La Campania resta zona gialla: nessun provvedimento restrittivo di De Luca

campania giallaLa Regione Campania anche per questa settimana resterà in zona gialla. Nonostante l’indice Rt sia in aumento in tutta Italia, la nostra Regione si mantiene sotto la soglia dell’1. Nella bozza del monitoraggio ISS – Ministero della Salute, relativa alla settimana 1-7 febbraio, sono ben sette le Regioni che presentano un Rt superiore a 1 e 4 quelle che dovrebbero cambiare colore.

Tra queste non figura la Campania anche se negli ultimi giorni si registra un incremento di casi, quasi 8 mila quelli registrati negli ultimi 5 giorni come evidenziato dai bollettini nazionali. Preoccupano soprattutto i numeri di positivi nelle scuole, tra studenti e docenti, con un monitoraggio costante di ogni singola realtà locale e municipalità di Napoli. Intanto l’Unità di Crisi ha reso noto i 30 comuni che sono a rischio, se quello di Maragliano ha pubblicato dei propri dati (smentendo quasi quelli regionali), il Comune di Massa Lubrense ha deciso di emanare un’ordinanza che fa della città una zona rossa.

Con la Festa di San Valentino e quella di Carnevale alla porte, molti campani scenderanno per strada. Il governatore De Luca ha ancora negli occhi le immagini degli assembramenti delle scorse settimane e in conferenza stampa mette in guardia i suoi cittadini.

“Il virus non aspetta, galoppa. Avremo un fine settimana che a mio parere rappresenterà un punto di riesplosione del contagio”.

Ma nessun provvedimento è stato annunciato dal presidente che invece rivolge, di nuovo, un appello al governo:

“Se il Governo non prenderà misure di contenimento per il fine settimana noi fra 15-20 giorni assisteremo ad una riesplosione del contagio nel nostro Paese. Già nelle settimane scorse, soprattutto nei weekend, abbiamo visto cosa successo in piazze, strade e lungomari completamente invasi da giovani e meno giovani. In una condizione di assoluta inesistenza di qualunque forma di controllo.”

A Napoli si è pensato di rafforzare i controlli con l’arrivo di più uomini, dell’esercito e dei volontari della Postazione Civile. Il rischio è che con nuovi assembramenti e contatti dalla prossima settimana la Campania possa uscire dalla zona gialla ma per ora il pranzo di San Valentino prenotato a ristorante è salvo.

Potrebbe anche interessarti