Notizie di Torre del Greco

Tutte le informazioni e notizie sulla città di Torre del Greco

Torre del Greco, in queste ore di evidente criticità a causa del blocco dello S.T.I.R. di Tufino sta cercando, non senza difficoltà, di reggere all’emergenza, riuscendo – al momento – a garantire la quasi omogenea pulizia del territorio“. Lo comunica il sindaco, Giovanni Palomba, al termine di un incontro con l’assessore all’Igiene urbana, Giovanni Marino.

La situazione – prosegue il primo cittadino – è quella palese agli occhi di tutti. Basta, infatti, sfogliare le pagine dei quotidiani, o, ascoltare le cronache dei telegiornali per rendersi conto della problematica che, purtroppo, indipendente dalla nostra volontà, potrebbe ricadere anche sul nostro territorio come – di fatto – sta, già, accadendo in tanti comuni del vesuviano, e, in primis nella città di Napoli. Il guasto registrato al nastro dello stabilimento di Tufino, sta generando notevoli ritardi nel conferimento dei rifiuti indifferenziati, nonché enormi disagi alle città, costrette, a trovarsi una mole enorme di rifiuti fermi in strada. Al contempo, stiamo cercando di affrontare e gestire nel modo migliore possibile la questione, cercando di assicurare una condizione dignitosa alla città e ai cittadini. Tuttavia, nonostante l’alta percentuale di differenziata, cui, Torre del Greco è riuscita negli ultimi tempi ad addivenire, potrebbero registrarsi – nelle prossime quarantotto ore – eventuali difficoltà di raccolta anche sul nostro territorio. E’ per questo che faccio appello alla massima collaborazione dei Torresi tutti, ad essere rispettosi e ad osservare con precisione gli obblighi di conferimento, in considerazione – oltretutto – del fatto che dalle relazioni ispettive a noi pervenute, i rifiuti indifferenziati raccolti, e, provenienti dagli abbandoni stradali, rappresentano più del 60% dell’intera raccolta“.

Immagine di repertorio

Una vera e propria tragedia quella avvenuta a Torre del Greco. Un uomo di 82 anni, Raffaele Palomba è morto annegato a causa di un malore.

L’uomo era caduto in acqua dagli scogli dopo aver avvertito un improvviso malore ed è morto annegato. La tragedia è avvenuta tra il lido La Perla e Miramare alle ore 17 di domenica 16 giugno. Le spiagge a quell’ora erano molto affollate e alcuni bagnanti si sono accorti dell’uomo in mare ed hanno chiesto subito aiuto. Immediatamente è accorso il bagnino del lido La Perla che si è gettano in mare e ha recuperato il corpo dell’uomo, ormai già senza vita.

Sono poi giunti sul posto i carabinieri della stazione Capoluogo, comandati da Vincenzo Amitrano, gli uomini della Capitaneria di Porto di Torre del Greco, agli ordini del comandante Marco Patrick Mincio, i vigili e gli operatori del 118 che hanno provato a rianimare invano l’uomo. Dopo i rilievi, il corpo dell’anziano è stato portato via. Sulle cause della morte stanno indagando i carabinieri della stazione Capoluogo della caserma Dante Iovino.

Due morti ambigue in due noti ospedali campani. In poche ore  aperte due diverse inchieste. Al centro del mirino degli inquirenti l’ospedale San Leonardo di Castellammare e il Capilupi di Capri. 

Al San Leonardo, forse a causa di una setticemia, è morto un 65enne di Torre del Greco, ricoverato per un edema alla gola meno di un mese fa e poi finito in rianimazione. L’uomo è mancato martedì sera, dopo venti giorni in coma. I familiari, scottati dalla tragedia, hanno esporto denuncia alla stazione di Castellammare di Stabia. I carabinieri, come da regola, hanno sequestrato la cartella clinica del paziente. La spoglia del paziente si trova all’obitorio del cimitero della cittadina di Stabia, per ordine del sostituto procuratore Giuseppe Borriello.

Infatti, la Procura di Torre Annunziata ha subito disposto l’autopsia sul cadavere, aprendo un fascicolo d’inchiesta per omicidio colposo contro ignoti, per il momento. Ma, nelle prossime ore, potrebbero essere messi per iscritto i primi sospettati nel registro degli indagati. Atto per permettere a possibili periti della difesa di esaminare il corpo, prendendo parte all’esame autoptico.

Altresì, al Calilupi di Capri è deceduta un’anziana, ancora una volta in modo alquanto enigmatico. La donna era ricoverata dal 7 giugno. I carabinieri, su ordine della procura di Capri, anche per questo secondo caso, hanno sequestrato la salma e la cartella clinica. I familiari già avevano denunciato delle stranezze. Infatti, i figli della donna, imprenditori molto noti sull’isola di Capri, avevano chiesto di accedere, in modo invano, alle pratiche burocratiche per celebrare i funerali, ma non è stato reso impossibile.

La Procura ha disposto ai militari dell’Arma di ottenere i documenti che certifichino tutte le cure somministrate alla paziente. La sanità italiana era un tempo una delle migliori. Oggi, sembra che gli ospedali della penisola siano sempre di più al centro dell’attenzione mediatica per l’inefficienza e scandali.

Il comune di Torre del Greco, adegua la riscossione della TARI – la tassa sui rifiuti – dell’annualità in corso.

Già da qualche giorno, infatti, in arrivo ai cittadini torresi un nuovo avviso di pagamento, recante in calce l’acronimo TARI 2019.

Così, a far data dal prossimo 1 Luglio, sarà possibile versare la prima delle quattro rate di suddivisione, rispetto all’importo complessivo, e, allinearsi in tal modo con i pagamenti, per l’anno in corso. È un provvedimento – ha spiegato la Dirigenza del comune di Torre del Greco – adottato in modo tale da avere, entro il 31 dicembre prossimo, esatte, tutte le quote del 2019.

