Enrico Mentana dalla parte dei tifosi del Napoli: “Sarei sceso in strada anch’io”

Dopo le polemiche sorte nelle ultime ore, a causa delle immagini dei festeggiamenti per la vittoria in Coppa Italia del club partenopeo, c’è chi, come Enrico Mentana, si è schierato dalla parte dei tifosi del Napoli. Migliaia di persone si sono riversate tra le strade della città senza mascherina per festeggiare la vittoria, nonostante il pericolo del Covid non sia ancora sparito.

Lo stesso OMS, attraverso Ranieri Guerra, si è indignato per il comportamento dei tifosi del Napoli e ha giudicato i tifosi partenopei come sciagurati. In effetti non si può negare che i tifosi abbiano assunto dei comportamenti fuori dall’ordinario. Eppure, le dichiarazioni del vicedirettore lasciano spiazzati nel momento in cui si sostiene che è una fortuna che si sia trattato di Napoli e non di un’altra città.

“Sciagurati! In questo momento non ce lo possiamo permettere, per fortuna è accaduto a Napoli, dove governatore e sindaco hanno messo in atto misure rigide e l’incidenza del virus è più bassa che altrove. Fa male vedere queste immagini” ha dichiarato Ranieri Guerra.

Nonostante l’irresponsabilità palpabile dei tifosi del Napoli, il giornalista Enrico Mentana, storico tifoso dell’Inter, si è schierato dalla loro parte commentando le dichiarazioni di Ranieri Guerra: “Ha ragione, per carità: ma il calcio senza festeggiamenti è un gioco da Playstation. Fossi stato tifoso del Napoli sarei sceso in strada anch’io”. E ancora: “Ripeto: il calcio non è un gioco da Playstation. Se non vuoi i festeggiamenti non permettere che riprenda”.

 

Potrebbe anche interessarti