“Stai guardando?”: pestano brutalmente un ragazzo e gli causano un trauma cranico

Un copione che oramai si ripete sempre uguale. Con queste parole può essere descritta l’ultima aggressione fatta dalle baby gang ad un giovane malcapitato. Vittima questa volta è un ragazzo di 21 anni, il quale ha riportato un trauma cranico ed ematomi su buona parte del corpo.

Il tutto è successo ieri sera a Piazza Dante, intorno alle 22.30. Il giovane era sceso per una passeggiata, ma dopo poco tempo è stato avvicinato da sei ragazzini malintenzionati. Dopo il solito “mi stai guardando?”, i delinquenti hanno dato inizio al pestaggio. Il 21enne è stato così attaccato da dietro e riempito con diversi calci e pugni.

La madre del ragazzo ferito ha così espresso la sua paura: “Ringrazio Dio che sia vivo. Quando l’ho visto aveva dei segni sotto al collo come se lo avessero strangolato. E’ un miracolo che sia ancora qui con noi. Siamo di fronte ad un’assurdità, è inconcepibile che un ragazzo di 21 anni che esce a fare una passeggiata in piazza Dante torni a casa in queste condizioni”.

A commentare la notizia è stato il Consigliere Francesco Emilio Borrelli, che su Facebook ha scritto: “Nascondersi dietro un dito è inutile e deleterio, occorre dire la verità: siamo di fronte ad un emergenza sicurezza. La violenza delle baby gang rappresenta un problema serio e molto grave. Come ha detto la mamma del ragazzo aggredito è assurdo che una persona esca di casa per una passeggiata e sia ridotto in quelle condizioni senza alcun motivo. Ricordiamo che piazza Dante è presidiata dai militari, ancora una volta la presenza dell’Esercito si rivela inefficace. Occorre investire sulle forze dell’ordine. Stiamo ancora aspettando i rinforzi promessi dal ministro dell’Interno Salvini.”

Questo è l’ennesimo caso di violenza da parte di giovani nei confronti dei loro coetanei. Tali casi fanno davvero pensare che a Napoli, quello delle Baby gang, stia diventando un problema sempre più serio.

Potrebbe anche interessarti