Notizie di Sorrento

Tutte le notizie ed informazioni su Sorrento

Prima è stata drogata e poi violentata. È questa la trista vicenda di cui è stata vittima una donna a Sorrento. 

Secondo quanto emerso dalle indagini degli agenti della sezione anticrimine di Sorrento, la violenza è stata compiuta presso il ristorante gestito dall’uomo, un ristoratore di 56 anni, grazie alla complicità di una ragazza 23 anni che lo avrebbe aiutato. Infatti per rendere il tutto più facile, l’uomo avrebbe somministrato all’insaputa della donna le classiche “droghe da stupro” inducendo alla vittima uno stato confusionale.

La Procura di Torre Annunziata ha messo in stato di fermo l’uomo e la ragazza e su di loro pesano le accuse di violenza sessuale di gruppo e cessione di sostanze stupefacenti.


La violenza sessuale di cui vennero accusati due giovani casertani risale a luglio 2015. Secondo la ricostruzione dei fatti, avvalorata non solo dalla testimonianza della vittima ma anche dal sostegno di video di sorveglianza, i due giovani adescarono una giovane turista statunitense in una discoteca di Sorrento per poi convincerla a venire in un luogo più appartato per consumare la loro violenza.

Fu la turista a denunciare la violenza il giorno dopo, quando, ripresa dallo shock, si recò prima in ospedale per ricevere il sostegno medico e poi da Carabinieri. I due giovani vennero fermati accusati di violenza sessuale. A uno dei due, F.F. di San Nicola La Strada ed ex giocatore di serie D gli vennero inflitti come pena 4 anni e 4 mesi di reclusione, in quanto violentò prima da solo la ragazza e poi in gruppo con l’amico. L’altro giovane R.C. avrebbe dovuto scontare 3 anni e 4 mesi. 

Ma la Corte di Appello di Napoli ha riconosciuto ai due le attenuanti generiche, diminuendo la pena e gli anni da scontare in carcere. Infatti a F.F la condanna è scesa a 2 anni e 9 mesi di carcere, mentre a R.C. a soli 2 anni, grazie anche al risarcimento che tempo fa versò alla vittima per il danno subito. Inoltre c’è da dire che i ragazzi non si sono mai dichiarati colpevoli, affermando che all’epoca dei fatti c’era il pieno consenso della ragazza.

cioccolato

cioccolato

Napoli e Sorrento unite dal gusto e dal piacere del cioccolato. Si rinnova anche quest’anno l’appuntamento per i più golosi con Chocoland. A Napoli, nel quartiere Vomero l’evento al sapore di cioccolato si terrà dal 30 ottobre al 4 Novembre 2018, presso via Scarlatti e via Luca Giordano. A Sorrento invece dal 22 al 25 novembre 2018, presso Corso Italia e Piazza Veniero.

Un evento all’insegna del cioccolato, con laboratori, show cooking, fabbrica del cioccolato, animazione per i bambini e le divertenti mascotte.

Per essere sempre aggiornati sui dettagli dell’evento consultate la pagina Facebook: Chocoland

Tragico incidente avvenuto ieri pomeriggio sull’A1 Napoli Milano. E’ morto uno studente di 23 anni, originario di Sorrento. Francesco Maresca – questo, il nome del giovane – si trovava sulla carreggiata assieme alla sua fidanzata (Anna Donzelli, 22 anni), morta anche lei a seguito dell’incidente.

Si erano fermati  per via di un guasto alla loro auto. Secondo la ricostruzione della polstrada, la coppia stava ritornando a Roma dopo una vacanza. Il veicolo della coppia è stato investito da un’auto, al cui interno viaggiava solo il conducente: è in gravi condizioni.

Sorrento – Non adempire con serietà e professionalità al proprio lavoro, soprattutto se questo è messo al servizio di persone malate con l’unico fine di curarle, è senza ombra di dubbio un atto di negligenza. Sotto accusa, ancora una volta, è il sistema della sanità campana che probabilmente non riuscirà ad assicurare la presenza di un oncologo all’ospedale di Sorrento, quando l’unico rimasto andrà in ferie.

