La Cassazione conferma la condanna: 18 anni all’ex di Carla Caiazzo che la bruciò viva

Napoli – La Cassazione ha confermato la condanna a 18 anni di reclusione per Paolo Pietropaolo, ex compagno di Carla Ylenia Caiazzo che le ha dato fuoco, mentre era incinta, perché non accettava la fine della loro relazione. La Corte ha confermato il verdetto dei giudici di Appello, i quali lo avevano condannato per tentato omicidio e stalking.

Il fatto è avvenuto il primo febbraio 2016. Fu soccorsa da un vigilante e, portata all’ospedale Cardarelli di Napoli: in quell’occasione i medici salvarono la sua vita e quella della bambina che portava in grembo. In seguito alle gravissime ustioni riportate Carla si è sottoposta a numerosi interventi di chirurgia estetica. La donna ha dovuto affrontare momenti estremamente complicati, ma oggi le sue condizioni di salute sono buone.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più