Confesercenti Campania boccia la lotteria degli scontrini

Confesercenti lotteria scontrini

Confesercenti Campania boccia la famosa proposta del Governo: la “Lotteria degli scontrini”. 

L’iniziativa proposta dal Governo la Lotteria degli scontrini, avendo scarsi riscontri tra i consumatori, è stata bocciata da Confesercenti Campania.  “Non si combatte così l’evasione, meglio sostenere le forze dell’ordine e le imprese. Lo Stato sciupa 208 milioni al mese, i consumi sono comunque scesi del 50%”- spiega il presidente di Confesercenti Campania, Vincenzo Schiavo. In effetti, non ci sono stati aumenti nei consumi e Schiavo reputa la Lotteria degli Scontrini un vero spreco: il Governo per via della nuova iniziativa spenderà 5 miliardi di euro in due anni. Ma, la lotteria non è l’unico modo per combattere l’evasione.

Infatti, il Governo dovrebbe intrododurre un sistema di misurazione automatica dei livelli di carburante nei depositi per recuperare una cifra intorno ai 200 milioni di euro. “Il Governo avrebbe invece potuto spendere questi fondi per altre attività – ha dichiarato il presidente – per sostenere le imprese innanzitutto ma anche per gratificare e ampliare nel numero le forze dell’ordine. La lotta all’evasione non si combatte certo con la lotteria degli scontrini. Coloro che spendono con le carte di credito o con i bancomat sono gli stessi che hanno sempre utilizzato questo metodo e quindi non c’è stata una impennata nell’utilizzo per effetto della “lotteria”. Non è nata, in definitiva, nessuna opportunità in più per le nostre imprese”.

Con queste dichiarazioni Confesercenti dice no alla proposta del governo per combattere l’evasione fiscale. Ciò perché alle imprese in Campania manca la domanda: “Siamo al 50% in meno degli incassi”, ha fatto notare Schiavo. Neanche i saldi hanno migliorato la situazione. “Registriamo sin qui, a un mese circa dalla chiusura, il 40% in meno del fatturato. Eppure le tasse, i fitti, i costi delle utenze sono rimasti uguali per le nostre attività commerciali. Si sono dovute sobbarcare anche di una spesa di 250 euro in media per acquistare i “pos”, conclude.

Potrebbe anche interessarti