A denunciare una situazione davvero imbarazzante, oltre che preoccupante, è il consigliere Francesco Emilio Borrelli, da sempre attivo nel sociale e soprattutto in prima linea contro ogni tipo di sopruso o abuso che si compie nella sanità campana. Tramite un post sulla sua pagina personale di Facebook, il consigliere evidenzia l’atroce possibilità che le terapie di chemioterapia vengano sospesa a causa delle ferie dell’oncologo con il quale sono in cura.

E così scrive: “Le denuncia del Tribunale dei diritti del malato, secondo la quale con le ferie dell’unico medico rimasto le chemioterapie rischiano di essere sospese all’ospedale di Sorrento, è l’ennesimo terribile episodio di disorganizzazione e carenza di personale che si registra nella nostra regione. A farne le spese i pazienti oncologici che si vedrebbero costretti a rinunciare alle cure. Un fatto grave sul quale chiederò conto al direttore dell’ Asl Napoli 3 per far sì che non vengano sospese le cure in penisola”.

Un’ ennesima testimonianza di quanta poca organizzazione esista nelle strutture sanitarie, dovuta a diverse cause, tutte ben note alle autorità competenti, alle quali ancora non si è riusciti a trovare una soluzione. Ma, di certo, privare i pazienti oncologici delle loro dovute cure, per sconfiggere quello che è uno dei mali più atroci e difficili del nostro secolo, potrebbe davvero essere la goccia che fa traboccare un vaso, che butterebbe ulteriori ombre sulla macchina sanitaria campana.

Dopo il collegamento con la Reggia di Caserta e Benevento arriva il nuovo servizio di Italobus che dalla stazione di Napoli-Afragola arriverà a Sorrento e Pompei. Dal 5 luglio 2018 i bus dell’azienda di trasporti Alta Velocità istituirà 5 collegamenti giornalieri per Pompei e 5 per Sorrento con partenza dalla nuova stazione di Afragola.

Il servizio di Italobus prevede un unico biglietto per usufruire sia del treno che del bus. I biglietti sono acquistabili sui classici canali di vendita, specificando la tratta dalla stazione di partenza alla destinazione del bus. Per Pompei il bus arriva al Terminal Bus Piazza Falcone e Borsellino; per Sorrento arriva al Parcheggio A. Lauro, via Correale.

Per conoscere orari e per avere altre informazioni collegarsi al sito di Italo Treno qui.

 

Palinuro

Palinuro

Si avvicina l’estate ed è tempo di scegliere la meta dove trascorrere le vacanze all’insegna della responsabilità e della qualità ambientale. Un consiglio arriva dal “Il mare più bello 2018”, la guida annuale di Legambiente e Touring Club Italiano che offre ai suoi lettori una nuova bussola, quella dei comprensori turistici, per orientarsi tra le tante località marine e lacustri della Penisola.

La guida di Legambiente e Touring Club non pretende di essere un censimento dei comprensori balneari italiani ma ne rappresenta una selezione in base a criteri principalmente ispirati alla qualità delle acque e all’attenzione all’ambiente. Alla base della selezione ci sono le analisi e le valutazioni della Goletta Verde, che per il secondo anno consecutivo assegna le “vele” non più alle località balneari ma a interi comprensori turistici. 

Una particolare attenzione è rivolta, inoltre, alle possibilità di escursioni, immersioni, percorsi in bicicletta, noleggio di canoe, luoghi che meritano una visita speciale o piccole esperienze che sarà difficile dimenticare. Tra le varie vele assegnate in tutta la penisola Italiana, ad essere premiate ci sono state anche diverse località Campane:

5 vele sono state date al comprensorio turistico Cilento Antico (con Pollica-Acciaroli e Pioppi, migliore località della regione, Castellabate, San Mauro Cilento e Montecorice) e alla Costa del Mito (con il comune di Camerota in testa seguito da Centola-Palinuro e Pisciotta); segue, con 4 veleil Golfo di Policastro (con i comuni di San Giovanni a Piro-Scario, Sapri e Vibonati);

dietro vi sono con tre vele seguono la Costiera Amalfitana e Isola di Capri (con i comuni Anacapri, Capri, Positano, Cetara, Amalfi, Vietri sul Mare e Praiano), la Penisola sorrentina e AMP Punta Campanella (Massa Lubrense, Vico Equense, Sorrento) Costa di Poseidonia (con i comuni di Agropoli e Capaccio-Paestum) e Costa di Alea (con i comuni di Ascea e Casal Velino); Infine, con 2 vele, il Regno di Nettuno (Ischia e Procida). 

