Notizie di Portici

Tutte le informazioni e notizie sulla città di Portici

partoPortici – Una bella notizia arriva dal comune della provincia di Napoli. Nella cittadina vesuviana è arrivata la cicogna, lunedì scorso infatti Myriam al nono mese di gravidanza ha partorito nell’androne del palazzo dei genitori, al I Viale Melina. Samuel questo il nome dato al bambino aveva fretta di venire al mondo. Durante la serata la giovane ha avvertito una strana sensazione, delle fitte, chiedendo così di poter andare subito in ospedale per eseguire un’ecografia. Samuel però non ha dato il tempo alla mamma di andare in ospedale ed è nato nell’androne del palazzo alle ore 21.40.

Soltanto in un secondo momento i condomini si sono resi conto del lieto evento, affacciandosi ai balconi. Il piccolo Samuel è nato di due chili. Il piccolo e la sua mamma sono stati poi accompagnati al Loreto Mare di Napoli da papà Roberto. Al momento il neonato si trova in osservazione come da prassi, in attesa di tornare a casa.

Soddisfazione anche per il sindaco Enzo Cuomo che commenta: “Samuel, una bella storia di un bambino che ha voluto nascere a Portici. Ieri mi ha contattato Roberto per raccontarmi delle Sue emozioni per la nascita del Suo bambino Samuel. Una nascita di per se’ è già un evento straordinario, ma la nascita di Samuel per Portici lo è stata ancor di più. Samuel ha voluto nascere a Portici, la Mamma Myriam, ha rotto le acque mentre era a casa dei Genitori al I Viale Melina e di fatto ha partorito giu’ nel condominio del civico 20 dinanzi alle persone incredule affacciate ai balconi richiamate dal trambusto. Nei prossimi giorni mi recherò a casa di Samuel a portare il benvenuto e gli auguri della nostra Comunità a Samuel ed ai Suoi Genitori Myriam e Roberto. Che straordinaria storia è la vita”.

La nascita di Samuel per Portici è un evento straordinario, infatti in città non nasceva un bambino da oltre 20 anni. Samuel sulla Carta d’Identità avrà la dicitura nato a Portici.

Si avvicina il Natale e con esso anche la magia dei mercatini. Quest’anno ci sarà la prima edizione dei Mercatini di Natale Napoli 2018, che si terranno dal 2 al 21 dicembre nella splendida location del Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa a Napoli, al confine con la città di Portici.

Il fascino delle casette di legno, le melodie degli artisti di strada e delle street band, le luce e i colori del Natale, i sapori e i profumi dell’area food con la presenza dei principali produttori di eccellenze della enogastronomia campana faranno vivere ai visitatori un viaggio unico tra immaginazione e realtà. Un evento da vedere, vivere e gustare dedicato a grandi e piccini, che coniuga cultura, tradizione e storia con la magia del Natale.

Saranno presenti numerosi espositori (artigiani, ristoratori e produttori della enogastronomia campana) ospitati nelle caratteristiche casette di legno, decorate e illuminate a festa nell’area “gallery street”. Proprio per quanto riguarda gli espositori ci sono gli ultimi posti disponibili per chi volesse esporre le proprie opere (artigiani) oppure le eccellenze eno-gastronomiche locali di eccellenza, quali miele, confetture, formaggi, ecc.

Intanto l’organizzazione fa sapere che ci sono le ultime casette libere per artigiani ed espositori. Per tutti gli interessati c’è tempo fino al prossimo 11 Novembre. La candidatura per partecipare ai Mercatini di Natale Napoli dovrà essere inviata compilando il modulo presente sul sito dei mercatini.

INFO:

Quando: dal 2 al 21 dicembre 2018
Dove: Museo Ferroviario di Pietrarsa (NA)
Tel: 333 41 94 854 – 331 72 50 139
Mail info@mercatinidinatalenapoli.it
Web: mercatinidinatalenapoli.it

 

Per l’attesa festa di Halloween anche il Museo di Pietrarsa a Napoli ha organizzato un evento davvero bello, che coinvolgerà tutte le famiglie che avranno voglia di trascorrere in allegria la festa delle streghe e dei fantasmi.

L’evento, “Streghe al Museo”, è stato ideato dall’associazione Welcome Families e si terrà il 27 e il 28 ottobre, dalle 10:00 alle 13:00. I piccoli che dovranno presentarsi rigorosamente in costume saranno investiti da un’importante missione: aiutare la strega pasticciona a preparare la pozione magica per Halloween. Inoltre, potranno divertirsi tra le tante attrattive e i tanti giochi ideati per i bambini. L’eta consigliata per i bambini è compresa tra 5 e 10 anni.

