Operazione Alto Impatto dei Carabinieri, elicotteri all’alba: perquisizioni e arresti nel Napoletano

carabinieri operazione alto impatto elicotteriNapoli Non si fermano i servizi ad alto impatto disposti dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Napoli. Questa volta il Comando sposta la propria attenzione sui Comuni di Melito e Mugnano.

Servizi ad alto impatto: nel mirino dei Carabinieri i Comuni di Melito e Mugnano di Napoli

Continuano le operazioni ad alto impatto coordinate dai Carabinieri di Napoli nella città partenopea e la sua provincia. Obbiettivo principale di tali servizi è quello di individuare e debellare droga ed armi nel territorio dell’hinterland partenopeo. È per questo motivo che un cospicuo numero di militari delle locali compagnie è stato impiegato in svariate perquisizioni all’interno di abitazioni ritenute “interessanti”. Perquisizioni che hanno trovato il supporto delle Compagnie di Intervento Operativo del Reggimento Campania e del Nucleo Elicotteristi Carabinieri di Pontecagnano.

Sono numerosi i posti di controllo disposti dai Carabinieri di Napoli, necessari per restituire la dovuta percezione di sicurezza ai cittadini. Svariati anche i controlli eseguiti all’interno delle aree comuni dei plessi di edilizia popolare.

A seguito di tali operazioni è stata arrestata una donna di 21 anni, R.D.V., già nota alle Forze dell’Ordine. La 21enne di Marano dovrà ora rispondere di spendita e introduzione nello stato di monete falsificate e truffa. Denunciata ai Carabinieri anche una donna di origini ghanesi, ritrovata alla guida di un’auto rubata. Perquisiti anche gli appartamenti nei rioni “Parco Monaco” e “219” del Comune di Melito di Napoli. In totale sono 85 le persone identificate e 114 veicoli controllati, 9 dei quali sequestrati.

Potrebbe anche interessarti