Oltre l’anticipo della TARI, previsto anche un lieve aumento del “quantum” complessivo pari, circa, all’11%.
Un dato, questo, dovuto all’aumento del costo di smaltimento dei rifiuti – determinato da SAPNA, la Società che si occupa del servizio di gestione integrata degli stessi, nella provincia di Napoli – per tutti i comuni, che in alcuni casi hanno ricevuto aumenti nettamente superiori ai nostri, già, a gennaio 2019 da far valere sul 2018.

Non da ultimo, poi, l’adeguamento delle tariffe TARI al nuovo piano industriale del “porta a porta” che prevede un aumento del personale, per efficientare al meglio la resa del servizio urbano, nettamente migliore rispetto a quello vigente.

“Un aumento calcolato, e, previsto – le parole del sindaco, Giovanni Palomba – che rientra, tuttavia, in piena conformità con i costi medi degli altri comuni dell’area metropolita. Anzi, vorrei sottolineare che, nonostante l’aumento di 11 punti percentuali, la quota TARI versata dai cittadini di Torre del Greco resta, ad oggi, più bassa di quella dell’intera provincia di Napoli”.

Torre del Greco – Sono iniziati i lavori a via Roma per la messa in sicurezza dell’edificio da quale sono crollati dei calcinacci che, nel primo pomeriggio di ieri, hanno colpito una donna alla testa. Con lei c’era, nel passeggino, la figlia di circa un anno che per fortuna non è stata raggiunta dal materiale altrimenti poteva finire in tragedia. La donna è stata soccorsa da alcuni passanti che hanno subito allertato il 118, per fortuna per lei non ci sono state gravi conseguenze.

Questa mattina alcuni operai hanno raggiunto la zona per l’opportuna messa in sicurezza. La zona era stata già recintata ieri, in questo momento invece gli uomini sono al lavoro sulla facciata dell’edificio per rimuovere il materiale pericolante ed effettuare i dovuti interventi.

Via Roma è una strada centralissima di Torre del Greco, attraversata ogni giorno da migliaia di persone, compresi bambini ed anziani. Sarebbe opportuno, adesso, procedere al controllo dello stato di tutti gli edifici, in un tutta la città, per evitare che possano verificarsi episodi ulteriori che potrebbero avere conseguenze ben più gravi, come nel caso del commerciante di Napoli che purtroppo ha perso la vita sabato scorso.

Torre del Greco – Cadono calcinacci in città, nella centralissima via Roma a pochi metri dalla fontana di Capo Torre. All’improvviso si è alzato un po’ di vento, causando la caduta di materiale da un palazzo.

Una signora è stata colpita alla testa e per poco l’ha scampata la figlia di circa un anno che stava con lei, nel passeggino. Una tragedia sfiorata, per fortuna, davvero per pochi centimetri. La donna è stata immediatamente soccorsa da alcuni passanti della zona che hanno chiamato il 118.

Il fatto è successo proprio due giorni dopo la morte, a Napoli, di Rosario Padolino, un commerciante che aveva la propria attività a via Duomo. Ciò a dimostrazione di come la manutenzione degli edifici sia un problema molto diffuso in tutta l’area partenopea. In tale situazione accresce il senso di insicurezza e di paura da parte dei cittadini, i quali temono di essere vittima di episodi simili passeggiando per la propria città.

universiade Cresce l’attesa per l’Universiade 2019 che si terrà a Napoli dal 3 al 14 luglio prossimo. Ieri l’Universiade è passata anche per le città di Torre del Greco ed Ercolano. Nelle due città vesuviane è stato infatti girato il video promozionale dell’evento con i judoka della società Olimpic di Torre del Greco. Protagonisti del video, gli scenari della spiaggia vulcanica della litoranea corallina, e gli scavi di Ercolano. Di seguito vi mostriamo in anteprima una serie di scatti che mostrano gli atleti durante le riprese dello spot promozionale. 

Il 3 luglio si terrà la cerimonia di apertura allo stadio San Paolo di Napoli organizzata da Marco Balich. Il 4 inizieranno le competizioni di tutte le 18 discipline. Tra queste il Judo che dal 4 al 7 di Luglio presso la Mostra D’Oltremare ospiterà ben 76 nazioni e 500 atleti. Flash mob in in 6 città campane, tra cui le due vesuviane protagoniste del video promozionale dedicato a questa disciplina. Il video sarà pubblicato su tutti i canali social dell’Universiade e dalla Federazione Italiana FIJLKAM.

Protagonisti delle riprese, gli atleti della Olimpic Group, associazione senza scopo di lucro, con sede a Torre del Greco con alla direzione tecnica Sandro Piccirillo ed alla direzione sportiva Yuri Piccirillo. Attiva sul territorio sin dal 1984, l’associazione sportiva, ha ottenuto molteplici risultati nel corso degli anni al livello nazionale ed internazionale. Vanta infatti, diverse medaglie ai campionati italiani e a quelli d’Europa, del mondo ed ai giochi del mediterraneo nelle discipline del judo, del taekwondo e della Ginnastica artistica. All’associazione è stata conferita la Stella di Bronzo al merito sportivo e la Medaglia d’onore. 

L’Associazione ha ormai assunto un ruolo delicatissimo all’interno del tessuto sociale torrese; l’insegnamento sportivo ha rappresentato negli anni l’anima di un sistema efficiente fondato non solo sulla promozione di attività, nella maggioranza dei casi svolte in modo assolutamente gratuito, diretta a favorire il recupero dei giovani a rischio e l’inserimento nel tessuto sociale di giovani diversamente abili ma anche sulla diffusione di messaggi di solidarietà, fratellanza e rispetto tra le famiglie che oggi più che mai soffrono una profonda crisi non solo sociale ma anche economica. 

