Notizie di Torre Annunziata

Tutte le informazioni e notizie sulla città di Torre Annunziata

 

Grande successo all’ombra del Vesuvio. È di Torre Annunziata il B&B che ha ricevuto una menzione speciale da parte di Legambiente Turismo, l’agenzia di Legambiente che promuove l’economia green e il turismo ecosostenibile, nel corso della Giornata Mondiale dell’Ambiente targata Onu. Il B&B Il Giardino di Tonia ha intrapreso infatti già da diversi anni un percorso virtuoso culminato oggi con la totale eliminazione della plastica, in netto anticipo sulla normativa plastic free prevista per il 2020.

Nonostante il ciclone Thunberg lasci puntati oggi più che mai riflettori sulla tutela dell’ambiente, Il Giardino di Tonia ha sempre operato sotto il sigillo dell’ambientalismo e dell’ecosostenibilità: pannelli solari, cappotto termico e raccolta differenziata richiesta agli ospiti sono solo alcune delle pratiche virtuose che sono valse alla struttura l’Oscar per l’Ambiente nel 2013.

Virtuosismo incrementato oggi da un risultato notevole per tutta la città: si legge nella menzione speciale che Legambiente ha tributato agli host. Il B&B è fra le poche realtà ad aver bandito completamente il monouso, sostituendo la plastica con la fornitura ecocompatibile.

“Abbiamo sempre preferito alle capsule, che hanno l’involucro in plastica, le cialde del caffè, perché sono compostabili. Con un piccolo sforzo abbiamo eliminato la plastica e offriamo ai nostri ospiti piatti e posate in MATER-BI (la bioplastica biodegradabile,ndr.) Ma bicchieri e cucchiaini erano di plastica: abbiamo così chiesto al nostro fornitore di adeguarsi, pena la perdita della fornitura. Si è attivato quindi un circolo virtuoso: il nostro fornitore ha richiesto al suo bicchieri di cartone biodegradabile e palettine di legno al posto di cucchiaini da caffè in plastica. Siamo felici di aver dimostrato che, con un piccolo sforzo, aderire al protocollo plastic free è facile” spiega la proprietaria Bruna Scafa, reduce dalla cerimonia di premiazione a Milano.

E la rivoluzione green non passa solo dalla plastica : Il Giardino di Tonia ha ridotto carta e brochures digitalizzando l’accoglienza e delegando l’illustrazione degli itinerari e dei servizi di conciergeria a BnB Tips, app scaricabile direttamente sullo smartphone degli ospiti.

Vi è stato un grave caso di aggressione a Torre Annunziata, nella Città Metropolitana di Napoli. Un uomo di 46 anni ha infatti ferito un anziano di 77, colpendolo alla testa con una bottiglia rotta.

La vicenda è accaduta ieri, intorno alle ore 18, nella cittadina un tempo famosa per l’arte bianca. Gli agenti dell commissariato di Torre Annunziata hanno accertato che il tutto sarebbe successo senza alcun motivo. Così dal nulla l’uomo ha sferrato all’anziano un colpo alla nuca, utilizzando la bottiglia di vetro. Il 77enne è stato subito medicato nel vicino ospedale; la prognosi è di 15 giorni. Per quanto riguarda l’aggressore, un certo Salvatore Cortiglia, subito è scattato l’arresto. Egli rischia il carcere per reato di lesioni aggravate.

La vicenda è davvero preoccupante, in particolare se si pensa che il tutto sia accaduto senza nessun motivo. I complimenti vanno alle Forse dell’Ordine, che sono intervenute subito e sono riuscite a bloccare ed arrestare il manigoldo.

Giovanni Di Lorenzo classe 93′ è stato il primo acquisto del Napoli nel calciomercato estivo. Un terzino destro che ha dimostrato nell’Empoli di essere una buona pedina da aggiungere alla rosa del Napoli. Il ragazzo sembra essere davvero molto contento di questa sua nuova destinazione alle falde del Vesuvio e non vede l’ora di unirsi a compagni nel ritiro pre-campionato a Dimaro.

Intanto Di Lorenzo si gode già l’aria patenopea. Infatti già è stato immortalato in foto con i suoi fans nella città di Torre Annunziata. Nella prima foto il calciatore del Napoli sembra già aver scelto “il suo barbiere” di fiducia, affidandosi a I Giacchetti Parruchieri mentre nella seconda si gode le belle giornate estive presso il litorare di Torre, concedendo ai suoi prossimi tifosi uno scatto ricordo.

Benvenuto a Napoli Di Lorenzo

Paniere Vesuviano

Paniere VesuvianoUn’iniziativa di grande successo quella organizzata sabato 9 giugno dal Presidio Slow Food Vesuvio a Torre Annunziata. Con il patrocinio dell’amministrazione comunale, la scorsa domenica via Gino Alfani ha infatti ospitato “Il Paniere Vesuviano”, una manifestazione volta a far conoscere, tutelare  e soprattutto assaporare le eccellenze agricole nostrane, avvicinando la popolazione alla tradizione e alla storia che si cela dietro i prodotti delle coltivazioni locali.

