Parco vandalizzato a San Giuseppe Vesuviano, calpestati i dititti dei bimbi

In un post in merito a un parco vandalizzato, sulla pagina Facebook del primo cittadino di San Giuseppe Vesuviano, Vincenzo Catapano, troviamo queste parole:
“Ieri RIPARATE, questa notte DISTRUTTE! Una sola parola: VERGOGNA! Questo significa calpestare i diritti dei nostri figli! Le telecamere, la vigilanza…non si può controllare 24 ore su 24 ogni angolo del territorio. Occorre una SVOLTA: a partire dalle famiglie e dall’educazione dei nostri figli. BASTA!”

E come si può già capir bene da queste parole riportate, le giostre del parco in questione erano state appena riparate. Dopo meno di 24 ore c’è stata la loro distruzione. Uno sfogo del primo cittadino condiviso da tanti che voltano le spalle a un gesto del genere e si mettono dalla parte della giustizia e della difesa dei beni pubblici.

Quello che è accaduto, purtroppo, non è solo un danno a cose materiali, ma è una ferita al senso civico, una mancanza di rispetto al futuro di quelli che saranno gli uomini e le donne di domani.
Non si tratta neanche di casi isolati, purtroppo.

Ricordiamo l’incursione vandalica al parco L’Arcobaleno, a Portici. Un parco che, per giunta, è sotto la gestione della cooperativa sociale Shannara, che offre accoglienza, cura, tutela ed educazione a minori italiani e stranieri non accompagnati di età compresa tra i 13 ed i 18 anni d’età, secondo quanto previsto dal Regolamento Regionale Campano 4/2014, e in casi particolari fino al ventunesimo anno di età su autorizzazione del Tribunale per i minorenni.

Ancora più evidente, in questo ultimo caso, il male che non si fa solo a oggetti, ma proprio a persone, enti che si impegnano ad alzare l’asticella della cura e della civiltà. E qui ritornano illuminanti le parole di Vincenzo Catapano: “Occorre una SVOLTA: a partire dalle famiglie e dall’educazione dei nostri figli”.

Ed è proprio così, il vero cambiamento sta proprio in quello spazio che inizia con la famiglia e si alimenta con la società.

Potrebbe anche interessarti