Artefice di tutto ciò, il Maestro Sandro Piccirillo, che ha iniziato a praticare sport nel 1971. Già all’età di 10 anni praticava judo e calcio. Nel 1972 ha cominciato a seguire le Olimpiadi e sempre nello stesso anno vinse vari titoli regionali e trofei nazionali. All’età di 18 anni l’iscrizione all’I.S.E.F era una tappa obbligata e al termine dei suoi studi che ha conseguito con 110 e lode ha poi cominciato ad insegnare judo in una palestra torrese, la Budokwai. Poi il 1982-83 sono gli anni dell’impegno presso la Polisportiva di Leopardi e nel 1984 – nell’anno delle Olimpiadi di Los Angeles – aprì l’Olimpic Center. In 34 anni i suoi atleti hanno conseguito 70 titoli d’Italia – dai giovanissimi agli assoluti. Vincendo ben 12 medaglie tra Campionati del mondo, Europei, Giochi del Mediterraneo, Mondiali militari, Universiadi. Sandro Piccirillo è stato premiato anche con la medaglia d’onore al merito sportivo ed è stato manager di Pino Maddaloni (polizziotto di Scampia) campione olimpico di judo a Sydney nel 2000. Attualmente è direttore tecnico regione Campania e tecnico nazionale italiana giovanile di Judo. Ha inoltre stage in tutta Italia, in Australia, Brasile, Israele ed altre nazioni europee.

Il Comune di Torre del Greco ha varato come di consueto l’ordinanza con la quale disciplina la balneazione per l’imminente stagione estiva. Diritti e doveri per i bagnanti e gestori degli stabilimenti balneari. Norme che di anno in anno sembrano ripetersi e che di fatto diventano consuetudine.

A suscitare spesso discussioni e polemiche negli anni addietro è stata la questione relativa alla possibilità di portarsi in spiaggia gli animali, segnatamente i cani. E anche nell’ordinanza firmata dal sindaco Giovanni Palomba, si fa un chiaro riferimento all’ esigenza di chi non riesce a privarsi dell’amico a quattro zampe.

La Disciplina richiama le disposizioni dell’articolo 12 c.5 del “Regolamento Comunale di tutela degli animali, approvato con Deliberazione del Commissario Straordinario n° 19 del 18.04.2018“.

Il comma in questione riferisce che:

l’accesso ai cani sulle spiagge libere è consentito solo qualora gli animali siano:
a) regolarmente iscritti all’anagrafe canina;
b) mantenuti al guinzaglio di lunghezza non superiore a mt 1,50;
• esenti da infestazioni di pulci, zecche o parassiti;
• l’accesso ai cani di sesso femminile sulle spiagge libere è interdetto in periodo estrale
“calore”;
• la balneazione dei cani, nel fronte mare antistante le spiagge libere, è consentita dalle ore 19.00 in poi, mentre è sempre consentita per i cani di:
c) bagnini per servizio di primo soccorso;
d) guida dei non vedenti;
e) delle forze dell’ordine in servizio;
f) preparati al salvataggio nautico in possesso di apposito pertinente brevetto.
• i proprietari/detentori dei cani:
g) sono responsabili del benessere, del controllo e della conduzione degli animali e rispondono, sia civilmente sia penalmente, di eventuali danni o lesioni a persone, animali e cose provocate dall’animale stesso;
h) hanno l’obbligo di provvedere autonomamente all’ombreggiatura dei propri animali con idonei dispositivi, alla fornitura di acqua pulita per l’abbeverata e per eventuali docciature;
i) devono assicurare che il cane abbia un comportamento adeguato alle esigenze di convivenza con le persone e gli animali che usufruiscono delle spiagge libere;
j) hanno l’obbligo di portare con sé una museruola rigida o morbida da applicare ai cani in caso di rischio per l’incolumità di persone o animali, o su richiesta delle Autorità competenti;
k) devono rimuovere immediatamente qualunque deiezione prodotta dagli animali, e a tal fine devono essere muniti di palette/raccoglitori idonei, da riporre negli appositi contenitori.

Ancora quindici giorni e poi sarà estate. Intanto gli stabilimenti balneari di via Litoranea a Torre del Greco da qualche settimana stanno cominciando a prepararsi a tre mesi di fuoco, almeno stando alle previsioni meteo che annunciano un sole rovente come da qualche anno non si registrava.

Il Comune, a firma del sindaco Giovanni Palomba, ha emanato l’ordinanza annuale che sancisce le regole fondamentali per i bagnanti e per tutti quelli che possiedono un lido. La Disciplina della Balneazione di quest’anno non si discosta da quelle precedenti. Di seguito i punti più importanti tra i quali segnaliamo l’ingresso gratuito a tutti i minori di anni 12:

DIVIETO DI BALNEAZIONE
1. La balneazione è vietata:
– nell’ambito portuale e nel raggio di metri 100 dall’imboccatura delle
strutture portuali;
– nelle zone di mare interdette con specifiche ordinanze;
– nei corridoi di lancio delle imbarcazioni;
– nelle acque dichiarate non balneabili con apposita Ordinanza Sindacale

PRESCRIZIONI SULL’USO DELLE SPIAGGE E SPECCHI ACQUEI RISERVATI ALLA BALNEAZIONE

Sulle spiagge, anche libere, stabilimenti balneari, varchi di accesso alla battigia ed assimilati, specchi acquei riservati alla balneazione, salvo quanto previsto da altre norme e regolamenti, è vietato:

a) lasciare natanti in sosta ad eccezione di quelli destinati alle operazioni diassistenza e salvataggio o al noleggio, se muniti di relativo titolo concessorio, salvo che non siano individuate specifiche aree da destinarsi alle imbarcazioni dei pescatori locali;

b) lasciare sulle spiagge libere, oltre il tramonto, ombrelloni, sdraio, tende ealtre attrezzature in ogni modo denominate;

c) occupare con qualsiasi attrezzatura (ombrelloni, sdraio, ecc.., nonché mezzi nautici) la fascia di 5 metri dalla battigia che è destinataesclusivamente al transito con divieto di permanenza ad esclusione dei mezzi di soccorso. Tale fascia, in presenza di arenili particolarmente ristretti, può essere ridotta previa autorizzazione.

