Covid, Castellammare piange altre due vittime, un ingegnere ed un operatore sanitario

Il comune di Castellammare di Stabia piange due vittime di Covid in questa seconda ondata. Si tratta dell’ingegnere Peppe Bruno e di un dipendente dell’Asl, Francesco Chierchia. Il covid prosegue incessante il suo cammino mietendo sempre più vittime. I contagi, seppur con effetti più lievi, sono aumentati a dismisura e per questo si stanno adottando nuove misure restrittive in tutto il paese.

Intanto però è Castellammare a perdere altri due cittadini. Due persone importanti per la comunità che a modo loro hanno prestato dei servizi importanti per i propri concittadini. L’ingegnere Peppe Bruno ha infatti, tra le altre cose, guidato anche le Terme di Stabia. Francesco Chierchia invece ha combattuto il virus in prima linea essendo un operatore sanitario.

Il post del sindaco è un messaggio di cordoglio alle famiglie delle vittime che viene accompagnato in coro dai commenti dei cittadini. Le dichiarazioni del sindaco Gaetano Cimmino però sono anche un invito a far rispettare le norme per evitare ulteriori contagi e quindi possibili ulteriori vittime.

Queste le parole di Gaetano Cimmino sulla propria pagina facebook: “Sono giorni tristi per la nostra città. Castellammare piange due vittime del Covid in questa seconda drammatica ondata della pandemia. Ho appreso ieri sera la notizia della scomparsa dell’ingegnere Peppe Bruno. Stroncato dal virus al Monaldi, dove era ricoverato da diversi giorni. Storico militante della sinistra stabiese, per diversi anni è stato alla guida delle Terme di Stabia. Con lui se ne va un uomo dal grande rigore morale, che ha sempre posto la sua professionalità e competenza al servizio dei cittadini. Alla famiglia di Peppe Bruno va tutto il mio affetto in questo momento di grande dolore.

Un dolore che affligge anche i familiari di Francesco Chierchia, dipendente Asl, un altro operatore sanitario che ha perso la vita sul campo in questa battaglia massacrante contro questo nemico invisibile. Un eroe dei nostri tempi, che si è speso per la causa dei cittadini mettendo a repentaglio la sua salute e la sua vita. Il Covid si è portato via due nostri amati concittadini. Ed è nostro dovere onorare la loro memoria comportandoci da comunità responsabile. Siamo consapevoli di dover compiere dei sacrifici, ma abbiamo la necessità di abbassare questi numeri così impietosi e limitare la diffusione del contagio. Rispettiamo le regole: insieme riusciremo a piegare la curva epidemiologica che oggi ci opprime e potremo tornare a rivedere la luce oltre il buio di queste ore.

Sono giorni tristi per la nostra città. Castellammare piange due vittime del Covid in questa seconda drammatica ondata…

Pubblicato da Gaetano Cimmino su Mercoledì 4 novembre 2020

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più