Rapinarono la pizzeria puntando le armi anche contro un bimbo: condannati a 7 e 10 anni

Sono stati condannati a 10 e 7 anni di carcere due dei soggetti ritenuti responsabili della rapina avvenuta all’interno di una pizzeria di Casavatore lo scorso ottobre. Il terzo membro della banda, invece, non ha ancora sostenuto il processo. A renderlo noto è Sky Tg24.

Condannati responsabili della rapina nella pizzeria di Casavatore

Avevano fatto irruzione all’interno del locale, seminando il panico tra i presenti, puntando fucili e kalashnikov al volto dei commensali, non risparmiando nemmeno i bambini. A cinque mesi dal raid sono giunte le prime condanne per due dei banditi coinvolti.

Il Gup del Tribunale di Napoli Nord aveva richiesto il processo con rito immediato per i due indagati, vista la rilevanza degli elementi raccolti nei loro confronti. Ad oggi sono stati condannati rispettivamente a 7 e 10 anni di carcere mentre il terzo uomo è in attesa di processo.

Soltanto poche settimane dopo la rapina i Carabinieri della compagnia di Casoria e della stazione di Casavatore avevano dato esecuzione a un decreto di fermo nei confronti di tre soggetti. Le indagini avviate a seguito dell’episodio hanno consentito non solo di identificare i presunti responsabili della rapina in questione ma anche di accertare l’esistenza di una vera e propria organizzazione stabile dedita alla commissione di rapine, anche attraverso l’utilizzo di armi da guerra.

Potrebbe anche interessarti