d) campeggiare;

e) transitare e/o sostare con ogni tipo di veicolo, ad eccezione di quelli destinati alla pulizia delle spiagge e al soccorso;

f) praticare qualsiasi gioco (calcio, tennis da spiaggia, palla a volo, basket,bocce etc..) salvo che nelle zone debitamente attrezzate daiconcessionari;

g) condurre o far permanere qualsiasi tipo di animale, se non munito di museruola o guinzaglio, l’accesso dei cani è consentito con le disposizioni di cui all’art. 12, c. 5 del “Regolamento comunale di tutela degli animali, approvato con Deliberazione del Commissario Straordinario n. 19 del 18.04.2018”; tale divieto, per motivi di igiene e tutela della salute pubblica, è di carattere permanente. Sono escluse dal divieto le unità cinofile munite di brevetto rilasciato dalla S.I.C.S. (ScuolaItaliana cani salvataggio) nonché dal C.I.T. (Club Italiano Terranova), e dall’U.C.I.S. (Unità Cinofile Italiane Soccorso), riconosciute dall’ E.N.C.I. (Ente Nazionale Cinofilia Italiana). Ogni conduttore di unità dovrà essere munito di brevetto di bagnino di salvataggio o assistente bagnanti. Sono esclusi altresì dal divieto i cani guida per i non vedenti, i cani utilizzati dalle Forze di Polizia e i cani adibiti a servizio di guardiania nelle ore di
chiusura della struttura. I concessionari possono consentire, nell’ambito del proprio impianto ad uso balneare, individuare aree, debitamente attrezzate, delimitate e autorizzate da adibire ad accoglienza di animali domestici, salvaguardando, comunque, l’incolumità e la tranquillità dell’utenza balneare e assicurando le necessarie condizioni igieniche secondo le vigenti normative (Regolamento comunale di tutela degli animali approvato con D.C.S. n. 19 del 18.04.2018);

h) tenere ad alto volume le apparecchiature di diffusione sonora nonché fare uso delle stesse dalle ore 14.00 alle ore 16.00 e dalle 02.00 alle ore 08.00 salvo diverse disposizioni derivanti dall’organizzazione di manifestazioni e/o eventi che andranno comunque preventivamente autorizzate; per quanto concerne i limiti da rispettare troverà
applicazione il D.P.C.M. 01.03.1991;

i) esercitare attività commerciali sia in forma fissa che itinerante, pubblicità, attività promozionali, organizzare giochi, manifestazioni ricreative o spettacoli pirotecnici, senza le prescritte autorizzazioni;

j) gettare in mare e lasciare nelle cabine o sugli arenili rifiuti di qualsiasi genere, nonché accendere fuochi;

k) introdurre e usare bombole di gas o altre sostanze infiammabili, senza la prescritta autorizzazione, salvo quelle utilizzate dal concessionario per garantire i servizi fermo restando l’acquisizione delle prescritte autorizzazioni se richieste;

l) sorvolare le spiagge e gli adiacenti specchi acquei con qualsiasi tipo di aeromobile o di apparecchio privato e per qualsiasi scopo a quota inferiore a 300 metri, ad eccezione di mezzi di soccorso e di polizia;

DISCIPLINA DELLE AREE IN CONCESSIONE PER STRUTTURE BALNEARI

1. Le strutture balneari sono aperte al pubblico, per la balneazione e/o esposizione al sole, dalle ore 07,30 alle ore 19,30. I titolari di concessione demaniale garantiranno l’accesso gratuito agli stabilimenti ai minori di anni 12 (art. 1 L.R. 10 del 10/05/2012). Le attività secondarie connesse alla concessione (somministrazione di alimenti e bevande,
intrattenimento ecc.), possono essere svolte nel rispetto degli orari già definiti per le analoghe attività sul territorio cittadino.

PER LEGGERE L’ORDINANZA PER INTERO: CLICCA QUI

 

 

 

Torre del Greco – Nelle ore mattinali di domenica sulla banchina di Levante del porto di Torre del Greco è stato commercializzato al dettaglio un esemplare adulto di Prionace glauca (squalo azzurro).

A seguito di verifiche condotte dagli uomini della Guardia Costiera, l’esemplare, appartenente ad una specie edibile, è stato catturato da pescatori non professionisti ai quali sono state elevate sanzioni amministrative, per commercializzazione di prodotto ittico proveniente dalla pesca sportiva.

La Capitaneria di Porto di Torre del Greco continuerà la sua opera di vigilanza al fine di contrastare ogni attività illegale che possa pregiudicare danno alla salute pubblica e all’ambiente.

Si invita pertanto la cittadinanza all’acquisto di pescato proveniente unicamente dalla pesca professionale, venduto, pertanto, dal bordo dei pescherecci locali ovvero nelle pescherie. Ciò al fine di non alimentare altre forme di pesca illegali che sovrapponendosi alla pesca autorizzata, vanno ad alterare in modo incontrollato la catena alimentare del Golfo con inevitabili ripercussioni sull’habitat marino.

Sono state arrestate le 7 persone ritenute responsabili a vario titolo di concorso esterno in associazione mafiosa e concorso in estorsione con l’aggravante di aver commesso il fatto per finalità mafiose avvalendosi della forza d’intimidazione che promana dal sodalizio camorristico dei clan Di Gioia-Papale e Falanga operanti in Torre del Greco. L’ordinanza di custodia cautelare in carcere ha colpito: Vaccaro Ciro, Garofalo Maurizio, Papale Luigi, Oriunto Andrea, Magliulo Franca, Sorrentino Raimonda, Gaudino Domenico, secondo quanto riportato da tvcity.