Sorrento Night

Sorrento Night

Un’importante iniziativa è stata approvata dall’eav: Sorrento Night. Per tutto il periodo estivo, nei weekend, dal 23 giugno saranno prolungate le partenze da Sorrento. Tale iniziativa ha visto coinvolti tutti i sindaci della Costiera. In particolare dal 30 giugno fino al 30 settembre l’ultima corsa da Sorrento per Napoli partirà alle 24.00.

A rivelare questa proposta Umberto De Gregorio, presidente Eav, a margine del forum “La tua Campania. I fatti, il progetto”, il focus organizzato dalla Regione Campania sul mondo dei trasporti, con la partecipazione del presidente Vincenzo De Luca.

Il progetto ha lo scopo di limitare e ridurre il traffico veicolare che nei weekend attanaglia la costiera e tutti i paesi limitrofi.

Grazie al Sorrento Night le persone che raggiungeranno la costiera nei weekend, con i mezzi pubblici, avranno l’opportunità di rientrare in tarda serata invece che in prima serata.

LE MODIFICHE.

I treni “Sorrento Notte” effettueranno servizio viaggiatori a Napoli Porta Nolana, Napoli Garibaldi, San Giorgio a Cremano, Portici Via Libertà, Ercolano, Torre Annunziata, Torre del Greco, Pompei Scavi, Via Nocera, Castellammare di Stabia, Vico Equense, Seiano, Meta, Piano di Sorrento, Sant’Agnello e Sorrento.

Saranno 3 treni direttissimi a terminare le corse da e per Sorrento :

– da Napoli a Sorrento alle ore 22:45

– da Sorrento a Napoli alle ore 23:00

– da Sorrento a Napoli alle ore 24:00

In via definitiva, dal giorno 30 giugno, i sottoelencati treni subiranno le seguenti variazioni :

– Treno n° 1213 soppresso e sostituito da treno n°12147 con partenza da Napoli Porta Nolana alle ore 21:47 ed arrivo a Sorrento alle ore 22:55;

– Treno n° 1212 soppresso e sostituito da treno n°12154 con partenza da Sorrento alle ore 21:55 ed arrivo a Napoli Porta Nolana alle ore 22:55.

I cinque ragazzi, accusati di aver drogato e stuprato una turista inglese in una struttura alberghiera di Meta di Sorrento, rimarranno in carcere fino alla decisione del Riesame prevista nei prossimi giorni. Il gip del Tribunale di Torre Annunziata ha respinto ogni richiesta di scarcerazione e di arresti domiciliari per gli indagati.

Intanto, come riporta Il Mattino, la versione dei fatti fornita dalla figlia potrebbe portare alla scarcerazione dei cinque ex dipendenti dell’albergo della costiera sorrentina. Il racconto non coinciderebbe con quello della madre. Nel verbale che la figlia ha sottoscritto alla polizia di Kent in Inghilterra e che non compare nell’ordinanza cautelare del gip di Torre Annunziata, avrebbe raccontato di aver bevuto insieme alla madre una bottiglia di rosato.

Al vino poi si sarebbero aggiunti un bicchierino di limoncello offerto dai barman dell’albergo, altri cicchetti e vodka. La ragazza avrebbe respinto le avances fatte dal barista e, sentendosi male, sarebbe andata a vomitare in bagno. A questo punto il racconto divergerebbe. La ragazza sostiene che la madre la avrebbe raggiunta in bagno per accertarsi delle sue condizioni dopodichè l’avrebbe invitata a non salire in camera.

