Coronavirus, vietata la vendita di dolci pasquali. Sanzioni e chiusure delle attività per i trasgressori.

Le problematiche legate alla diffusione del Coronavirus si accentuano in vista delle festività pasquali. Attualmente i vigili sono a lavoro per scovare pasticcerie e panetterie fuori legge intenti nella produzione di pastiere e casatielli.

Nonostante il divieto imposto dalla recente ordinanza, infatti, alcuni laboratori di prodotti artigianali continuano la propria attività innescando le prime multe da 400 euro e chiusure forzate dei locali, così come segnalato da www.ilmattino.it. Tra questi una pasticceria del Vomero, a cui è stato imposto il blocco della vendita, e una panetteria del Rione Alto. Per altri due locali è scattata soltanto la sanzione.

L’operazione di controllo è stata condotta dalle unità operative Fuorigrotta e Vomero, guidate da Ciro Guadagnino e Gaetano Frattini. A Via Pigna, le forze dell’ordine sono state attratte da persone che uscivano dalla panetteria portando tra le mani vassoi tipici dei prodotti da pasticceria e non le classiche buste del pane.

LEGGI ANCHE
Pasqua 2014: Capri tra le mete più care d'Italia secondo Trivago

La polizia municipale, pochi giorni prima, in quello stesso locale aveva effettuato dei controlli, trovando tutto in regola. Si vendeva il pane e altri prodotti da forno rispettando tutte le norme previste per stemperare la diffusione del Coronavirus.

Gli agenti, constatato l’allestimento di vetrine di pasticceria, hanno consegnato ai proprietari una sanzione da 400 euro oltre a disporre la sospensione dell’esercizio commerciale.

Simile situazione al Rione Alto, dove gli agenti hanno scovato un negozio in cui, oltre alla pasta fresca, si vendevano casatielli e pizze di scarole al taglio.

In altri due casi, uno al Rione Alto e uno al Vomero, sono stati sorpresi due panifici che vendevano prodotti al taglio.

LEGGI ANCHE
I crespiegli di Sessa Aurunca: scacciano via il male e portano fortuna

I controlli andranno avanti e saranno sempre più serrati, rivolti non solo ad esercizi commerciali. La polizia municipale, infatti, ha intercettato alcuni laboratori che propongono la vendita e consegna a domicilio di dolci pasquali e pastiere.

Potrebbe anche interessarti