L’indagine che ha portato all’arresto di queste persone è sorta nel 2012, al termine dei lavori svolti dalla Commissione d’accesso al Comune di Torre del Greco che aveva passato al setaccio tutti gli atti amministrativi dell’epoca e le gare espletate. Questa attività investigativa ha evidenziato una pluralità di condotte estorsive in danno di imprese edili impegnate in lavori pubblici, servizi e forniture pubbliche nel Comune di Torre del Greco, in particolare la raccolta dei rifiuti solidi urbani ed i lavori di recupero dell’edificio comunale, ex pescheria borbonica, sito in Largo Costantinopoli, da adibire a Comando di Polizia Municipale.

Il gruppo camorristico applicava quello che è stato definito “Il sistema Vaccaro”: cioè si stabiliva una quota estorsiva pur di aggiudicarsi una gara d’appalto bandita dal Comune o per evitare di ricevere danni al cantiere. 

Inoltre nei confronti di Vaccaro Ciro è stato emesso un decreto di sequestro preventivo d’urgenza, relativamente a beni mobili, immobili e quote di società per un valore complessivo di euro 3.000.000,00.

Carabinieri

CarabinieriCirca sette sono le persone ritenute responsabili, a vario titolo, di concorso esterno in associazione mafiosa e concorso in estorsione con l’aggravante del metodo e delle finalità mafiose. Un giro di legalità scoperto dai carabinieri del nucleo investigativo di Torre Annunziata che nella giornata di oggi daranno esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Napoli su richiesta della Direzione distrettuale antimafia.

Le indagini sul caso hanno mostrato come questa associazione di delinquenti veicolava non solo le gare di appalto bandite dal comune di Torre del Greco, ma si macchiava anche di richieste di estorsione alle ditte impegnate nei lavori pubblici.

Inoltre è stato eseguito nei confronti di uno degli arrestati un decreto di sequestro preventivo di beni mobili, immobili e quote societarie per un valore di tre milioni di euro.

Vi è stato un nuovo caso di maltrattamenti insensati su animali nel Napoletano. Questa volta le vittime sono due cuccioli di cane appena nati, che sono stati seppelliti vivi nella notte a Torre del Greco.

Il tutto è accaduto nella zona di Via Litoranea. Rei di aver compiuto questa barbarie sarebbero due uomini, entrambi sulla settantina. A denunciare l’accaduto è invece una ragazza (un’animalista della zona) accorsa sul luogo, al fine di aiutare i cagnolini. Purtroppo però per uno di loro non c’è stato nulla da fare; era già morto soffocato nel terreno al momento del rinvenimento.

La ragazza ha voluto lanciare parole dure su Facebook, affinché la comunità torrese possa aiutarla a trovare i malviventi. Nel suo post si legge: Due vecchi bastardi di uomini settantenni (uno basso con gli occhiali che pare abiti nelle zone di Piazza Postiglione) hanno seppellito vivi due cagnolini.  Uno è stato salvato appena in tempo, per l’altro non ce stato nulla da fare. Sicuramente i due cuccioli sono stati maltrattati prima del accaduto poiché  il cucciolo che è stato salvato era completamente stordito. I due loschi sono riusciti a scappare, ma noi vogliamo trovarli con l’aiuto di voi tutti sensibili a questo scempio”.

Insomma, una notizia che non avremmo mai voluto raccontare, ma che dobbiamo fare. Solo così si può risalire a chi ha commesso questo reato ignobile.

Ospedale-Maresca (1)

Ospedale-Maresca (1)Si è riunita ieri pomeriggio, a Palazzo Baronale, la conferenza dei sindaci per discutere delle problematiche e del rilancio dell’Ospedale “A. Maresca” di Torre del Greco.

L’incontro – promosso dall’Amministrazione Palomba, per dare seguito a quanto stabilito nelle sedute precedenti, e, in virtù della costituzione di un comitato permanente sulle tematiche del nosocomio cittadino – ha visto la partecipazione del Comitato “Pro Maresca”, dei sindaci e referenti dei comuni di Ercolano e Portici, e, della Direttrice Generale dell’ASL Na3Sud, Antonietta Costantini. Assente, invece, la rappresentanza istituzionale del comune di San Giorgio a Cremano.

Una seduta proficua, così come è stata apostrofata da tutte le forze, istituzionali e civili, nel corso della quale è emersa la piena disponibilità dell’Azienda sanitaria locale a ragionare su temi e sulle proposte, tese, ad un possibile rilancio della struttura ospedaliera di via Montedoro.

Analoga disponibilità ed apertura da parte delle espressioni istituzionali dei singoli territori che si sono impegnate a farsi carico della elaborazione di istanze da presentare e discutere nelle opportune sedi amministrative e politiche.

Non è mancato un formale impegno anche da parte dei componenti del Comitato “Pro Maresca” che si faranno portavoce di proposte ed azioni, compatibili, con il piano regionale vigente.

“Sono soddisfatto – ha dichiarato il sindaco di Torre del Greco, Giovanni Palomba – per quanto progressivamente stiamo realizzando, grazie anche e soprattutto al dialogo inter-istituzionale, e, alla fattiva collaborazione da parte degli altri comuni, nostri interlocutori. La salute pubblica, rappresenta il Bene primario che ogni amministratore deve poter garantire alla propria comunità governata. È per questo che non ci fermeremo qui; anzi, questa amministrazione si impegna alla convocazione di nuovi ed ulteriori tavoli tecnici nei quali saranno, attentamente, verificate le diverse proposte in campo, e lì dove opportuno, al necessario coinvolgimento degli altri organi istituzionali, quali la Regione ed il Ministero. Sono fiducioso, tuttavia, nella proficuità del lavoro svolto”.