Un evento importante che unisce il divertimento alla conoscenza in quanto sarà un modo, anche per i genitori, di visitare il Museo di Pietrarsa.

E’ obbligatoria la prenotazione che si può ottenere chiamando al numero 347.4727945 e il costo del biglietto per famiglia è di 20 euro totali.

INFORMAZIONI UTILI

QUANDO: 27 e 28 ottobre

DOVE: Museo di Pietrarsa

COSA: “Streghe al Museo”

COSTO: 20 euro a famiglia (2 genitori+ 2 figli)

Torna il mese d’ottobre e con esso le feste dedicate alla birra. Dal 12 al 14 ottobre ci sarà la Festa della Birra nella grande cornice della Reggia di Portici, un evento organizzato da artigiani per passione con la pop art adv e con il patrocinio del comune di Portici.

Saranno presenti stand e Trucks del food, birra e artigiani porticesi, inoltre sul palco si alterneranno band e spettacoli di ballo, ci saranno giostre come il toro meccanico e il tiro al bersaglio. Tutto sarà all’insegna del divertimento e dell’aggregazione.

Non mancate!

INFO

Quando: dal 12 al 14 ottobre
Dove: Reggia di Portici
Ingresso gratuito
Evento Facebook

Uomo tenta il suicidio tagliandosi le vene. E’ successo questa mattina, negli uffici Inps di Portici sito in Via Martiri di Via Fani. L’uomo, di 50 anni ed originario di Ponticelli, ha tentato di togliersi la vita. A riportare la notizia è Il Mattino.

Ancora da accertare le motivazioni che hanno spinto il 50enne al tragico gesto. Secondo le prime ricostruzioni, l’uomo versa in gravi condizioni. Il direttore della filiale dell’Inps di Portici ha poi immediatamente disposto la chiusura al pubblico dell’ufficio.

pietrarsa

pietrarsa

Il Museo di Pietrarsa è pronto a festeggiare i 179 anni della linea ferroviaria Napoli-Portici, anche con un prezzo d’ingresso speciale. Infatti, dal dal 3 al 7 ottobre 2018 lo storico Museo di Portici permetterà ai suoi visitatori di accedere alle sue bellezze a soli 2 euro. Un’occasione imperdibile per tutti gli appassionati che avranno anche modo di poter partecipare a mostre ed eventi che rievocheranno la nascita della storica tratta ferroviaria, prima d’Italia.

Quindi, pronto un calendario ricco di impegni, curato dal Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, con il patrocinio dei comuni di Napoli e di Portici: proiezioni cinematografiche, spettacoli teatrali, percorsi itineranti, visite e laboratori didattici. Proprio uno di questi ultimi aprirà ogni giornata, con  “Parigi – La Ville Lumière“. Per gli orari di apertura: da mercoledì 3 a venerdì 5 ottobre, dalle ore 9:30 alle ore 22:00; mentre sabato 6 e domenica 7 ottobre, dalle ore 9:30 a mezzanotte. I biglietti per l’ingresso sono acquistabili il giorno stesso presso il Museo di Pietrarsa

Di seguito il programma completo:

MERCOLEDI’ 3 OTTOBRE

– dalle ore 10:00 “Si viaggia!! Parigi la Ville Lumière”, laboratorio didattico

– dalle ore 10:30, “Una valigia dal passato” visita ludo-didattica itinerante

– alle ore 18:00, inaugurazione della mostra fotografica “Il viaggio”

GIOVEDI’ 4 OTTOBRE

– dalle ore 10:00 “Si viaggia!! Parigi la Ville Lumière”, laboratorio didattico

– alle ore 18:00, “L’incontro tra Bayard e Re Ferdinando” interventi di esperti sulla prima linea ferroviaria italiana Napoli-Portici-Nocera Inferiore

VENERDI’ 5 OTTOBRE

– dalle ore 10:00 “Si viaggia!! Parigi la Ville Lumière”, laboratorio didattico

“Le scuole si raccontano” teatro, musica e letture sul tema del viaggio a cura degli Istituti Superiori Silvestri, Flacco e Archimede

– alle ore 17:30, presentazione del progetto “Lo Yoga per i Musei, i Musei per lo Yoga” e lezione gratuita di Yoga

SABATO 6 OTTOBRE

– dalle ore 10:00 “Si viaggia!! Parigi la Ville Lumière”, laboratorio didattico

“Note in viaggio” performance di musica classica

“Un Museo da Favola” percorso itinerante alla scoperta delle favole più belle

“Alice nel Museo delle Meraviglie” visita ludo-didattica itinerante

“Gran ballo Borbonico” promenade nei viali del Museo e a seguire, presso la Sala delle Locomotive a Vapore, Gran Ballo con le musiche di suggestive arie d’opera

