Reddito di cittadinanza ai familiari dei camorristi: devono restituire 190mila euro

Reddito di cittadinanza a familiari di camorristi: sequestrati 190mila euroPercepivano il Reddito di cittadinanza ma all’interno dei loro nuclei familiari figuravano dei camorristi. La Procura di Napoli Nord ha disposto il sequestro di 190mila euro, somma percepita tra il 2019 ed il 2021, nei confronti di 14 soggetti nei confronti di cui si ritiene che il Reddito di cittadinanza sia stato percepito ingiustamente. La condanna per reati connessi all’associazione di tipo mafioso è, infatti, ostativa all’ammissione della domanda.

Gli accertamenti sono stati effettuati dal comando provinciale della Guardia di Finanza di Napoli. I soggetti individuati risiedono nell’area nord della provincia di Napoli, in particolare nei comuni di Afragola, Caivano, Casandrino, Giugliano in Campania, Marano e Villaricca.

Reddito di cittadinanza anche per comprare droga

Non è la prima volta che ci troviamo a notizie simili. Lo scorso mese di gennaio la Guardia di Finanza sequestrò un totale di un milione di euro percepito da camorristi che avevano dichiarato il falso per percepire l’assegno mensile. In alcuni casi, inoltre, il Reddito di cittadinanza è stato usato anche per acquistare sostanze stupefacenti: durante un blitz ad Avellino, nel periodo del primo lockdown, i carabinieri scoprirono che molti clienti pagavano proprio con la card concessa dal governo.

Potrebbe anche interessarti