Green Pass, arriva la truffa su WhatsApp che prosciuga il conto in banca

truffa green passIl green pass è il lasciapassare per le vacanze estive e i mesi a venire. Il certificato verde, che permette di muoversi liberamente tra i Paesi dell’Unione Europea, si può ottenere in diversi modi. Tramite sito del Governo, dalle App istituzionale come “Io” ed “Immuni” oppure tramite un link inviato all’email con la quale si è registrati per la campagna vaccinale.

Green Pass – arriva la truffa tramite WhatsApp

Ecco allora che i più raggiratori hanno deciso di inscenare una truffa proprio relativa al green pass. Con un messaggio su WhatsApp (il Governo non manda messaggi su WhatsApp) si chiede all’utente di cliccare il link e compilare un modulo sul sito, molto simile a quello istituzionale, con i propri dati personali. Il gioco è fatto, la truffa è compiuta e i conti in banca sono prosciugati.

A denunciare la truffa è stata la stessa Polizia di Stato con un messaggio sulla propria pagina Facebook: “Attenti al falso messaggio Whatsapp sul Green Pass. Numerosi utenti stanno segnalando la ricezione del seguente messaggio: “In questo link puoi scaricare il certificato verde Green Pass COVID-19 che ti permette liberamente di muoverti in tutta Italia senza mascherina”.

Cliccando sul link, l’ignaro utente viene indirizzato su una finta pagina istituzionale con numerosi loghi simili agli originali. Proseguendo nella navigazione sul sito, all’utente viene richiesto di inserire i propri dati personali o bancari per utilizzarli per fini illegali.

La Polizia Postale raccomanda di fare molta attenzione ai link indicati nei messaggi e di aprirli solo dopo averne accertato la veridicità della fonte e di non inserire mai i propri dati personali, soprattutto quelli bancari. Eventuali messaggi sospetti possono essere segnalati su www.commissariatodips.it“.

Potrebbe anche interessarti