– dalle ore 16:00

Laboratori didattici e performance teatrali con i Dinosauri

“Pulcinella e Pimpinella in stazione” performance teatrale di burattini e pupi storici

-dalle ore 17:30

“Il Viaggio” racconti danzanti di viaggi e viaggiatori

Promenade di personaggi in abiti dell’ottocento

“Il sogno di Bayard” performance teatrale sulla prima linea ferroviaria italiana

DOMENICA 7 OTTOBRE

– dalle ore 10:00

“Si viaggia!! Parigi la Ville Lumière”, laboratorio didattico

“Una valigia dal passato” visita ludo-didattica itinerante

“Una clessidra tra i binari” visita interattiva alla ricerca della “chiave virtuale”

“La parrucca di Re Lazzarone” performance teatrale itinerante per bambini

“Alice nel Museo delle Meraviglie” visita ludo-didattica itinerante

“Il Viaggio” racconti danzanti di viaggi e viaggiatori

– alle ore 16:30, il “Crucitreno” visita didattica itinerante

OGNI GIORNO

– alle ore 18:00 e alle ore 20:00, proiezioni in Sala Cinema

le proiezione delle ore 18 di venerdì 5 e sabato 6 sono completamente dedicate ai bambini

Per ulteriori informazioni visitare il sito ufficiale, cliccando qui, o l’evento Facebook, cliccando qui.

Torna dal 19 al 28 settembre alle ore 21 il Mozart Box a Portici, una manifestazione ricca di spettacoli e concerti. Cornice degli eventi saranno la bellissima Reggia e il Porto Borbonico del Granatello.

Anche quest’anno ci saranno grandi nomi: Peppe Barra, Federico Buffa, Ernesto Lama, Roy Paci, Rocco Papaleo, James Senese & Napoli Centrale e poi Gianluca Brugnano, Marina Bruno, Elisabetta D’Acunzo, Noemi Faggio, Carmine Ioanna e Valentina Vitolo.

PROGRAMMA 

– 19 settembre – ore 21.15 – Opening Jazz Party – Porto borbonico del Granatello, Centro Ricerche Tartarughe marine.- Carmine Ioanna, fisarmonica – Gianluca Brugnano, batteria – Special Guest Roy Paci, tromba- Posto unico: 5 euro

– 22 settembre – ore 21.00 – Peppe Barra in Concerto – Area della Pallacorda nella Reggia di Portici – Premio MozArt Box 2018 a Peppe Barra – Posto unico: 10 euro

– 23 settembre – ore 21.00 – Federico Buffa “Il rigore che non c’era” – Area della Pallacorda nella Reggia di Portici. Con Marco Caronna, Jvonne Giò, Alessandro Nidi Regia di Marco Caronna – Produzione IMARTS. Posto unico: 10 euro

– 24 settembre – ore 21.00 Valentina Vitolo, soprano – Noemi Faggio, pianista – Sala Cinese nella Reggia di Portici – Musiche di Haydn, Kuhlau, Donizetti, Chopin, Liszt, Satie – Ingresso libero fino ad esaurimento posti

– 25 settembre – ore 21.00 – “SOTTOVOCE”. Omaggio a Raffaele Viviani – Area della Pallacorda nella Reggia di Portici – Con Marina Bruno, Elisabetta D’Acunzo, Ernesto Lama – Giuseppe di Capua (pianoforte), Emiliano Berti (contrabbasso),Pasquale Benincasa (percussioni), Gianfranco Campagnoli (strumenti a fiato) – Regia di Ernesto Lama – Posto unico: 5 euro 

– 27 settembre – ore 21.00 – Rocco Papaleo Live – Area della Pallacorda nella Reggia di Portici – con Rocco Papaleo (voce), Arturo Valiante (pianoforte) Guerino Rondolone (contrabbasso), Davide Savarese (batteria e percussioni), Giorgio Tebaldi (trombone). Posto unico: 10 euro 

– 28 settembre – ore 21.00 – James Senese & Napoli Centrale “Aspettanno ’o tiempo” – Area della Pallacorda nella Reggia di Portici – Posto unico: euro 10

INFO

Quando: dal 19 al 28 settembre, ore 21.00
Dove: Portici (NA)

Pagina Facebook

 

 

reggia di Portici

reggia di Portici

Un progetto innovativo e finalizzato al recupero di un patrimonio artistico, pressoché abbandonato a se stesso, è quello che ha coinvolto la Reggia di Portici. La struttura, magnifica e mastodontica, fu commissionata da Carlo di Borbone.