L’associazione tra buona parte della provincia napoletana e la trascuratezza delle sue strade è ormai quasi scontata. Tuttavia, non si può definire affatto scontato quanto è successo ultimamente a Torre del Greco. Gli abitanti di questa città si sono visti comparire un cartello in una delle vie centrali, scritto da un giovane che desidera lanciare un messaggio molto significativo: la sua intenzione di integrarsi nella città in modo pulito, in senso letterale e metaforico.

L’autore di questo cartello, infatti, è un ragazzo che, nello stesso momento in cui è stata scattata la foto del suo messaggio, era impegnato a tenere pulite le aiuole poco più avanti. Il perché di questa iniziativa appare abbastanza chiaro da ciò che ha scritto. “Gentili signori e signore, desidero integrarmi onestamente nella vostra città senza chiedere l’elemosina. Da oggi terrò pulite le vostre strade chiedendovi giusto un contributo di 50 cent. per il mio lavoro“. Poco meno del costo di un caffè, insomma, come fa notare lo stesso giovane.

È sorprendente pensare che, in cambio di un aiuto così piccolo, qualcuno possa svolgere un lavoro tanto significativo per la città di Torre del Greco. Indubbiamente gli abitanti ne beneficeranno non solo a livello estetico, ma anche e soprattutto a livello umano. Sono proprio le ultime righe del cartello a darci un’idea della profonda umanità che ha dato vita a questo gesto: Buste, scope, palette e altri materiali per la pulizia sono ben accetti. A volte anche un sorriso, quello è gratis.

Il Comune di Torre del Greco, vista la nota della Regione Campania- ARPAC che informa l’esito sfavorevole delle analisi effettuate su un campione di acqua marina, prelevato in data 24 maggio 2019, ha emesso il divieto di balneazione fino a nuova comunicazione da parte della stessa Autorità, nell’acqua di balneazione denominata ” Torre di Bassano”.

L’area interdetta alla balneazione è quella che va da via II Vico San Vito a Sottopasso A. De Gasperi per una lunghezza in metri 1045.

Il Comune demanda:

– al Dirigente dell’Ufficio Tecnico Comunale la collocazione presso gli arenili liberi di apposita idonea segnaletica con la dicitura “DIVIETO DI BALNEAZIONE” in conformità alla simbologia stabilita dalla Commissione Europea in data 27/05/2011;

– al Comandante della Polizia Locale di verificare l’avvenuta esecuzione del presente atto nei termini da esso previsti.

Inoltre avvertechiunque non osservi le norme stabilite nella presente ordinanza, salvo che il fatto non costituisca reato e salvo le ulteriori responsabilità derivanti dall’illecito comportamento, è punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 100 euro a 1.000 euro, ai sensi dell’art.1164, secondo comma, del Codice della Navigazione“.

Torre del Greco – Nei primi mesi del 2019, Torre del Greco ha affrontato una delle emergenze rifiuti più grandi degli ultimi anni. Una situazione che fece scandalo ed attirò le attenzioni anche dei media nazionali. Molto era dovuto al subentrare della nuova ditta, alle ragioni economiche e giudiziali che hanno portato a questi cambiamenti ed agli errori delle precedenti amministrazioni.

La crisi, però, è stata acuita anche dal vandalismo e dalla delinquenza di alcune persone. Alcuni, al termine di un tirocinio attraverso il progetto Garanzia Giovani con il consorzio Gema, pretendevano senza alcun titolo di essere assunti. La Gema, all’epoca, si occupava della raccolta dei rifiuti nella città corallina. Durante le loro proteste i tirocinanti, che prevedevano di essere assunti, contribuirono con le loro iniziative a generare la crisi bloccando i mezzi ed interrompendo i servizi quotidiani con atti violenti.

Oggi, il Commissariato di Torre del Greco ha eseguito cinque ordinanze di custodia cautelare nei confronti di altrettante persone, ritenute responsabili e partecipi di simili ed illegali forme di protesta.

Il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli ha diffuso la notizia ed ha commentato: “All’epoca dei fatti ci esprimemmo in maniera dura contro tali atti delinquenziali che arrecavano un danno esponenziale all’intera cittadinanza, anche attraverso il danneggiamento degli uffici comunali. I delinquenti non devono avere agibilità, lo riaffermiamo dopo la battaglia che abbiamo condotto per non far includere alcuni detenuti nel passaggio di cantiere all’azienda che ha vinto l’appalto per la raccolta dei rifiuti. Auspichiamo che la magistratura proceda con la massima severità. Nessuno può permettersi di assumere comportamenti delinquenziali e camorristici come quelli mostrati dai cinque arrestati”.

Foto Facebook-High School Game

Si è conclusa il 20 maggio 2019 la settima edizione del cosiddetto High School Game, il contest nato con l’intento di promuovere l’utilizzo delle nuove tecnologie e nuovi approcci allo studio tramite una sana competizione tra i giovani studenti del liceo. Una competizione che ha visto uscire a testa alta anche i ragazzi partenopei, cosa che ad alcuni potrebbe apparire sorprendente, specialmente se si considera che si sono ritrovati a competere con altri alunni provenienti da tutta Italia.

A donarci questo immenso orgoglio è la classe III del Liceo Scientifico “A. Nobel” di Torre del Greco (NA), che ha trionfato insieme ad altre due classi: la IV dell’I.I.S. “De Pinedo Colonna” di Roma e la V del Liceo Scientifico “Pasolini-Fermi” di Potenza. La finale nazionale del contest, tenutasi due giorni fa a Civitavecchia, ha visto la partecipazione di oltre 300 studenti che hanno gareggiato in numerosi quiz. Gli argomenti su cui si sono sfidati i ragazzi comprendevano importanti temi d’attualità come l’educazione stradale e ambientale il Business English e il Cyberbullismo.