Protagonista della prima tappa di questo viaggio è stata l’albicocca del Vesuvio, che nel pieno del suo periodo di maturazione è stata proposta al pubblico in alcuni dei suoi più apprezzati derivati. Dalle ore 9 alle ore 13 infatti il tratto che va dall’intersezione con via Rampa Nunziante fino all’incrocio con corso Umberto I è stato chiuso al traffico e trasformato in una “mostra-mercato delle biodiversità”, uno spazio libero dedicato al buon cibo nella sua forma più genuina.

Diverse personalità di spicco hanno sostenuto la causa della manifestazione. Primo tra tutti il presidente dell’associazione “Albicocche del Vesuvio” Gaetano Romano, che ha brevemente tracciato la storia e le caratteristiche del frutto (di cui sono presenti sul territorio ben 23 qualità diverse) nell’intima cornice del Bistrot Savì, in presenza di altri imprenditori agricoli, esperti del settore e semplici curiosi.

Paniere Vesuviano 2“Nonostante il bell’aspetto delle altre varietà” – dichiara Romano – “l’albicocca vesuviana gode di proprietà organolettiche sicuramente superiori rispetto a quelle provenienti dalla Francia o dalla Spagna, anche se magari meno appetibili alla vista. Il meteo altalenante di quest’anno non ci ha aiutato parecchio, ma siamo comunque riusciti ad ottenere un buon raccolto.”

Presenti sul luogo anche i ragazzi della 3E del Liceo Scientifico Pitagora, che hanno esposto ai passanti i benefici economici ed ecologici del commercio equo e solidale e degli alimenti di composizione interamente biologica con degustazioni ed illustrazioni.

“Quest’anno il percorso affrontato insieme ai ragazzi del Pitagora” – sostiene Maria Lionelli, fiduciaria del presidio Slow Food del Vesuvio – è stato incluso in un contesto più importante che è quello della sensibilizzazione verso i cambiamenti climatici e degli effetti che questi provocano sulle strategie agricole; la mostra di oggi è il loro modo di raccontare questa esperienza di grande successo e i prodotti che hanno studiato.”

La causa è stata fortemente perorata dai commercianti locali, che hanno visto nel “Paniere Vesuviano” un’occasione per rivalorizzare la città e sensibilizzarla alla tutela e al rispetto dell’ambiente.

Paniere Vesuviano 3“L’isola pedonale – spiega Anna Pucillo, titolare del negozio d’abbigliamento “Gemme” – “è un pezzo di strada che viene restituito al cittadino oplontino, forse troppo abituato a spostarsi costantemente in macchina a discapito del pianeta. Lo smog sta diventando insopportabile, per cui chiediamo che la chiusura di questo tratto di strada si ripeta ogni terza domenica del mese, ospitando sempre iniziative simili.”

Le dichiarazioni di Pucillo sembrano ricalcare pienamente la posizione dell’amministrazione comunale di Torre Annunziata a riguardo, presente all’evento nella persona dell’assessore Martina Nastri.

“Oggi ci siamo mossi per capire in primis la rispondenza della comunità a questo tipo di iniziative” – afferma Nastri – “Dato il feedback positivo riscontrato, eventi simili si ripeteranno con cadenza trisettimanale a partire dal mese di settembre.”

Ad allietare la mattinata il gruppo “Quelli della curva”, che hanno coinvolto gli astanti con balli e danze popolari tipiche della tradizione campana.

Una operazione del Gruppo della Guardia di Finanza di Torre Annunziata, nell’ambito di un servizio in materia di contrasto all’abusivismo commerciale e ai reati ambientali, ha rinvenuto e in seguito sequestrato otto complessi industriali che presentavano oltre 1.600 tonnellate di rifiuti speciali illecitamente stoccati e 26 lavoratori in nero.

Le aziende oltre ad avvalersi di manodopera in nero, in alcuni casi operavano in totale assenza di qualsiasi autorizzazione al trattamento dei rifiuti, costituiti da capi di abbigliamento dismesso da selezionare, conservati in buste di plastica e senza eseguire alcuna distinzione, venivano collocati insieme ai rifiuti derivanti dalle operazioni di cernita e taglio.

È stata inoltre rilevata anche la completa mancanza di locali e macchinari idonei a consentire la corretta preservazione, nelle norme igieniche, degli indumenti.

In altri casi ancora le imprese, anche se dotate delle previste autorizzazioni, operavano in maniera illecita stoccando quantità di rifiuti di gran lunga superiori a quelle consentite.  Sono state denunciate dieci persone.