Con questa delibera approvata dal consiglio della Città Metropolitana e dall’Ente del Patrimonio locale, sarà possibile affittare a privati alcuni locali del primo piano, per attività commerciali per un tempo massimo di 12 anni. Nel testo si specificano anche alcune delle attività imprenditoriali che potranno essere ospitate. Non solo quelle di matrice enogastronomica e alimentare, come caffè, ristoranti, bar, vinerie e vendita di prodotti tipici locali, ma anche altre attività come agenzie di viaggi o librerie.

I locali, che sono 12, destinati all’affitto necessitano di lavori di ristrutturazione. Per tale motivo la Città Metropolitana ha deciso di attuare un notevole sconto sul prezzo dell’affitto. Pari al 90% di sconto per il primo anno, una percentuale che diminuirà fino al settimo anno. Dal settimo anno fino al dodicesimo anno, la cifra dell’affitto verrà sborsata a prezzo pieno.

Il prezzo dell’affitto verrà stabilito con un’asta a cui parteciperanno tutti gli eventuali affittuari, e si parte da un base di circa 9 mila euro fino ad arrivare ad un massimo di circa 19 mila euro all’anno.

Tutti coloro interessati, avranno tempo fino al 10 ottobre per presentare la domanda.

Un’iniziativa imprenditoriale che per alcuni è geniale. In questo modo sarà infatti possibile riportare ad uno stato dignitoso questi locali, che versano nel degrado. L’apertura di attività commerciali potrebbe richiamare molto pubblico, che potrà così conoscere e visitare una delle tante strutture storiche e artistiche, ancora poco conosciute, che la nostra regione vanta.

Dall’altra parte c’è il rammarico di dover snaturare un luogo così meraviglioso perché lo Stato non mette i soldi necessari a salvare un gioiello che, altrove, sarebbe sicuramente più rispettato e valorizzato.

E’ stata condotta dal personale militare della Capitaneria di Porto di Torre del Greco una vasta operazione estesa in tutto il territorio di giurisdizione, volta a contrastare l’illecita pesca e commercializzazione di prodotti ittici, in danno alla sicurezza alimentare del consumatore finale.

L’attività protrattasi per tutta la scorsa settimana, lungo tutto l’asse del Miglio d’Oro, si è focalizzata sul contrasto alla vendita abusiva in strada di prodotti ittici e, in particolare, di mitili (cozze), risultati di dubbia provenienza e privi di bollo sanitario che ne garantisce la provenienza e l’idoneità al consumo umano.

Particolarmente rilevante è stata un’operazione condotta alle prime luci dell’alba congiuntamente ai Carabinieri della Stazione Capoluogo, che dopo precisi appostamenti in orari notturni, ha permesso di individuare due conducenti di autovetture che transitavano nei pressi dell’ambito portuale, al cui interno veniva rinvenuto un quantitativo di oltre 150 kg di mitili, privi di qualsivoglia documentazione attestante la loro provenienza, l’avvenuta depurazione e la destinazione finale, nonché detenuti in cattivo stato di conservazione che di li a poco sarebbero stati immessi sul mercato illegale.

Analoga attività è stata replicata la notte successiva da personale militare della Guardia Costiera di Torre del Greco, che in tale circostanza ha operato il sequestro di ulteriori 60 Kg di mitili nella zona portuale, impedendo che anche questo quantitativo venisse immesso nel circuito della vendita abusiva. Il detentore, che custodiva i citati mitili nella propria autovettura, è stato anch’egli deferito all’Autorità Giudiziaria competente.

A queste operazioni hanno poi fatto seguito ulteriori attività di controllo effettuate presso le aree mercatali di Portici ed Ercolano ove sono stati cinque soggetti che detenevano prodotti ittici di vario genere per un quantitativo totale di oltre 100 Kg, in prevalenza mitili, in cattivo stato di conservazione in quanto privi dei requisiti minimi in materia di sicurezza alimentare.

reggia di Portici

reggia di Portici

Grande notizia per gli amanti della Reggia di Portici che ha visto portare a termine i lavori di ristrutturazione che l’hanno riguardata. Più di un anno, e circa 2 milioni di euro spesi dal Comune di Napoli, per far risplendere la dimora borbonica. In particolare, nuova luce è stata data alle facciate della corte centrale, con un lavoro minuzioso sugli intonaci, gli stucchi, le lesene e le modanature. Inoltre, sono state ridipinte le quattro facciate che uniscono i due “stabili” principali della Reggia, sia quello che guarda al Vesuvio e sia quello che guarda al mare. Infine, la Reggia ha visto ripristinato anche il suo impianto originario, con l’apertura del porticato chiuso negli anni ’50 per lasciare spazio ad un esercizio commerciale.