Una modalità di svolgimento pienamente in linea con l’intento di High School Game, un progetto che, come riporta il sito ufficiale di Wicontest, utilizza tecnologie multimediali per veicolare contenuti attraverso un entusiasmante processo di “gamification”. Il concorso prevede sia sfide interattive dal vivo sia sfide virtuali effettuate tramite App e applicazioni Web, i cui contenuti vanno dagli argomenti legati alla formazione scolastica tradizionale ad importanti temi di educazione civica e morale. Un ulteriore passo in avanti per il progresso sia tecnologico che umano del nostro paese, un progresso in cui il Meridione non sembra affatto avere un ruolo minoritario.

Professione avvocato

Professione avvocato

L’Amministrazione Palomba istituisce il servizio di praticantato forense presso l’Avvocatura Municipale del comune di Torre del Greco.

E’ quanto stabilito dalla delibera di giunta n.70, pubblicata sull’albo pretorio del comune, a firma del vicesindaco ed assessore al ramo, Annarita Ottaviano.

Nello specifico, il provvedimento in oggetto all’atto di indirizzo politico, intende offrire la possibilità – a tre praticanti avvocati di partecipare, in modo diretto e concreto, alle dinamiche interne della vita dell’Ente, e, prevede l’espletamento del tirocinio formativo – propedeutico all’esame di abilitazione – per due giovani laureati in Giurisprudenza; contestualmente, offre l’opportunità ad un praticante avvocato, già iscritto nel registro speciale, di poter continuare la pratica forense.

Una bella iniziativa – il commento del vicesindaco Annarita Ottaviano – per chi vuole entrare nel vivo delle questioni più rilevanti di diritto degli enti locali. 
Un’occasione che l’ Amministrazione Palomba ha inteso cogliere, con prontezza, intraprendendo, così, un progetto tentato per la prima volta, e, destinato ad una duplice finalità: una opportunità per i giovani avvocati di specializzarsi in diritto pubblico, e, al contempo uno strumento per sopperire alla cogente mancanza di risorse umane nei nostri Uffici“.

Tutti coloro che sono interessati a candidarsi ad entrambe le selezioni, dovranno presentare apposita domanda – redatta in carta semplice – secondo le indicazioni stabilite dall’avviso pubblico, consultabile on line, sull’albo pretorio del comune di Torre del Greco.

Le medesime domande di ammissione alla selezione – indirizzate all’Avvocatura Municipale del comune di Torre del Greco – dovranno pervenire esclusivamente a mezzo pec all’indirizzo: protocollo.torredelgreco@asmepec.it entro e non oltre le ore 12.00 del 20 giugno 2019.

Sicuramente un contributo importante – replica il sindaco Giovanni Palomba – che, sono certo, consentirà ai neolaureati che intendano prepararsi allo svolgimento della professione, di vivere un’esperienza a trecentosessanta gradi nei principali settori di interesse, con un taglio ed una visione specifica e peculiare. Ciò, perché – lo abbiamo più volte ribadito – grande è l’attenzione di questa amministrazione ai giovani che cerchiamo di valorizzare nelle peculiarità dei propri indirizzi professionali“.

Due giorni per TorreTorre del Greco – La città del corallo sarà protagonista di una due giorni di eventi il prossimo 1 e 2 giugno. La manifestazione “Due giorni per Torre… insieme per S.M. di Costantinopoli” organizzata dalla Basilica Pontificia di Santa Croce e dal Gruppo Archeologico Torrese ha lo scopo di promuovere e valorizzare la cultura e le bellezze del territorio oltre alla rinascita della Chiesa di S. M. di Costantinopoli. Un programma fitto di appuntamenti tra arte, eventi e degustazioni. Dolce tipico della manifestazione sarà la frolla. 

Questa mattina la presentazione in conferenza stampa a Palazzo Baronale. Presenti don Giosuè Lombardo (Parroco della Basilica di Santa Croce), il direttore artistico dell’evento Enrico Di Maio (Presidente GAT-Gruppo Archeologico Torrese), Mauro Ascione (Presidente Banca di Credito Popolare), Annarita Ottaviano (vice-sindaco e assessore al Marketing Territoriale) e Adelaide Palomba (Presidente Federalberghi Costa del Vesuvio).

L’evento, oltre al Comune di Torre del Greco vede la collaborazione di molte realtà del territorio quali: Banca di Credito Popolare, Federalberghi Costa del Vesuvio, ASCOM Torre del Greco, L’Altro Centro Shopping, Forum dei Giovani, Pio Monte dei Marinai, l’associazione Wesuvio, associazione culturale La Giostra, il Gruppo Archeologico Vesuviano, AVIS Torre del Greco, l’Istituto Superiore “F. Degni”, Liceo Ccientifico A. Nobel, Liceo Classico G. De Bottis, Istituto Tecnico e Pantaleo.

Tra i partner anche attività del territorio come: Pasticceria Mennella, Pasticceria Di Donna, Pasticceria Perna, Pasticceria Dolcemania, Pasticceria Astuto Lounge, Pasticceria ‘A Chiazzulell’.