Torre Annunziata – Carmela Bevilacqua è stata ritrovata. Scomparsa nella mattinata di ieri, sabato 25 maggio, la giovane è stata ritrovata a Roma un paio d’ore circa dopo il ritrovamento del suo cellulare.

La città e la famiglia tirano dunque un sospiro di sollievo per una situazione che sembra essersi risolta nel migliore dei migliore. Lo zio Ciro Bevilacqua scrive su Facebook: “Grazie a Dio l’abbiamo ritrovata. Vi ringrazio di cuore. Siete stati tanti, in un giorno ha fatto il giro del mondo. Vi voglio bene”.

Carmela sarebbe stata identificata da alcune persone le quali hanno allertato le forze dell’ordine della capitale. Pare che il riconoscimento sia avvenuto proprio grazie alla mobilitazione partita dal web, in particolare su Facebook. La sua foto, infatti, è stata condivisa non solo da ogni parte della Campania, ma da tutta Italia.

AGGIORNAMENTO: CARMELA È STATA RITROVATA. LEGGI QUI

Torre Annunziata – Fonti vicine alla famiglia riferivano del ritrovamento di Carmela Bevilacqua. La ragazza di 14 anni, scomparsa ieri mattina dalla città oplontina, secondo tali fonti sarebbe stata ritrovata a Roma. Pare che, invece, soltanto il suo cellulare sia stato ritrovato nella capitale. Le ricerche proseguono.

AGGIORNAMENTO: CARMELA È STATA RITROVATA. LEGGI QUI

Torre Annunziata – Apprensione nella città oplontina per Carmela Bevilacqua, una ragazza di 14 anni di cui i genitori non hanno notizie da ieri, sabato 25 maggio. Secondo il racconto della madre, la giovane è uscita di mattina con degli amici per non far più ritorno. La notte non l’ha trascorsa a casa. L’appello lanciato tramite Facebook ha raggiunto in poche ore miglia di condivisioni.

Carmela, l’ultima volta che è stata vista dalla madre, indossava jeans scuri, un maglioncino bianco, rosa e grigio e della scarpe bianche di marca Puma. È studentessa e frequenta la scuola “Giovanni Pascoli” di Torre Annunziata. Chiunque avvisti la ragazza è pregato di contattare immediatamente le forze dell’ordine e i genitori ai numeri 3337825534 e 3492408114.

sospensione acqua

sospensione acqua
GORI comunica che a causa di un guasto improvviso sono in corso mancanze d’acqua e abbassamenti di pressione dalle 08:30 alle 12:30 di giovedì 16 maggio 2019, nelle seguenti zone del comune di Torre Annunziata:

Via Prota, via Caravelli, Corso Umberto I, via Giovanni Avallone, via Luigi Staiano, via Vincenzo Gambardella, Vico Zampa, via Pasquale Fusco, via Gino Alfani, via Delle Quattro Giornate, via Simonetti, Rampa Nunziante, via Maresca, Viale Guglielmo Marconi, via Mauro Morrone, via Vesuvio, via Vittorio Veneto, via Vagnola, via Dei Mille, via Xxiv Maggio, Piazza Enrico De Nicola, via Luigi Iacono, via Molo Di Ponente, via Carlo Poerio, Corso Vittorio Emanuele Iii, via Sandulli, via Delle Vigne, via Porto, via Lava, Piazza Ernesto Cesaro, Riviera Caracciolo, via Domenico Cirillo, via Asilo Infantile, via Scuola, via Iv Novembre, via Dante Alighieri, via Langella, via Ciro Menotti, Rampa Porto, Vico Gelso, via Lebano, Vico Luna, Rampa Naviganti, via Luigi Zuppetta, via Pietro Toselli, via Giuseppe Parini, Piazza Giovanni Nicotera, via Molini Idraulici, via Luigi Cesaro, Piazza Paolo Morrone, via Alessandro Volta, Largo Ferriera Vecchia, via Vittorio Emanuele Ii, Largo Fabbrica D’armi, via Paolo Boselli, via Molo Di Levante, via Castello, Piazza Giacomo Matteotti, via Fiume, via Roberto D’angio’, via Santa Lucia, via Dogana, via Xxi Gennaio, Piazza Cesare Battisti, via Castello, Piazza Giacomo Matteotti, Corso Giuseppe Garibaldi, Vico Fucine, via Alfonso De Simone, via Garofano, via Sambuco, via Commercio, via Pompei, Piazza Giovanni Xxiii, via Della Fortuna, via Gioacchino Murat, via Sepolcri, via Aurora, Vico Ottonai, via Oplonti, via Magnolia, via Margherita Di Savoia, via Gassometro ed in tutte le traverse della zona

Gli operatori GORI restano a disposizione per ogni ulteriore informazione.