La Reggia di Portici fu costruita nel 1738 per volere di Carlo di Borbone e della moglie. Per la sua realizzazione vennero coinvolti i più grandi artisti e tecnici dell’epoca: Giovanni Antonio Medrano, Antonio Canevari, Luigi Vanvitelli, Ferdinando Fuga e tanti altri. Per accedervi fu costruito anche il porto di Granatello, ma ben presto, verso la metà dell’Ottocento, la struttura subì un costante decadimento, perdendo molti beni preziosi contenuti nelle sue sale. Il bene venne acquistato nel 1871, dalla provincia di Napoli, per ospitare la reale Scuola superiore di agricoltura. Ancora oggi, la Reggia di Portici, oltre a diversi boschi, ospita il dipartimento di Agraria della Federico II e l’Herculanense Museum.

Napoli – Dopo quella del Monaldi, oggi raccontiamo un’altra bella storia quella di Gaia Caiazza, studentessa dell’Istituto Orazio Flacco di Portici, che ha sostenuto la prova orale dell’esame di maturità all’ospedale Cardarelli. A riferirlo è il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli: “Dopo aver sostenuto le prove scritte insieme ai suoi compagni di classe, Gaia è stata ricoverata d’urgenza al Cardarelli per problemi di salute legati a una patologia con cui combatte da tempo e quindi le era impossibile sostenere la prova orale nell’istituto di Portici”.

“Tutti coloro che potevano si sono attivati per permetterle di sostenere l’esame in ospedale, nella stanza del responsabile del reparto di Medicina, il professor Generoso Uomo, dove la Commissione d’esame al completo, è arrivata e ha esaminato Gaia che ha sostenuto l’esame che ha interessato, tra i vari temi trattati nel corso della prova durata circa un’ora, anche il filosofo Sartre e la tragedia della Shoah”.

Inoltre ha aggiunto Borrelli: “È stata data prova della grande sensibilità che, al di là dell’indubbia professionalità, contraddistingue chi lavora nel più grande ospedale del Mezzogiorno”.

Anche quest’anno il Comune di Portici vedrà allestito il suo cinema all’aperto con Fresko Film Festival 2018, una delle rassegne cinematografiche più seguite della Campania. Il suo programma, che si chiuderà a settembre, prevede la proiezione dei film che hanno fatto registrare il maggior successo nella stagione cinematografica.

Il cinema all’aperto è allestito nell’I.C. Da Vinci-Comes D.M., in viale Leonardo Da Vinci, e terrà i suoi battenti aperti tutte le sere a partire dalle ore 21. Il biglietto di ingresso è fissato alla modica cifra di 3,50 euro. Previsto anche un mini abbonamento, con una tessera per 5 ingressi, a 15 euro. Totalmente gratuito per persone disabili e neonati.

Per maggiori informazioni visitare il sito del Comune di Portici, cliccando qui.

Nella seguente locandina l’intero programma con tutte le proiezioni:

freskofilm volantino 2018

Scavi Ercolano

Il Packard Institute permette di ampliare gli scavi di ErcolanoIn occasione della Festa europea della Musica del 21 giugno 2018 le domus degli scavi di Ercolano, il Museo archeologico virtuale (M.A.V.) e la Reggia di Portici (Sala Cinese e Orto Botanico) saranno i luoghi dove si esibiranno con un repertorio di brani dei più noti compositori, gli alunni di tutti i licei musicali della Città Metropolitana di Napoli.

Sono undici gli istituti coinvolti nei concerti gratuiti: liceo musicale Melissa Bassi di Napoli, liceo musicale Francesco Grandi di Sorrento, liceo musicale Giuseppe Moscati di Sant’Antimo, liceo musicale Margherita di Savoia di Napoli, liceo musicale Bruno Munari di Acerra, liceo musicale e coreutico Boccioni Palizzi di Napoli, liceo musicale Francesco Severi di Castellammare di Stabia, liceo musicale Giampiero Albertini di Nola, liceo musicale Antonio Rosmini di Palma Campania, liceo musicale Pitagora – Croce di Torre Annunziata, liceo coreutico E. Pascal di Pompei.

