomelodico: raffica di multe per i 38 invitati

Licola – uomo agli arresti domiciliari organizza festa di comunione al figlio. La campagna vaccinale sta avendo l’effetto sperato, i contagi covid stanno lentamente scemando. Abbassare la guardia però sarebbe un grave errore poiché l’economia, già in crisi del Paese, non reggerebbe l’ennesimo lockdown. Per questo motivo i controlli delle forze dell’ordine continuano senza sosta per impedire e punire atteggiamenti che, oltre a non essere ammessi dalle norme anti covid, posso anche essere fatali per la salute.

Festa di Prima Comunione in casa con 38 invitati

L’ultimo intervento delle forze dell’ordine è avvenuto a Licola, dove in un appartamento i Carabinieri hanno scoperto una festa di comunione con 38 invitati, il buffet e anche la band musicale.

Impossibilitato ad uscire, questa volta non per covid ma per gli arresti domiciliari a cui era sottoposto, un 32enne di Licola ha deciso di organizzare in casa una festa per celebrare la comunione del figlio. Ad allietare i 38 ospiti, 10 dei quali minorenni, un ricco buffet e l’entourage di un noto cantante neomelodico. I carabinieri della stazione di Licola e Monteruscello e quelli della sezione radiomobile di Pozzuoli sono intervenuti e hanno sanzionato i 28 adulti e segnalato il detenuto al tribunale di sorveglianza per richiedere l’aggravamento della misura applicata

Potrebbe anche interessarti