Ci sarebbero, dunque, delle ombre nei racconti delle donne. Se la turista fosse stata narcotizzata non avrebbe avuto la lucidità di dire alla figlia di non tornare in camera. Inoltre, sembrerebbe sempre dal racconto della figlia, che dopo aver cercato la madre per tutto l’albergo l’avrebbe vista nell’ascensore con uno sconosciuto.

Insomma ci sono ancora molti punti da chiarire e forse se questo verbale fosse messo agli atti potrebbe diventare un’arma di difesa nei confronti degli ex dipendenti dell’albergo.

scarpe-rosse

scarpe-rosseSolidarietà e grido di stop alla violenza sono alla base del flash mob organizzato da un gruppo di donne di Sorrento per il 20 maggio 2018. Si riuniranno nell’area pedonale davanti all’ingresso della cattedrale indossando qualcosa di rosso per mostrare la propria vicinanza alla turista inglese stuprata da un gruppo di uomini in un albergo di Meta.

La mobilitazione è partita dal gruppo facebook “Penisola Sorrentina Sicura”. Il flash mob vuole essere un momento per riflettere su quanto accaduto e per dire basta alla violenza sulle donne. Ancora più importante e significativo è il gesto delle donne di Sorrento di costituirsi parte civile al processo contro gli stupratori della donna inglese.

Come si legge su Il Corriere del Mezzogiorno, l’avvocato Elena Coccia si occuperà di rappresentarle.  “Ci sentiamo offese come donne. Basta violenza, basta omertà”, denunciano le donne. A questa battaglia giudiziaria prenderanno parte anche le ragazze del Collettivo Studentesco della Penisola sorrentina, l’associazione culturale “Sfumature in Equilibrio” di Meta, l’Arcigay di Napoli.

In occasione del flash mob sarà lanciata una campagna di adesione all’iniziativa giudiziaria contro gli stupratori di Sorrento.

La Polizia di Sorrento, su richiesta della Procura di Torre Annunziata, ha eseguito cinque arresti per violenza sessuale aggravata dalla somministrazione di sostanze stupefacenti ai danni di una donna inglese. Gli arresti, eseguiti tra Massa Lubrense, Vico Equense, Portici e Torre del Greco, hanno riguardato cinque dipendenti di una struttura alberghiera di Meta di Sorrento, dove la vittima era in vacanza.

I fatti risalgono al 2016 e in particolare all’ultima sera di permanenza della donna nell’hotel. Gli uomini avrebbero prima drogato con la cosiddetta “droga dello stupro” (Z-drugs e benzodiazepine) e poi abusato in gruppo della turista inglese, che era accompagnata dalla figlia, anche lei drogata. Dopo una prima violenza, inoltre, la donna sarebbe stata condotta nell’alloggio personale di un dipendente dove è stata nuovamente violentata da un numero imprecisato di uomini.

La vittima ha denunciato il fatto una volta tornata in Gran Bretagna dove è stata sottoposta al prelievo di campioni biologici e ad accertamenti medico legali, durante i quali le sono stati rilevati lividi ed ecchimosi su tutto il corpo. Gli inquirenti sono riusciti, però, ad individuare solo alcuni degli uomini coinvolti, grazie al sequestro dei cellulari del personale maschile dell’hotel. In una chat dal nome “Cattive abitudini” lo stupro era stato commentato dagli autori.

sorrento

sorrento

L’annuale classifica stilata da TripAdvisor, il popolare portale dedicato ai viaggi (con qualcosa come 600 milioni di recensioni per circa 7,5 milioni di alloggi) conferma anche per il 2018 il trend positivo di visite e giudizi positivi che caratterizza l’offerta delle località italiane.

A dispetto di tutti i problemi di cui si parla ultimamente, eccelle il risultato di Roma che si piazza a livello globale al terzo posto dopo Londra e Parigi fra le mete preferite del turismo mondiale, prima di metropoli come New York e prima di tante mete paradisiache come le Mauritius o le Hawai. Dai riconoscimenti diffusi dall’edizione 2018 dei Travelers’ Choice Destinations Awards, emerge, inoltre, in relazione alla penisola con forza tutto il gradimento dei visitatori per le località campane (quattro fra le prime dieci).

