Bassolino assolto nel processo sui rifiuti

Antonio Bassolino

E allora ci dicano di chi è la colpa. Ci dica la magistratura chi è colpevole del disastro rifiuti in Campania. Ci dica la magistratura chi ha permesso alla camorra di sversare rifiuti tossici nelle discariche nostrane..

Leggiamo l’articolo da La Repubblica: Pochi minuti dopo le tredici il tribunale, V sezione, ha emesso la sentenza nel processo sulla gestione del ciclo dei rifiuti a Napoli e in Campania che vede tra gli imputati anche l’ex governatore Antonio Bassolino. Per i giudici non vi è alcun colpevole: sono stati tutti assolti. Con la formula: il fatto non sussiste.

Tutti assolti, dunque. I giudici della quinta sezione penale hanno scagionato con la formula più ampia i 28 imputati del processo sul ciclo dei rifiuti che coinvolge fra gli altri, come detto, l’ex governatore Antonio Bassolino e con lui l’ex subcommissario ai rifiuti Giulio Facchi, l’ex vice commissario Raffaele Vanoli, gli ex vertici di Fibe e Impregilo Armando Cattaneo e Piergiorgio Romiti.

LEGGI ANCHE
San Giorgio, in arrivo nuovo materiale per la raccolta differenziata. Ecco dove sarà depositato

Le assoluzioni sono state decise con la formula “perchè il fatto non sussiste” per alcuni reati e “perchè il fatto non costituisce reato” per altri.

Il processo aveva riguardato il contratto con Fibe e Fibe Campania stipulato nel 2001 e risolto per legge nel dicembre 2005.

Dopo la sentenza, a caldo arrivano i primi commenti. “Questa  decisione che dimostra la verita’ dei fatti ripaga Bassolino di un calvario di sofferenza”, commentano gli avvocati penalisti Giuseppe Fusco e Massimo Krogh, legali dell’ex governatore.

“I giudici hanno fatto i giudici”, afferma l’avvocato Luigi Tuccilo, difensore di Cattaneo.

Soddisfatti gli avvocati Giovambattista Vignola, legale di Vanoli, Ilaria Criscuolo, che assiste sette ex capi degli impianti di cdr e Riccardo Polidoro, legale di Facchi.

LEGGI ANCHE
Ecco la Terra dei Fuochi del Nord, cinque volte più inquinata di quella del Sud

Potrebbe anche interessarti