Venerdì 17 maggio alle ore 18.45, presso la Cripta dello Spirito Santo (Chiesa del Carmine) di Torre Annunziata, avrà luogo la “Giornata del Brigante”, organizzata dall’associazione “Progetto Cripta” e dalla Faber edizioni, con la collaborazione dell’Associazione “La Fenice Vulavanica” di Boscoreale e dal Centro di studi storici oplontino Nicolò d’Alagno con il patrocinio morale del Comune di Torre Annunziata.

Ad aprire il dibattito“Il Mezzogiorno tra identità e futuro” ci saranno Antonino Ballarati, storico meridionalista calabro, autore dei saggi Il regno Perduto e La storia proibita dei Borbone editi dalla casa editrice partenopea Iuppiter, Mimmo della Corte il meridionalista e oplontino, opinionista del quotidiano Roma e autore di Supersud – quando eravamo primi e Capitale Sud – per tornare primi editi dalla Iuppiter e Vincenzo Marasco, storico e autore tra gli altri di Vita, opere e azioni di 22 Figli illustri di Torre Annunziata.

A seguire, la “Cantata di Supersud” tratta dall’omonimo libro, curata musicalmente dal Maestro Giancarlo Amorelli del Teatro San Carlo di Napoli e interpretata dalle letture di Giuseppe Moretto, Mariarosaria Izzo, Alfonso Cirillo, Anna Vitiello, Marianeve Vitiello e Laura Inserviente.

Si chiuderà con una sintesi della commedia di Ludovico Molinari Briganti, sospiri e canti, rivista da Tommaso Oropallo, con la partecipazione di Vincenzo Tortora e la compagnia Frizzi e Lazzi.

Seguite con noi la diretta testuale di Turris-Nocerina. Fischio d’inizio alle ore 15:00 presso lo stadio Amerigo Liguori di Torre del Greco.

PREMI F5 PER AGGIORNARE LA DIRETTA O CLICCA QUI

TURRIS-NOCERCINA  4-0 (FINALE)

 

SECONDO TEMPO

FINISCE QUI LA PARTITA

47′ Cunzi sfiora il 5-0!

45′ Concessi 4 minuti di recupero.

45′ E’ C’E’ GIOIA ANCHE PER DI DATO! 4-0 TURRIIIIIIIIIIIIIIIS!

36′ Partita che ormai ha pochissimo da dire. La Turris continua a gestire la gara senza patemi. La Nocerina si è resa pericolosa soltanto con una conclusione di Coulibaly, poi il nulla da parte della squadra allenata da Chiancone.

24′ GOOOOOOOOOOOOOOOOL DI LONGO! Va in gol anche il capitano! Azione di contropiede micidiale che libera Longo, a tu per tu con Novelli. Il 9 corallino è spietato.

16′ GOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOL DI ADDESSI! Una conclusione da fuori area imparabile, Novelli è immobile.

13′ Nocerina pericolosa con Coulibaly che mette al centro un bel pallone ma non ci arriva nessuno.

9′ Altra azione personale di Celiento, che però viene chiuso sul fondo.

5′ Nessun cambio tra le due squadre.

1′ E’ iniziato il secondo tempo

 

PRIMO TEMPO

FINE PRIMO TEMPO

46′ Ancora Celiento! Grandissimo contropiede portato su da Addessi, che taglia verso il centro e vede (e serve con il sinistro) il taglio di Celiento. L’esterno corallino spara, però, addosso a Novelli.

45′ Concessi 2 minuti di recupero.

43′ Splendida azione personale di Celiento, che salta 4 uomini e va alla conclusione. Ma il suo tiro è sballato.

42′ Turris vicinissima al 2-0! Grande azione dei corallini che si sviluppa sulla sinistra. Celiento al centro dell’area va alla conclusione, parata da Novelli. Sulla respinta arriva ancora una volta Vacca, ma l’estremo difensore della Nocerina compie un altro miracolo. Il centrocampista, però, era in fuorigioco

33′ Turris padrona del campo adesso, la Nocerina ha subito il contraccolpo psicologico.

25′ GOOOOOOOOOOOOOL DELLA TURRIIIIIIIIIIIIS! Cross di Celiento, Vacca svetta di testa e colpisce il pallone. Traiettoria un po’ strana che va a beffare il portiere Novelli.

21′ Nocerina pericolosa con Simonetti, la sua conclusione viene deviata.

16′ Conclusione in porta ad opera di Franco. Bel sinistro a giro, ma Novelli risponde presente.

15′ Non ce la fa Formisano: entra Auriemma.

14′ Turris momentaneamente in 10 uomini per un infortunio occorso a Formisano.

9′ Altro corner sprecato dai corallini. Nessun tiro in porta in questi primi 10 minuti di gioco.

3′ Buon approccio della Turris, che aggredisce la Nocerina.

1′ E’ iniziata la gara!