Sabato 1 e domenica 2 Giugno 2019 – Monumenti aperti e corner dolciari

  • Villa Sora – Domenica dalle 10:00 alle 13:00
  • Chiesa di S. M. del Purgatorio – Sabato e domenica dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 17:00 alle 20:00
  • Chiesa di S. M. del Carmine – Sabato e domenica Dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 17: alle 20:00
  • Museo del corallo – Sabato dalle 10:00 alle 13:00 dalle 17:00 alle 20:00 – Domenica dalle 10:00 alle 13:00 – Corner dolciario Pasticceria Pennella
  • Casa San Vincenzo Romano – Sabato e domenica dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 17:00 alle 20:00 – Corner dolciario Pasticceria di Donna
  • Basilica di Santa Croce – Sabato e domenica Dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 17:00 alle 20:00 – Corner dolciario Pasticceria Astuto Lounge
  • Grotte di Santa Croce – Sabato e domenica Dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 17:00 alle 10:00
  • Chiesa di S. M. Assunta con ipogeo – Sabato e domenica dalle 10:00 alle 13:00 dalle 17:00 alle 20:00 – Corner dolciario Pasticceria Dolcemania
  • Chiesa di S. M. di Costantinopoli – Sabato e domenica dalle 10:00 alle 13:00 dalle 17:00 alle 20:00 – Corner dolciario Pasticceria ‘A Chiazzulell’
  • Cappella della Madonna dell’Arco – Sabato e domenica dalle 17:00 alle 20:00
  • Palazzo Baronale – Sabato e domenica 10:00 alle 13:00 – Corner dolciario Pasticceria Mennella
  • Chiesa di San Michele con ipogeo – Domenica dalle 10:00 alle 13:00
  • Chiesa di S. M. del Principio con ipogeo – Sabato e domenica dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 17:00 alle 20:00 – Corner dolciario Pasticceria Perna 
  • Palazzo Vallelonga – Sabato e domenica dalle 10 alle 13:00 e dalle 17:00 alle 20:00 – Corner dolciario Pasticceria Mennella

PROGRAMMA SABATO 1 e DOMENICA 2 GIUGNO 2019: CINEMA LAB – MOSTRE FOTOGRAFICHE 

  • Sabato e Domenica dalle 10:00 alle 13:00 AUDITORIUM di PALAZZO VALLELONGA – PROIEZIONE CORTOMETRAGGIO “UOMINI D’AMORE” Durata 15 min. – (Così Parlò Bellavista 30 anni dopo) Girato a Torre del Greco nel 2018/2019. Con B. Casillo, M. Del Monte M. Andrei, E. Lama R. Sparno, A. Prisco. – Regia: Enrico Di Maio.
  • Sabato dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 17:00 alle 20:00 / Domenica dalle 10:00 alle 13:00 MUSEO DEL CORALLO “LE CENTO FONTANE” Mostra fotografica a cura degli studenti dell’Istituto Superiore “F. Degni”.
  • Sabato e Domenica dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 17:00 alle 20:00 – CHIESA di S. MARIA del PURGATORIO “SCORCI DI TORRE” Mostra fotografica a cura di Pasquale D’Orsi.
  • Sabato e Domenica dalle 10:00 alle 13:00 – PALAZZO BARONALE QUANDO GIOCARE COSTAVA…NIENTE! Laboratorio con i giochi di una volta (carruocciolo, strummolo, ma77a e pivezo, etc) a cura di Carlo Boccia.

SABATO 1 GIUGNO 2019 – EVENTI 

  • Ore 17.30 CORTE di PALAZZO VALLELONGA ANTONIO QUARTUCCIO in 30 minuti di voce e tammorra 
  • Ore 18.00 AUDITORIUM di PALAZZO VALLELONGA “S. M. DI COSTANTINOPOLI: STORIA E PROGETTO DI RESTAURO” Conferenza a cura del Pio Monte dei Marinai e gli studenti del Liceo Scientifico “A. Nobel”. Modera: arch. Ettore Fidanza 
  • Ore 19.00 LARGO COSTANTINOPOLI RAIMONDO, DI LECCE…RICORDI IN MUSICA E POESIA” Spettacolo a cura dell’Associazione Culturale La Giostra. Presenta: Peppe Di Maio 
  • Ore 20.30 BASILICA di SANTA CROCE “L’ANTICA STATUA DELLA MADONNA DI S. M. DI COSTANTINOPOLI IN PROCESSIONE” Percorso: P.zza S. Croce – Via Comizi – L.go del Plebiscito – L.go Costantinopoli Momento di preghiera animato con canti devozionali a cura del Coro Cittadino e i Luna Janara. 
  • Ore 21.40 LARGO COSTANTINOPOLI “GUITAR SOLO” Concerto di ANTONIO ONORATO

DOMENICA 2 GIUGNO 2019 – EVENTI 

  • Ore 17.30 CORTE di PALAZZO VALLELONGA RAFFAELE CALIFANO in 30 minuti di voce e tammorra 
  • Ore 18.00 AUDITORIUM di PALAZZO VALLELONGA “LO STATO DI ATTIVITA’ DEL VESUVIO A 225.ANNI DALL’ERUZIONE DEL 1794” Relatore: PROF. GIUSEPPE LUONGO Modera: dott.ssa Giuliana Esposito 
  • Ore 19.30 LARGO COSTANTINOPOLI “MAL COMUNE E IN MEZZO CLAUDIO” Presentazione del libro di Ivan Fedele e-Rosa Alvino. Modera: dott.ssa Fulvia Magliulo 
  • Ore 21.20 LARGO COSTANTINOPOLI LUNA JANARA in “RADICI DI FEDE” Concerto di musica popolare italiana 

DOMENICA 2 GIUGNO 2019 – SALUTE

  • Ore 8.00 PIAZZA SANTA CROCE EMOTECA dell’AVIS TORRE DEL GRECO con stand e visita audiometrica per chi dona. 

N.B. DURANTE LE CELEBRAZIONI NON SARANNO EFFETTUATE VISITE GUIDATE!
Le visite guidate saranno effettuate dai volontari delle associazioni Pio Monte dei Marinai, Gruppo Archeologico Torrese, ]Vesuvio, Forum dei Giovani e Gruppo Archeologico Vesuviano. e dagli studenti degli istituti superiori di Torre del Greco Istituto Superiore F. Degni”, Istituto Tecnico “E. Pantaleo”, Liceo Scientifico “A. NoBel” e dal Liceo Classico “G. De Bottis”. 

LE OFFERTE RACCOLTE SARANNO DESTINATE AL RESTAURO DELLA CHIESA DI S. M. DI COSTANTINOPOLI.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più