Napoli-Inter: al San Paolo controlli antiterrorismo

Stadio San Paolo

Sono serrati i controlli che Digos e corpi speciali stanno effettuando al San Paolo in attesa del grande match di questa sera, Napoli – Inter. Nei giorni scorsi già è stata comunicata l’apertura anticipata dei cancelli per i tifosi, disposta per le 16.30, in modo da poter effettuare all’ingresso controlli più metodici.

La Questura per questa sera ha disposto una massiccia presenza delle forze dell’ordine, come previsto dalle nuove misure anti-terrorismo indicate dal Ministero degli Interni durante la manifestazioni pubbliche. Inoltre, oltre ai consueti servizi di filtraggio ai tornelli, sono state effettuate opere di bonifica con cani anti-esplosivo, per garantire la totale assenza di ordigni potenzialmente esplosivi sugli spalti o in altri luoghi dello stadio. Un primo controllo a tappeto è stato fatto questa mattina, con esito negativo per quanto riguarda la presenza di oggetti che potessero creare allarme. Una seconda bonifica è stata prevista per questo pomeriggio prima dell’ingresso del pubblico.

Misure cautelari rafforzate anche per quanto riguarda l’intervento della Digos che sarà presente con la “squadra tifoseria” per il controllo degli Ultras, mentre l’Upg ha provveduto all’invio degli uomini dell’Uopi (unità operativa di primo intervento). Si tratta, in pratica, della squadra anti-terrorismo.

E, in effetti, è doveroso, dopo i fatti di Parigi e le minacce arrivate anche per le altre città europee, applicare misure preventive per quanto riguarda i rischi alla popolazione. Anche se un match come quello di questa sera, non dovrebbe avere nessun riscontro negli interessi di sovvertimento terroristico. Neppur solo simbolico.

Potrebbe anche interessarti