 

Turris: Casolare, Esempio, Varchetta, Franco, Lagnena, Formisano (15′ pt Auriemma), Addessi (25′ st Cunzi), Vacca (28′ st Aliperta), Longo, Fabiano (41′ st Fibiano), Celiento (31′ st Di Dato).

A disp.: D’Inverno, Cellitti, Auriemma, Fibiano, Aliperta, Di Dato, Palmeri, Cunzi, Esposito. All.: Fabiano.

Nocerina: Novelli, Vuolo, Montuori, De Feo, Caso, Di Crosta (14′ st Cardone), Odierna, Coulibaly (42′ st Petillo), Simonetti (30′ st Giorgio), Amendola (17′ st Orlando), Vatiero (10′ st Festa).

A disp.: Feola, Cardone, Festa, Giorgio, Iodice, Orlando, Pecora, Petillo, Salto. All.: Chiancone.

Arbitro: Graziella Pirriatore

Marcatori: 25′ pt Vacca, 16′ st Addessi, 25′ st Longo, 45′ st Di Dato; Ammoniti: De Feo (Nocerina)

 

Francesco MalapenaTorre Annunziata – Metti una sera sul palco: un tenore straordinario, Francesco Malapena, una cantante con la voce alla Edith Piaf, Francesca Marini , e uno chef che oltre a fare delle ottime pizze canta divinamente Gianfranco Iervolino. Aggiungi sei grandi musicisti, (Luca Mennella al pianoforte, Pasquale de Angelis al basso, Claudio Romano alla chitarra e al mandolino, Sasà Piedepalumbo alla fisarmonica, Domenico Guastafierro al flauto e Antonio Mambelli alla batteria e percussioni) e due ballerini dal movimento scenico perfetto come Lucia Cimmino e Armando Segreto. Unisci l’ironia e la bravura di Lino D’Angiò, artista poliedrico dalle mille sfaccettature, il tutto magistralmente diretto dalla sapiente regia di Luca Cirillo, ed il successo è assicurato. 

Uno spettacolo degno di Broadway in chiave partenopea, questo è stato “E fuori… Musica, onde radio in FM”, messo in scena ieri sera al Teatro Politeama di Torre Annunziata. Uno sguardo al passato, al grande patrimonio artistico musicale che ci hanno lasciato in eredità i grandi artisti del novecento. Brani storici proposti in una versione moderna. 

Testi piacevoli e mai banali di: Antonella Esposito, Sabrina Gargiulo e Lino D’Angiò, una scaletta che cambia per forza di cose, visto il tragico incendio alla cattedrale di Notre-Dame. Ed è proprio a questo spiacevole fatto di cronaca che la voce sublime di Francesca Marini rende omaggio con brano “La vie en rose” di Edith Piaf. La voce del tenore Francesco Malapena protagonista della serata rende omaggio a grandi artisti con brani che ancora oggi regalano emozioni, come l’intramontabile “Parlami d’amore Mariù”

Non mancano i duetti, richiesti in una maniera originale e simpatica, grazie alla voce (imitata) di Maurizio Costanzo che attraverso una delle quattro radio d’epoca presenti in scena, chiede “Non ti scordar di me” da dedicare alla sua Maria. Ad eseguire il celebre brano, inno all’amore, sono stati Francesco Malapena e Francesca Marini accompagnati dalla performance dei due ballerini: Lucia Cimmino e Armando Segreto. 

Esilarante e divertente la versione di “Vita spericolata” di Vasco Rossi, proposta da Lino D’Angiò imitando: Vasco, Enrico Ruggeri, Julio Iglesias, Claudio Baglioni, Ornella Vanoni, Beppe Grillo Renato Zero, Adriano Celentano, Riccardo Cocciante, Diego Armando Maradona, Gianni Minà Bruno Vespa, Johnny Dorelli e i mitici Corrado e Mike Bongiorno. 

Bravissimo Gianfranco Iervolino, prima nel siparietto divertente con “Perdere l’amore” di Massimo Ranieri, che scherza con i musicisti che lasciano il palco appena pronuncia la strofa: “E adesso andate via” e poi con l’esibizione di “Erba di casa mia”.

L’emozione che ci hanno regalato i sei musicisti sul palco è stata unica. Uno straordinario Sasà Piedepalumbo (che conosco da oltre un ventennio) accompagnato dagli altri musicisti, ha regalato grandi emozioni con la sua fisarmonica esibendosi in un classico come “Libertango” di Astor Piazzolla. Entusiasta il pubblico in sala. Tra i tanti annoveriamo la presenza di un grande della musica partenopea: Antonello Rondi. 

Torre Annunziata – Nello scenario del Teatro Politeama della città oplontina, il 16 aprile 2019 alle ore 21:00, si terrà il concerto E fuori… Musica, onde radio in FM.