La classifica delle città italiane più visitate, oltre che meglio recensite, dopo la già citata Roma vede sul podio anche Firenze e Venezia, ma a scalare la Campania fa la voce grossa con Sorrento (quarta), l’Isola d’Ischia (settima), Napoli (ottava) e Positano (decima), una classifica che consolida la posizione dominante della Campania nel panorama turistico italiano ed internazionale,  e che conferma peraltro un andamento crescente del flusso turistico verso le località campane preferite soprattutto dai turisti stranieri.

I riconoscimenti rilasciati da TripAdvisor si basano sui calcoli forniti da un algoritmo che raffronta la quantità e la qualità delle recensioni con i relativi punteggi raccolti dagli hotel, sommandoli con le attrazioni e la qualità dei ristoranti di ogni singola città negli ultimi 12 mesi e l’interesse dei turisti manifestati con le prenotazioni per ogni singola destinazione.

Il popolare portale, inoltre, fornisce anche dei chiari suggerimenti sul periodo più conveniente per visitare le principali mete turistiche italiane e campane: il mese più conveniente per visitare Sorrento è ad aprile con un potenziale risparmio per i turisti in media del 28% (185 euro rispetto ai 259 di media annuale); sempre ad aprile si può risparmiare fino al 32% a Positano (330 euro rispetto ai 482 di media annuale, per una delle mete più care in assoluto in Italia), mentre maggio è il mese più conveniente per l’isola d’Ischia con un risparmio potenziale del 34% .

Torna in Campania la mostra su Leonardo da Vinci dal 15 marzo al 5 novembre 2018. Saranno esposte le macchine realizzate artigianalmente dal maestro Mario Paolucci su progetti originali del genio artistico fiorentino. Sarà il suggestivo Convento di San Francesco a Sorrento ad ospitare la mostra.

Le macchine sono sia in scala che a grandezza naturale e tutte realmente funzionanti. Inoltre, saranno esposte le riproduzioni dei capolavori e dei codici di Leonardo. La mostra, dal titolo “Leonardo da Vinci – l’orgoglio italiano”, ci consente di ammirare da vicino e utilizzare diverse macchine inventate dal grande genio. Ci saranno infatti macchine per il volo, come il predecessore del paracadute, una bicicletta, una sega idraulica e molte altre invenzioni.

Tutte le macchine sono funzionanti e possono essere toccate e provate. L’esposizione si pone l’obiettivo di divulgare l’opera del grande personaggio del Rinascimento che fu pittore, architetto, scienziato, inventore, scultore, scenografo, musicista, uno dei più grandi Geni che l’umanità abbia mai avuto.

In esclusiva mondiale, e per la prima volta nella storia, sarà possibile ammirare da vicino la riproduzione del primo e unico dipinto autografato e datato da Leonardo da Vinci nell’aprile del 1471, a soli 19 anni. Realizzato su una mattonella di 20 cm, con 1,20 cm di spessore, raffigura l’Arcangelo Gabriele realizzato con la tecnica dell’eterna vernice, citata nel suo trattato della pittura.

INFORMAZIONI:

Quando: dal 15 marzo al 5 novembre 2018

Dove: Convento di San Francesco, Sorrento

Prezzi: il costo del biglietto è di 8 euro per gli adulti; 6 euro per i ragazzi da 4 a 15 anni, per gli over 65 per le scolaresche e per gruppi di almeno 20 persone. Si consiglia la prenotazione.

Info e prenotazioni: 0818631581 – 3391888611 (anche WhatsApp) www.tappetovolante.org

Pompei – Tempio di Giove e arco onorario

Secondo una classifica, fatta da TripAdvisor, tra le 5 esperienze preferite dai viaggiatori nazionali a Napoli ci sono Pompei e la Costiera Amalfitana. Il sito di viaggi che aiuta a trovare le offerte più economiche oltre ad essere molto utile grazie alle tantissime recensioni su strutture turistiche, ristoranti e molto altro, ha individuato nelle città di Pompei, Sorrento e in tutta la Costiera Amalfitana le tappe preferite dai turisti stranieri.

