Meloni di nuovo a colloquio con Mattarella: accetterà l’incarico di formare il Governo

sergio mattarella e giorgia meloni
Sergio Mattarella e Giorgia Meloni. Foto: Quirinale

Giorgia Meloni è arrivata al Quirinale per il nuovo colloquio con Sergio Mattarella. La futura premier, la prima donna a ricoprire l’incarico in Italia, dovrà informare il Presidente della Repubblica che intende accettare l’incarico di formare il nuovo Governo. La leader di Fratelli d’Italia era attesa per le 16.30 al Colle, ma è giunta nel Cortile d’onore del Palazzo del Quirinale con qualche minuto d’anticipo.

Giorgia Meloni a colloquio con Mattarella: accetterà l’incarico di formare il Governo

Questa mattina la coalizione di centro destra è stata accolta dal Presidente Mattarella: la maggioranza, come affermato dalla stessa Giorgia Meloni, si è espressa proponendo proprio lei come nuovo Presidente del Consiglio. Le consultazioni sono perciò giunte all’esito che era chiaro già immediatamente dopo il risultato delle elezioni politiche del 25 settembre scorso. Già domani, probabilmente, Meloni consegnerà nelle mani di Mattarella la lista dei ministri che formeranno il nuovo Esecutivo e sulla quale il Presidente è chiamato ad esprimersi.

L’esito dell’incontro di stamattina tra il Presidente della Repubblica e la maggioranza

“La delegazione composta dai capigruppo e dai presidenti di tutte le forze politiche di centrodestra ha incontrato il Presidente Mattarella – ha dichiarato questa mattina Giorgia Meloni – Ha convenuto con il Presidente sulla necessità di dare a questa nazione un nuovo Governo nel minore tempo possibile perché le urgenze che abbiamo di fronte sono moltissime a livello nazionale e internazionale”.

Tutta la coalizione – ha continuato – che non a caso si è presentata insieme questa mattina alle consultazioni, ha dato una indicazione unanime, come rappresentanza della maggioranza parlamentare, proponendo al Presidente della Repubblica l’indicazione della sottoscritta come la persona incaricata a formare il nuovo Governo”. “Noi attendiamo le determinazioni del presidente che ringraziamo per il suo magistero in un momento così particolare nella storia della nazione e ovviamente già da ora annunciamo che siamo pronti. Vogliamo procedere nel minor tempo possibile. Grazie a tutti”.


Potrebbe anche interessarti