Il Parco archeologico di Ercolano aprirà dalle 10.00 alle 12.00 le porte di nove siti agli alunni che sulle note, tra gli altri, di Mozart, Donizetti, Verdi, Vivaldi, Rossini, Paisiello, allieteranno gruppi di turisti che quel giorno si recheranno in visita agli Scavi. I luoghi scelti per le esibizioni sono: il Pistrinum e Bottega di Sex. Patulcius Felix (Percussioni), Terme Maschili (chitarre), Terrazza di Marco Nonio Balbo (Fiati), Terrazza Casa dei Cervi (Pianoforte elettrico e Cori) Decumano Massimo (Tastiera elettrica e Cori), Sede degli Augustali (Chitarre – seconda postazione), Piscina della Palestra (Archi), Casa del Tramezzo di Legno (Arpa), Casa dell’Albergo (Pianoforte).

Dalle 12,30 alle 13,30 l’auditorium del Museo archeologico virtuale di Ercolano ospiterà coreografie con accompagnamento strumentale a cura degli alunni dei licei musicale e coreutico Boccioni Palizzi di Napoli e Pascal di Pompei.

La Reggia di Portici invece accoglierà dalle 16.30 alle 19.00 gli alunni che si esibiranno tra la Fontana della Vittoria e la Sala Cinese e la Prateria nel bosco inferiore.

A concludere la giornata alle 19.30 sarà un concerto finale a cura degli allievi dei musicali, diretti dai maestri Paolo Di Lorenzo e Giovanni Grima e con la partecipazione del basso Carmine Durante e del tenore Ivan Lualdi. Nel corso del concerto finale sarà proiettato lo spot documentario ‘Le cose belle’ della Città Metropolitana di Napoli realizzato dal regista attore Gianfranco Gallo.

Infine, dal 21 giugno all’8 luglio, nelle sale degli appartamenti Reali della Reggia di Portici sarà ospitata la mostra di scultura dal titolo ‘Mutatio Formae’ dell’artista Pasquale Simonetti. Nelle sue opere si possono ammirare una immensa vitalità e una grande leggerezza, un intimo contrasto tra masse geometriche e figure, in una tensione emotiva che anima e sorregge lo spirito dell’artista.

Il sindaco della Città Metropolitana, Luigi de Magistris: ”Siamo orgogliosi di essere i promotori di questa iniziativa che punta alla valorizzazione dei beni pubblici e vede i giovani protagonisti della promozione culturale e artistica del nostro territorio”.

Il direttore del Parco archeologico di Ercolano, Francesco Sirano: ‘‘Il Parco Archeologico di Ercolano, giovedì 21 giugno si trasformerà in un teatro a cielo aperto, un vero tripudio di note, accordate e suonate dagli studenti dei licei musicali di Napoli e provincia. È così che mi piace si viva questo luogo: pieno di vita, di musica, di giovani che lo frequentano. L’arte della musica troverà corrispondenza nell’arte di questo luogo”.

Il sindaco del Comune di Portici, Vincenzo Cuomo: ”La musica la fa da padrona nella Reggia, ormai trasformata in location per grandi eventi a cominciare dal MozArt Box. E quindi nella giornata della festa della musica non poteva mancare un appuntamento di prestigio nel palazzo reale dove protagonisti sono i giovani. Stiamo lavorando per esportare le potenzialità di questo grande patrimonio ed inserirlo nei circuiti internazionali dell’intrattenimento e della cultura”.

Il sindaco del Comune di Ercolano, Ciro Buonajuto: ”Le manifestazioni in programma a Ercolano per la Festa della Musica rappresentano un’ eccezionale occasione per la valorizzazione del Parco Archeologico della nostra città. La presenza di tanti ragazzi in un’area dalla storia millenaria testimonia un’ ideale continuità tra i nostri antenati e le nuove generazioni”.

Street food

Street food

Portici – “Notti al molo: street food” è l’evento culinario, e non solo, che si terrà a Portici presso il Porto del Granatello. Dal 22 al 24 Giugno si potranno degustare per tre sere di fila, tante prelibatezze e divertirsi con i vari spettacoli organizzate per le serate.

Infatti saranno presenti ospiti d’eccezione. Secondo quanto si legge nel programma il 22 Giugno, la serata sarà animata dalla Band musicale i Lunatici, poi si apriranno le danze “latino americane” con Sanchez Fitness e infine si ballerà con dj Marco Capuozzo. Il 23 Giugno ci sarà Federica Raimo vincitrice Cremano Talent Premio Troisi 2017 per poi divertirsi con lo spettacolo cabaret di Ciro Giustiniani da Made in sud, chiuderà la serata dj Marco Capuozzo. Per l’ultimo appuntamento del 24 Giugno, spazio alla Band Musicale The Blus Brazzer, a chiudere anche l’ultima serata ci sarà anche dj Capuozzo che farà divertire tutti con balli da discoteca.