Le 5 esperienze più prenotate a Napoli sono:

1. gita giornaliera sul Vesuvio e a Pompei da Napoli;

2. gita di mezza giornata a Pompei con partenza da Napoli;

3. gita di una giornata a Pompei e Amalfi con partenza da Napoli;

4. gita giornaliera autonoma a Sorrento e Costiera Amalfitana da Napoli;

5. gita da Napoli a Capri di una giornata con pranzo

La classifica è basata sulle prenotazioni per esperienze a Napoli su TripAdvisor nel periodo compreso tra l’1 gennaio 2017 e il 31 dicembre 2017.

Il Campania Express, lo speciale treno turistico che collega Napoli alle principali destinazioni della Campania senza fermate aggiuntive, ricomincerà le sue corse da domenica 11 marzo al 14 ottobre. Per quest’anno, come abbiamo scritto, è stata aggiunta alla tratta anche la fermata di Vico Equense. Sono stati resi noti anche gli orari delle corse, 8 in tutto il giorno, ed i prezzi dei vari biglietti. Scopriamoli insieme:

 

Orari da Napoli a Sorrento:

Partenze da Napoli Porta Nolana

  • 09:06
  • 11:36
  • 15:36
  • 18:06

Partenza da Napoli Garibaldi 

  • 09:09
  • 11:39
  • 15:39
  • 18:09

Partenza da Ercolano Scavi Vesuvio 

  • 09:20
  • 11:50
  • 15:50
  • 18:20

Partenza da Torre Annunziata (Oplonti)

  • 9:33
  • 12:03
  • 13:35
  • 16:03
  • 18:33
  • 20:01

Partenza da Pompei Scavi Villa Misteri

  • 09:38
  • 12:08
  • 13:39
  • 16:08
  • 18:39
  • 20:06

Partenza da Castellammare

  • 9:43
  • 12:13
  • 13:44
  • 16:13
  • 18:48
  • 20:12

Partenza da Vico Equense 

  • 9:48
  • 12:28
  • 16:18
  • 20:18

 

Orari da Sorrento a Napoli:

Partenza da Sorrento

  • 10:19
  • 12:56
  • 14:08
  • 16:59
  • 19:20
  • 20:58

Partenza da Vico Equense 

  • 10:26
  • 13:06
  • 17:06
  • 21:06

Partenza da Castellammare 

  • 10:35
  • 13:11
  • 14:23
  • 17:12
  • 19:35
  • 21:12

Partenza da Pompei Scavi Villa Misteri 

  • 10:43
  • 13:18
  • 14:34
  • 17:18
  • 19:46
  • 21:19

Partenza da Torre Annunziata (Oplonti)

  • 10:47
  • 14:39
  • 17:22
  • 21:23

Partenza da Ercolano 

  • 10:58
  • 14:55
  • 17:34
  • 21:35

Partenza da Napoli Piazza Garibaldi 

  • 11:08
  • 15:09
  • 17:49
  • 21:50

 

Prezzi:

  • Napoli – Sorrento:  15,00 € AR  | 8,00 € solo andata
  • Napoli – Ercolano: 7,00 € AR  | 4,00 € solo andata
  • Napoli – Villa Misteri: 11,00 € AR  | 6,00 € solo andata
  • Napoli- Torre Annunziata(Oplonti): 9,00 € AR | 5,00 € solo andata
  • Sorrento – Villa Misteri: 7,00 € AR  | 4,00 € solo andata
  • Sorrento – Ercolano: 11,00 € AR  | 6,00 € solo andata
  • Torre Annunziata-Sorrento: 9,00 € AR | 5,00 € solo andata
  • Torre Annunziata-Ercolano: 7,00 € AR | 4,00 solo andata
  • Torre Annunziata- Villa Misteri: 5,00 € AR | 3,00 solo andata
  • Ercolano-Villa Misteri: 7,00 € AR | 4,00 € solo andata

 

I biglietti saranno acquistabili online sul sito ufficiale o nei seguenti punti vendita:

Napoli — Porta Nolana URP EAV
Napoli – Garibaldi URP EAV

Napoli – Montesanto EAV
Ercolano – Biglietteria EAV
Pompei Villa Misteri – Biglietteria EAV

Sorrento – Biglietteria EAV

Napoli – Riparte anche quest’anno il Campania Express, il treno speciale della Circumvesuviana che collega Napoli alle principali mete turistiche della linea senza fermate intermedie. Per il 2018, il Campania Express parte prima. Da domenica 11 marzo tutti i giorni sino al 14 ottobre, saranno effettuati otto treni per Sorrento con aria condizionata, posti a sedere e possibilità di acquistare on-line i biglietti sul sito EAV.

