Il grande cuore di un barbiere: tagli gratis per aiutare una donna gravemente malata

luigi cordato barbiere porticiIl cuore solidale di un barbiere di Portici potrà salvare la vita di una giovane madre. Questa è la storia di Luigi Cordato, barbiere e titolare del salone Spettinati della città alle falde del Vesuvio, che non appena ha appreso la necessità d’aiuto di una sua concittadina non si è tirato indietro.

La triste notizia che ha raggiunto Luigi è che Nunzia, una giovane madre di quattro figli di Portici, sta lottando contro una grave malattia. Per agevolare la sua guarigione la donna dovrà sottoporsi a un intervento salvavita, che però ha un costo molto elevato e che le proibisce di effettuarlo.

“Nessuno mai dovrebbe trovarsi nella situazione di chiedere soldi per provare a salvarsi la vita”  – scrive la moglie del barbiere, Raffaella Imperato. Poi prosegue, rivolgendo un appello alla sua città: “Da Porticese innamorata della propria città, mi rivolgo proprio ad essa… Nunzia insieme alla sua famiglia, sono persone che profumano di umiltà, dignità e lavoro. Adesso hanno bisogno di noi! Noi tutti”.

Ma la bontà della famiglia Cordato non si è limitata a un semplice appello social. Immediatamente hanno avvertito di dover agire e fornire concretamente il loro aiuto a Nunzia: Luigi ha deciso di mettere il proprio mestiere di barbiere gratuitamente al servizio di tutta la clientela, con in cambio un’offerta che simbolicamente verrà raccolta dal figlio della giovane mamma guerriera.

Ho deciso di promuovere questa mia iniziativa. Avendo un’attività di barbiere ventennale nel nostro comune, ho pensato di aiutare questa famiglia in qualche modo: domenica 16 maggio offrirò il mio servizio, invitando nel mio salone il figlio Alessio. Vi taglierò i capelli in cambio di una donazione a vostro piacere che farete direttamente a lui. Io offrirò il mio servizio gratuitamente, con lo scopo di dare speranza ad una famiglia. Chiunque potrà venire anche senza usufruire del servizio e donare al figlio. Quel giorno tutti insieme potremmo dare una mano. Ovviamente rispettando le norme anticovid e solo su prenotazione. Il ricavato andrà direttamente a lui con la speranza che il mio contributo e il vostro possa essere d’aiuto a sua madre.” scrive Luigi.

E così domenica, 16 maggio 2021, presso il salone di Portici Spettinati in Via Carlo e Luigi Giordano n.29, avverrà l’iniziativa che potrà salvare la vita a Nunzia, consentendole di accedere all’operazione.

Potrebbe anche interessarti