Si tratta di evento di grande pregio, poiché vede la partecipazione di Francesco Malapena, tenore di fama internazionale, il quale svolgerà il doppio ruolo di protagonista e padrone di casa. Verranno celebrati alcuni dei grandi protagonisti della cultura del Novecento e non solo. Sul palco saliranno l’attrice e cantante Francesca Marini e Gianfranco Iervolino, noto chef pizzaiolo e cantante (è allievo di Sergio Bruni), molto conosciuto perché da 5 anni partecipa al programma di Rai Due Detto Fatto.

Il conduttore sarà Lino D’Angio, autore conosciuto ed amato dal pubblico, celebre per le sue divertenti imitazioni e per avere ideato Tele Garibaldi, show che ha fatto la storia e a cui si sono ispirati molti format contemporanei, anche famosi e in onda sui canali nazionali.

La regia è firmata da Luca Cirillo: “L’idea – sostiene Cirillo – è riassaporare la tessitura armonica di un tempo ormai sfumato i cui riecheggi rimbalzano nelle nostre case su oggetti che sono arredamento vintage, e nei racconti di chi, ascoltando e criticando brani di artisti contemporanei, fa fatica a riconoscersi”.

Lino D’Angiò spiega: “Sono molto contento di far parte di questo show perché è realizzato da grandi professionisti. Francesco Malapena ha una voce incredibile, eccezionale: per quello che ho visto nelle prove, per quel che abbiamo fatto, credo che lo spettacolo abbia un sapore stupendo. Cercherò di rendere la mia presenza leggera, tenderò ad abbassare il notevole livello artistico che è altissimo (ride, ndr) giocando e scherzando come è mio solito fare. Ci saranno musicisti meravigliosi, a partire dallo stesso Francesco che è anche polistrumentista oltre ad essere una voce maestosa”.

Gianfranco Iervolino, patron del locale 450 gradi di Pomigliano D’Arco è entusiasta: “Ho cantato in giro per l’Europa, ma mai al Politeama di Torre Annunziata, teatro della mia città. Sarà la prima volta e sono emozionato: è incredibile, ma è così. È un onore essere ospite del Maestro Francesco Malapena, tenore magnifico, e di artisti strepitosi che saranno in scena per deliziare il pubblico”.

E Fuori… Musica, onde Radio in FM (testi di Lino D’Angiò, Luca Cirillo, Antonella Esposito e Sabrina Gargiulo) è prodotto da Radio Amore e Idea 10, eventi e promozioni: 

“Siamo pronti per regalare e regalarci una serata ricca di note, passione, risate e tante sorprese – sottolinea e conclude Malapena – che proietteranno la nostra mente in un percorso fatto di suoni, odori, ricordi e delicate nostalgie. Un modo per ricordare chi siamo e per guardare al futuro attraverso la storia e suoi grandi classici”

Per info e prenotazioni: 3295469235

Stefano De Martino

Stefano De Martino

Stefano De Martino, il ballerino di origini campane, attualmente alla conduzione del programma “Made in Sud” sulla televisione Nazionale, che sta riscuotendo un discreto successo, non dimentica le proprie origini.

Venerdì 19 Aprile, il programma “Su di me”, in onda sul canale “Real Time” (canale 30 Dt e 160 e 161 di Sky) dedica uno speciale al ballerino. La storia di una persona che, nonostante il successo e la notorietà raggiunte, non ha perso l’umiltà né il legame con la sua terra.

Nella promo pubblicitaria del programma, sulle note della canzone “Caruso”, cantata da Lucio Dalla, De Martino sostiene che proprio la sua origine è “la marcia in più” che lo ha sostenuto durante il suo percorso.

Originario di Torre Annunziata, paese situato nella periferia a sud di Napoli, che ha sempre fieramente sostenuto, prima di avere successo nel programma “Amici” di Maria De Filippi, lavorava come fruttivendolo.

In una immagine suggestiva della pubblicità, in cui lo si vede sorridente accanto alla nonna, il ballerino dice che l’autenticità che la caratterizza è come quella della sua terra.

Nel corso del programma, De Martino, parlerà della sua vita: dalle sue origini ai vari lavori svolti per potersi permettere gli studi di danza. Dapprima parcheggiatore, poi fruttivendolo per pagarsi le lezioni della disciplina che lo ha portato alla ribalta; senza trascurare il legame viscerale con la propria terra; l’amore per la famiglia (meraviglioso il frame in cui è sorridente accanto alla nonna) e per i valori.

Un racconto intimo, attraverso gli occhi dell’artista che spiega i quartieri popolari del suo paese, le passeggiate al porto e il rapporto con gli amici. Un De Martino intimo, inedito, come nessuno aveva mai visto.

Il presidente Luigi Forestiero con uno dei ragazzi che frequenta i corsi

Togliere i ragazzi dalla strada e insegnare loro un mestiere. Un impegno importante, di grande gratificazione ma anche di grandi responsabilità, specialmente in quei territori dove la disoccupazione giovanile è un vero e proprio dramma che da un lato sta portando allo spopolamento (in 16 anni il Sud ha perso un milione di giovani), dall’altro assicura un inesauribile bacino di manovalanza alla criminalità organizzata.