Un collegamento veloce e confortevole che, in meno di 1 ora, al costo che va dai 4 agli 8 euro in base alla stazione di arrivo, dal centro della città di Napoli, conduce i visitatori direttamente nel cuore di alcune delle maggiori mete di attrazione turistico, ambientale e culturale della Regione: Sorrento, Pompei, Ercolano, Oplonti, Castellammare di Stabia (Funivia Faito) e Vico Equense.

Quest’ultima fermata è stata inserita solo quest’anno. Solo stamane è stata, infatti, firmata la convenzione col Sindaco di Vico in cui è prevista la promozione congiunta del servizio. In più il comune si è impegnato a garantire un più continuo presidio della stazione e delle zone limitrofe da parte della polizia municipale e delle forze dell’ordine per garantire la sicurezza dei tanti turisti che vi affluiranno.

Sant’Antonino Abate è stato un monaco benedettino ed un eremita vissuto a Campagna d’Eboli, in provincia di Salerno, nella seconda metà del VI secolo.

Oggi Sant’Antonino è il patrono della città di Sorrento e le sue gesta in vita non solo gli hanno attribuito il titolo di cui vanta, ma anche una forte devozione da parte del suo popolo.

Di fatti si racconta che un giorno, in una tranquilla mattina d’estate, tra i bagnanti apparve un pesce di dimensioni enormi – si pensa ad una balena – che in men che non si dica inghiottì uno dei fanciulli presenti sulla battigia. I pescatori del luogo soccorsero repentinamente il giovane, ma senza successo.

Disperata, la mamma del bambino, per salvarlo giocò un’ultima carta, quella della fede religiosa: chiese aiuto a Sant’Antonino, a quel tempo abate del monastero di Sant’Agrippino.

Il frate si recò in spiaggia ed ordinò al terribile mostro che aveva compiuto un gesto così spregevole di restituire il bambino alla sua famiglia. Con l’ausilio dei pescatori, che aprirono il ventre dell’orribile creatura marina, il fanciullo riabbracciò la sua mamma sano e salvo.

I concittadini gridarono “al miracolo” e, da quel momento in poi, il frate fu considerato punto di riferimento spirituale del piccolo comune campano. Morì il 14 febbraio dell’anno 625.

Non solo. Si narra inoltre che il 13 giugno del 1558 la città di Sorrento fu presa d’assalto dai pirati saraceni che oltre a compiere scempi ai danni della città, uccisero e rapirono un numero cospicuo di persone. Chi riuscì a scampare il pericolo, attribuì la propria salvezza al santo protettore Sant’Antonino.

Gli abitanti sopravvissuti, per ringraziarlo ed onorarlo, commissionarono all’artista Scipio di Costantio la realizzazione d’una statua d’argento con le sembianze del loro protettore in sostituzione di quella depredata dai saraceni. Tuttavia il popolo non aveva fatto i conti con le proprie tasche e per questo l’opera rimase momentaneamente incompiuta.

Poco tempo dopo, secondo quel che si tramanda, l’autore della scultura fu saldato della cifra mancante da un uomo con lo stesso aspetto del monaco protettore: era proprio Sant’Antonino che aveva ancora una volta omaggiato il suo popolo.

Miracolo che ricevi, dono che fai: i fedeli per dimostrare ulteriormente il loro attaccamento fecero realizzare una borsa d’argento da porre ai piedi della statua appena costruita.

Fonte: fondazionesorrento.com

Parrucchiere anticamorra. La prima cliente nel nuovo salone è una napoletana che ha fatto 40 km pur di sostenerlo.

