Morte Anna, gli amici: “L’ex minacciò di buttarsi sotto al treno. Lei corse e lo salvò”

Fb Anna Borsa

Pontecagnano – Ha cercato di togliersi la vita Alfredo Erra, accusato dell’omicidio della sua ex fidanzata, Anna Borsa, ma come raccontato dagli amici della giovane non sarebbe stata la prima volta: la scorsa estate sarebbe stata proprio la ragazza a salvarlo dal suicidio che stava mettendo in atto.

Morte Anna Borsa, gli amici: “Aveva salvato l’ex dal suicidio”

Gli amici della vittima a Petronilla Carillo de ‘Il Mattino’ hanno rivelato che l’uomo proprio questa estate aveva tentato il suicidio: “Andò in stazione, si tagliò le vene e chiamò Anna. Disse che si sarebbe gettato sotto un treno. Lei corse lì e gli salvò la vita. Anna era così, una persona buona e sempre disponibile”.

La relazione tra i due era ormai finita da otto mesi ma Erra non riusciva ad accettare quella separazione. Secondo un amico della 29enne: “La loro storia era finita proprio perché Anna si era stancata dei suoi sbalzi di umore e del fatto che come trovava un lavoro lo perdeva. Lei lavorava e voleva qualcosa di concreto”.

Stando a quanto raccontato dalle amiche, Anna viveva ormai nel terrore per le ripetute minacce dell’uomo ma non aveva il coraggio di rivolgersi alle forze dell’ordine. Lo scorso sabato, a seguito dell’ennesima discussione, Anna sembrava decisa a denunciarlo ma non lo ha fatto. Come spiega la sua amica Paola, dopo esser salita in auto con alcune amiche per recarsi dai Carabinieri, la ragazza “non ha avuto il coraggio di entrare”.

Intanto Erra è stato arrestato dalla Polizia. A seguito della tragedia, avrebbe tentato il suicidio esplodendo un colpo di pistola contro sé stesso. Attualmente si trova in ospedale e nella giornata di domani sarà sottoposto ad un intervento chirurgico.

Potrebbe anche interessarti