DOVE: Portici, Porto Granatello

QUANDO: dal 22 al 24 Giugno

ORARI: dalle 19:00 all’ 1:00

Napoli – Altro caso di meningite si è verificato nell’hinterland napoletano. Un uomo di 46 anni residente a Portici è deceduto ieri mattina presso l’Ospedale Cotugno. A riportarlo è Il Mattino.

L’uomo dopo aver accusato dei malori era stato trasportato d’urgenza al Vecchio Pellegrini. Dopo vari accertamenti i medici sono giunti alla diagnosi di sepsi da meningococco. A quel punto l’uomo è stato trasferito all’ospedale Cotugno, eccellenza campana nella cura di malattie infettive.

Nonostante i medici siano stati celeri nel somministrare la cura al paziente, l’uomo non ce l’ha fatta ed è deceduto dopo poche ore dal ricovero.

Essendo la meningite una malattia infettiva è scattato subito il protocollo di sicurezza. Tutte le persone che negli ultimi giorni hanno avuto contatti con il 46enne saranno messe in osservazione, così da evitare un contagio a macchia d’olio.

Foto di SCUBLA

Si terrà domani 8 giugno 2018 la Giornata Mondiale degli Oceani, per l’occasione la Stazione zoologica di Portici organizza una giornata di porte aperte per tutti dalle ore 10 alle ore 18. Tour guidati tra le vasche in cui sarà possibile ammirare anche Peppiniello, Oronzo e Giove.

Peppiniello è una tartaruga recuperata a Ostia ed è testimonial del Centro di Ricerca Tartarughe Marine di Portici. Sarà un’occasione di approfondimento e divulgazione sulle tematiche relative all’ambiente marino: inquinamento, biodiversità marina, protezione e cura delle tartarughe marine e tanti altri.

Saranno presenti il WWF, la Capitaneria di Porto, le Guardie ambientali d’Italia, i licei Flacco e Silvestri di Portici, la Lega Navale (sezione Portici) e Città della Scienza.

INFORMAZIONI:

Quando: 8 giugno 2018, dalle ore 10 alle ore 18

Dove: Stazione zoologica di Portici, via Nuova Macello

Altre info: sito web

Foto pagina facebook ENEA

Portici – È stato inaugurato ieri al Centro ricerche ENEA, il supercomputer Cresco6, il calcolatore più potente del Sud Italia, oltre che di grande importanza per tutto il Paese. Il nuovo Cresco riesce a svolgere 700mila miliardi di operazione matematiche al secondo.

Foto pagina facebook ENEA

Frutto di una partnership tra ENEA e CINECA, finalizzata alla fornitura di servizi di supercalcolo e storage dati a EUROFUSION (il Consorzio Europeo per lo Sviluppo dell’Energia da Fusione), la nuova macchina Cresco6 offre una potenza computazionale di circa 700 TeraFLOPS e andrà ad affiancarsi ai supercalcolatori Cresco4 (100 TeraFLOPS) e Cresco5 (25 TeraFLOPS), già istallati ed operanti presso il medesimo Centro.

Il Progetto è stato finanziato dal Ministero dell’Università e della Ricerca per mezzo dei Fondi Strutturali nell’ambito del Programma Operativo Nazionale 2000-2006. La macchina sarà di supporto alle attività di Ricerca e Sviluppo nei settori istituzionali dell’Agenzia ENEA, così come nelle collaborazioni con enti nazionali ed internazionali e con il sistema produttivo italiano.

Il supercalcolatore potrà essere utilizzato oltre che dall’ENEA, anche da altri partner pubblici e privati in molteplici campi: modelli climatici e ambientali, applicazioni energetiche, studio di nuovi materiali, bioinformatica, codici nucleari e della fusione per il settore aerospaziale. Un esempio della sua potenza: modelli climatici elaborati in un anno potranno essere eseguiti in poche settimane.

ambulanza

ambulanza

Sono stati sparati quattro colpi di pistola contro Sergio Paudicio, un pregiudicato di 28 anni. L’uomo, riferisce l’Ansa, ha precedenti per stupefacenti e risiede a Portici. Un suo amico, anche lui pregiudicato, lo ha soccorso e portato in ospedale.

Alla polizia ha raccontato di averlo trovato, sanguinante, su un marciapiede in via Roma, a Portici, dove però non sono state trovate tracce di sangue. Le forze dell’ordine ipotizzano che il ferimento sia avvenuto altrove. Il giovane, sottoposto ad intervento chirurgico, è ricoverato con prognosi riservata presso l’ospedale Loreto Mare.