Hair Accademy Torre Annunziata, affiliata alla FIAM (Federazione Italiana Acconciatori Misti), è un’accademia di parrucchieri dove si fanno corsi di aggiornamento maschili e femminili, sia corsi base che avanzati, senza scopo di lucro. I maestri, infatti, mettono a disposizione le proprie conoscenze e il proprio tempo per i corsi senza percepire alcun tipo di compenso.

Da sinistra: Luigi Galluccio, un modello, Luigi Forestiero

Luigi Forestiero, il presidente generale della federazione, ed i suoi più stretti collaboratori (il vice presidente Pasquale Ciani Passeri ed i direttori Paolo Forestiero e Luigi Galluccio) spiegano che i corsi sono rivolti a tutti i parrucchieri e ai collaboratori che vogliono imparare o approfondire l’arte del parrucchiere, ma anche a coloro che non sono del mestiere: questi possono rivolgersi all’Accademia e partecipare ai corsi, che si tengono di lunedì, per imparare l’arte sia partendo da zero, sia a completamento di quanto imparato nelle scuole professionali.

Hair Accademy Torre Annunziata accoglie apprendisti e professionisti non solo da Torre Annunziata, ma da tutti i comuni vesuviani e dall’hinterland di Napoli.

Pasquale Ciani Passeri

L’Accademia è impostata in modo che i maestri possano seguire ogni allievo singolarmente, a differenza di quanto può accadere in classi di quindici o venti persone. Si va a lavorare dunque sui punti forti di ogni soggetto, per rafforzarli ed affinarli, ma soprattutto su quelli deboli per avere una formazione completa.

I corsi organizzati dall’accademia sono numerosi: corso base maschile e femminile, corso colore base e avanzato, corso razor fade, corso avanzato moda maschile e femminile, corso di rasatura e modellatura barba. Hair Accademy Torre Annunziata è inoltre l’unica accademia dove si può seguire il corso delineazione barba con la tecnica del filo arabo.

L’Accademia partecipa a vari concorsi sia nazionali che internazionali, riportando numerosi risultati di rilievo e vincendo, negli anni, diversi campionati sia a livello italiano che internazionale. Varie solo le accademie affiliate alla FIAM. Il presidente generale è Luigi Forestiero, vice presidente Pasquale Ciani Passeri, Direttori Paolo Forestiero e Luigi Galluccio, segretario Marcello Auricchio, collaboratori Angelo Russo e Marco Auricchio.

Per partecipare ai corsi bisogna contattare il presidente Luigi Forestiero al numero di telefono 3382323912 oppure inviare un messaggio sulla pagina Facebook Hair Accademy – Torre Annunziata. I corsi si tengono in via Vesuvio, 174, Trecase (Napoli).

Occhi svegli e furbi e un fiuto infallibile. E’ Pirat il pastore tedesco del Nucleo Cinofili di Sarno che combatte gli spacciatori e scova stupefacenti.

E’ da un po’ di tempo che aiuta i Carabinieri nella lotta alla legalità e grazie a lui ci sono stati diversi arresti. L’ultimo in ordine di tempo è quello fatto dai carabinieri della compagnia di Torre Annunziata. A renderlo noto è Repubblica.

Grazie a lui è stato arrestato per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio C. V. L., un 28enne torrese già noto alle forze dell’ordine per vari reati.

Durante la persecuzione nel suo appartamento, Pirat ha fiutato e scovato stupefacenti: c’erano 1,4 chili di marijuana, 1350 euro in contanti e un bilancino di precisione. Il giovane è ora agli arresti domiciliari in attesa del giudizio direttissimo.

Ma per Pirat non c’è solo l’attività antidroga, un paio di anni fa si è recato nel Reparto Pediatria dell’ospedale Sant’Ottone Frangipane di Ariano Irpino (AV), per portare un po’ di gioia ai piccoli degenti e per farsi fare anche un po’ di coccole.

Ci sono circa 700 casi di bambini non vaccinati segnalati nelle scuole della Campania. Una buona parte di questo incredibile numero è, però, legato alle inadempienze dovute alle fragilità sociali dei territori, ma non a posizioni “No vax” assunte dalle famiglie. Infatti, come spiega l’assessore regionale all’Istruzione, Lucia Fortini, la percentuale dei “No vax” si attesta all’1%, una percentuale minima rispetto al numero dei bambini non vaccinati.

L’assessore sostiene che da oggi scatta il divieto di entrare a scuola per tutti quei bambini che non hanno ricevuto il vaccino. Dati delle ASL alla mano, però risulta che la percentuale di bambini vaccinati supera il 93%, con picchi addirittura del 98%. 