“È stato bello vedere che la prima cliente a entrare nel salone aperto da Salvatore Castelluccio a Sorrento sia stata una delle poche che continuavano ad andare da lui, nel locale che è stato costretto a chiudere dopo aver denunciato i camorristi che gli avevano imposto il pizzo”.

Lo hanno detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e Gianni Simioli de La radiazza che, da tempo, seguono la battaglia di Salvatore Castelluccio per riprendersi la sua vita sconvolta dopo la denuncia dei camorristi del centro storico che aveva allontanato tutti i clienti del suo negozio, al punto da costringerlo a chiudere.

“Avremmo preferito che Salvatore restasse nel centro storico di Napoli perché il fatto che sia andato via è una mezza sconfitta, ma è importante che tante persone lo abbiano aiutato a realizzare il suo sogno di riprendere a lavorare ed è ancor più importante che ora in tanti vadano da lui a Sorrento” hanno aggiunto Borrelli e Simioli per i quali “è necessario non farlo sentire solo e aiutarlo a portare avanti l’attività aperta lontano da casa sua, anche se quello sorrentino non è un territorio sconosciuto per lui che aveva già un salone in quelle zone”.

Feste del cioccolato nazionali - Sorrento

Feste del cioccolato nazionali - Sorrento

Piazza Angelino Lauro trasformata in una festante fabbrica di cioccolato a cielo aperto. E’ quanto accadrà a Sorrento dal 15 al 17 dicembre prossimi, quando – tra due weekend – si svolgerà la Festa del cioccolato nazionale. Promossa dal gruppo di artigiani cioccolatieri del “Choco Amore”, dell’Associazione Nazionale Cioccolatieri, l’evento rientra tra quelli organizzati da quest’ultima in giro per l’Italia per divulgare e valorizzare l’arte cioccolataia nostrana su tutto il territorio nazionale.

Tra due settimane sarà la volta di Sorrento che, nell’ambito della manifestazione M’illumino d’Inverno, darà la possibilità ai suoi cittadini, ma anche ai curiosi e ai tanti turisti che affollano sempre la costiera, di gustare e apprezzare uno dei prodotti di punta dell’artigianato italiano. Il tutto in maniera totalmente gratuita, eccetto gli acquisti che i visitatori vorranno fare.

Le “Feste del Cioccolato Nazionali” sono un evento culturale che interessa la gastronomia di settore, con lo scopo di diffondere sempre più la cultura del cioccolato artigianale e l’arte della sua lavorazione.

Fulcro della manifestazione è il Cioccolato a 360°, non solo come prodotto puramente commerciale, ma valorizzato come prodotto artigianale.

Particolare attenzione viene quindi data all’arte della lavorazione del cioccolato, intesa come arte artigiana dei maestri cioccolatieri, tramandata da padre in figlio ed arricchita dalle moderne tecniche di lavorazione del prodotto.

EVENTO: Festa del cioccolato nazionale

LUOGO: Sorrento – Piazza Angelino Lauro

DATE: 15-16-17 dicembre

COSTI: partecipazione gratuita

Facebook: https://www.facebook.com/events/386389038441844/

Sorrento – Dal 7 al 9 dicembre 2017, dalle 17 e 30 alle 23 e 30,  Piazza Angelina Lauro a Sorrento verrà invasa da coloratissime Apette Piaggio per il “Sorrento Street Food Village 2017”. Le famosissime Ape Car arriveranno da molte regioni d’Italia portando le prelibatezze “da strada” di ogni parte della nostra penisola, soprattutto del Meridione.

Ogni operatore, infatti, rimanendo a bordo del tre ruote proporrà i piatti forti legati alla tradizione della propria terra d’origine.
Non mancheranno momenti di intrattenimento diffuso in tutta la piazza e show cooking, che vedranno come protagonisti chef noti nel panorama gastronomico nazionale. Un appuntamento imperdibile per tutti gli amanti della cucina ed un modo unico per iniziare al meglio le festività natalizie.

L’evento è promosso dall’Assessorato al Marketing Territoriale del Comune di Sorrento. Per maggiori informazioni è possibile consultare l’Evento Facebook Ufficiale, oppure il sito ufficiale www.sorrentostreetfood.com, purtroppo non ancora attivo al momento.