La spiagge campane sono sporche. Questo è quanto emerge dall’indagine Beach Litter 2018 effettuata da Legambiente. Sono sette rifiuti ogni metro di spiaggia quelli che incrociamo passeggiando sull’arenile delle coste della Campania. Sono anche i rifiuti spiaggiati, o gettati consapevolmente, di ogni forma, genere, dimensione e colore come bottiglie, mozziconi di sigarette, cotton fioc, stoviglie usa e getta.

Tutti rifiuti gettati consapevolmente o che provengono direttamente dagli scarichi non depurati, dall’abitudine di utilizzare i wc come una pattumiera e soprattutto dalla cattiva gestione dei rifiuti a terra. Numeri da capogiro: sono 22 le spiagge sottoposte all’indagine, per un totale di 78mila metri quadrati, rilevando una media di 691 rifiuti ogni 100 metri lineari di spiaggia per un totale di 15.201 rifiuti.

Queste sono le spiagge sottoposte all’indagine: quella di Largo Patria a Castel Volturno (CE); quella alla foce del fiume Tusciano a Battipaglia (SA); quella della Monachella a Pozzuoli (NA); l’Arenile a Castellammare di Stabia (NA); quella di Mezzatorre a San Mauro Cilento (SA); quella di Magazzeno a Pontecagnano Faiano (SA); le spiagge di Baia Trentova; Vallone e Torre San Marco ad Agropoli (SA); quella di Grotta della Cala di Camerota (SA).

La spiaggia delle saline di Centola (SA); quella di Pioppi di Pollica (SA); quella di Dominella a Casal Velino (SA); quella di Agnone C.to di Montecorice (SA); di piana di Veila di Ascea (SA); di Cava dell’Isola di Forio (NA); di Lido Mappatella al Lungomare Caracciolo di Napoli; la spiaggia del lungomare Tafuri di Salerno; di Mortella a Portici (NA); di Ponte della Gatta di Torre del Greco (NA) e alle Oasi Dunale di Capaccio Paestum (SA) e di Eboli (SA).

La regina indiscussa dei rifiuti ritrovati sulle spiagge è la plastica con il 77% , seguita da vetro/ceramica (8,8%) e carta/cartone (5%).La situazione peggiore è stata rilevata sulla spiaggia di Mortelle di Portici (Na). Lì sono stati rinvenuti circa 2.220 rifiuti in 100 metri, di cui il 54% riguarda materiale in plastica. Sale sul podio anche l’Arenile di Castellammare di Stabia con 1.872 rifiuti in 100 metri di spiaggia, di cui 64% dei rifiuti monitorati è plastica.

Terzo posto per la spiaggia Monachelle di Pozzuoli: in 100 metri di spiaggia sono stati rinvenuti 1.424 rifiuti, di cui il 87 % rappresentato da plastica. Le spiagge campane virtuose con meno rifiuti ritrovati si trovano nel Cilento: la spiaggia di Piano di Velia di Ascea con 39 rifiuti in 100 metri e Grotta della Cala di Camerota con 42 rifiuti in 100 metri di spiaggia.

La Polizia di Sorrento, su richiesta della Procura di Torre Annunziata, ha eseguito cinque arresti per violenza sessuale aggravata dalla somministrazione di sostanze stupefacenti ai danni di una donna inglese. Gli arresti, eseguiti tra Massa Lubrense, Vico Equense, Portici e Torre del Greco, hanno riguardato cinque dipendenti di una struttura alberghiera di Meta di Sorrento, dove la vittima era in vacanza.

I fatti risalgono al 2016 e in particolare all’ultima sera di permanenza della donna nell’hotel. Gli uomini avrebbero prima drogato con la cosiddetta “droga dello stupro” (Z-drugs e benzodiazepine) e poi abusato in gruppo della turista inglese, che era accompagnata dalla figlia, anche lei drogata. Dopo una prima violenza, inoltre, la donna sarebbe stata condotta nell’alloggio personale di un dipendente dove è stata nuovamente violentata da un numero imprecisato di uomini.

La vittima ha denunciato il fatto una volta tornata in Gran Bretagna dove è stata sottoposta al prelievo di campioni biologici e ad accertamenti medico legali, durante i quali le sono stati rilevati lividi ed ecchimosi su tutto il corpo. Gli inquirenti sono riusciti, però, ad individuare solo alcuni degli uomini coinvolti, grazie al sequestro dei cellulari del personale maschile dell’hotel. In una chat dal nome “Cattive abitudini” lo stupro era stato commentato dagli autori.