I quartieri con più difficoltà sono stati quelli di: Poggioreale, Bagnoli e Scampia a Napoli, a Melito e Procida in provincia, a Pagani nel Salernitano.

La criticità più alta è stata riscontrata nell’istituto comprensivo e scuola dell’infanzia, “Leopardi”, a Torre Annunziata. In questo istituto su 250 iscritti in ben 59 casi manca la certificazione del vaccino. In realtà sono 36 le posizioni da regolarizzare, perchè tutte le altre erano in possesso della prenotazione per poter effettuare la profilassi vaccinale.

Tutti, tranne un paio di casi, avevano comunque già effettuato la prima dose e devono completare il ciclo con la seconda e terza dose da somministrare per esavalente e contro morbillo, parotite e rosolia.

Ho sentito la preside stamattinadice l’assessore Fortini a Repubblica che conosco per la sensibilità e la passione che mette nel suo lavoro. Mi ha spiegato la difficoltà di operare in questo quartiere, dove è forte la presenza della criminalità organizzata. Inoltre bisogna fare i conti con problemi sociali e culturali. In molti casi i bambini hanno uno dei genitori in carcere. Abbiamo contattato il centro vaccinale – aggiunge – che ha inviato il personale dell’Asl. Noi offriremo tutto il supporto possibile, perchè non far entrare a scuola i ragazzi è una sconfitta per lo Stato.  Se non si interviene ora avremo lo stesso problema quando arriveranno alle primarie“. Per questo motivo la Regione, si è messa subito al lavoro per cercare di risolvere il caso nel più breve tempo possibile.

La scuola materna Leopardi è seguita dalla Regione, ed in particolare dall’ASL, da vicino e come capofila nell’ambito di un progetto territoriale è riuscita ad aggiudicarsi un finanziamento per progetti legati all’inclusione.

In questi giorni ci sono stati anche degli episodi di tensione tra il personale scolastico e le famiglie dichiaratamente no vax di alcuni bambini che smetteranno di frequentare, perchè le famiglie non intendono provvedere alla vaccinazione.

Infine ci sono stati anche dei casi in cui la scuola non ha potuto applicare la normativa poichè mancava l’anagrafe dei vaccinati

Sabato sera di paura a Torre Annunziata, dove, intorno alle 23, si è scatenato un fuggi fuggi generale in via Gino Alfani, la “curva”, punto di ritrovo dei ragazzi torresi. Stando a quanto riportato da molti utenti nel gruppo Facebook “Segnaliamo cosa non va nel Comune di Torre Annunziata”, si sarebbero uditi degli spari, da cui sono scaturiti il panico e la fuga incontrollata.

Qualcuno sostiene di aver visto dei ragazzi molto giovani scorrazzare sugli scooter con pistole in mano, ipotesi tutta da confermare, visto che al momento la polizia non ha rinvenuto bossoli sul posto.

Gli spari ci sono stati davvero o è stata suggestione? Questo sarà appurato dalle indagini, ma il caos provocato dall’allarme poteva creare danni ben più gravi della semplice paura. Tra l’altro, Torre Annunziata non è nuova a questi eventi.

Diversi anni fa, un episodio identico si verificò nel giorno della festa dedicata alla Madonna della Neve. Anche in quel caso, in serata e con centinaia, se non migliaia di persone in strada, si udirono degli spari e si scatenò la fuga. Ci furono diversi feriti per la confusione, ma dei bossoli, anche quella volta, nessuna traccia.

Don Antonio Carbone, presidente dell’Associazione “Piccoli Passi Grandi Sogni Onlus” e rettore dell’oratorio dei Salesiani di Torre Annunziata, ha raccontato ai microfoni di “Vesuvio Live” la sua esperienza con i minori stranieri non accompagnati, accolti nelle sue case famiglia.

IL VIDEO DELL’INTERVISTA

Torre Annunziata – Usanza, se così vogliamo chiamarla, è quella che ogni anno vede ragazzini, non solo nella cittadina vesuviana, ma anche in altri comuni campani, gettare uova e farina contro le persone nel giorno di Carnevale. Per combattere questo fenomeno, il sindaco torrese Vincenzo Ascione ha emanato un’ordinanza in cui vieta la vendita di farina, uova, agrumi e schiume varie ai minori di 18 anni.

Questi episodi di vandalismo che sono perpetuati da anni a danno di persone e del patrimonio pubblico e privato, spesso inducono a non passeggiare per le strade nel giorno di martedì grasso per paura di essere oggetto di “scherzi” di cattivo gusto. Ed è per questo che il sindaco Ascione ha deciso di correre ai ripari.

Fermo restando l’applicazione delle sanzioni penali ed amministrative previste da leggi e regolamenti, la violazione dell’ordinanza comporta l’applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria. Delle violazioni commesse dai minori risponderanno coloro i quali sono tenuti alla loro sorveglianza.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più