Notizie di Ercolano

Tutte le informazioni e notizie sulla città di Ercolano

Scavi Ercolano

Scavi ErcolanoErcolano macina un successo dopo l’altro: dopo la grande affluenza della Via Crucis presieduta dal Cardinale Sepe, il sito archeologico vesuviano ha registrato nel weekend di Pasqua, dal 19 al 22 aprile, un boom di presenze, bel 12mila. Numeri da capogiro.

Merito di quest successo è sicuramente la gestione del direttore del Parco Archeologico Francesco Sirano, che sta portando avanti tante iniziative per attirare sempre maggiore pubblico: mostre, visite speciali ai restauri, aperture serali e non da ultimo la riapertura dopo anni del Teatro Antico di Ercolano.

Si legge su Repubblica.it: “Sono orgoglioso di annunciare questi numeri, – dichiara il Direttore Francesco Sirano – dietro ad ognuna di queste presenze c’è grande impegno da parte di tutto il personale che ringrazio per il generoso impegno che quotidianamente assicura nell’adempimento dei compiti affidati e per il senso di appartenenza dimostrato. La direzione intrapresa è quella della tutela e valorizzazione del patrimonio culturale, nell’interesse dei cittadini residenti in questi territori e dei turisti che possano portare con sé l’esperienza di visita di un importante sito Unesco dell’area vesuviana”.

La Mostra SplendOri ha sicuramente contribuito ad attrarre turisti e visitatori: dedicata ai monili in oro appartenuti agli antichi abitanti di Ercolano,  si terrà nell’Antiquarium del Parco fino al 30 settembre. Dal 19 aprile invece inaugura “Close-up Restauri a porte aperte” dove ogni venerdì mattina dalle ore 11 alle ore 12 i visitatori del Parco potranno accedere ai cantieri di restauro in corso nell’area archeologica. Per il 26 aprile, in particolare, è previsto l’accesso al Sacello degli Augustali.

Tra le altre cose, il Parco ha pubblicato un avviso rivolto ad Enti del Terzo Settore, per la presentazione di manifestazioni di interesse per la concessione del Parco Amedeo Maiuri per la realizzazione di attività di coinvolgimento del pubblico, di valorizzazione culturale ed eventi di alto profilo scientifico, al fine di rendere il Parco sempre più accogliente e vivace nella sua proposta di divulgazione.

L’idea è di stilare un calendario di eventi culturali e scientifici che si integreranno con l’offerta del Parco per offrire una proposta sempre più ampia e diversificata.

Ricordiamo che il Parco Archeologico di Ercolano resterà aperto regolarmente nei giorni del 25 aprile e 1° maggio.

Ercolano – Come ogni venerdì Santo, oggi il mondo cristiano ricorda e commemora la Passione di Cristo. La Via Crucis serve proprio per rievocare il martirio e la crocifissione di Gesù, accompagnandola con speciali preghiere. Il Comune di Ercolano ha programmato una versione speciale di questa antica celebrazione.

La Via Crucis si svolgerà, infatti, all’interno degli Scavi di Ercolano, allestiti per l’occasione con un’illuminazione nuova e suggestiva. In testa alla processione ci sarà anche il Cardinale Sepe. Per chiunque non potesse partecipare e che volesse comunque seguire la particolare funzione, il sindaco di Ercolano, Ciro Buonajuto ha spiegato su Facebook come vederla in diretta.

La Via Crucis sarà trasmessa in diretta televisiva su Otto Channel TV, al canale 696 del digitale terrestre, ed in diretta streaming sul sito del canale: www.ottochannel.tv. L’inizio del commento è previsto per le ore 19:00, orario in cui dovrebbe partire anche la processione. Un modo semplice per consentire a tutti di assistere a questo suggestivo spettacolo.

Via IV Novembre

Via IV NovembreErcolano – Per consentire lo svolgimento della Via Crucis presieduta dal Cardinale Arcivescovo Crescenzio Sepe, il Comune di Ercolano ha emanato un apposito dispositivo di viabilità che interesserà le zone interessate dal corteo sin dal primo pomeriggio di domani.

Con l’ordinanza 93/2019 si stabilisce che dalle ore 15 sarà attivo il divieto di sosta con rimozione forzata in via IV Novembre (dall’incrocio con corso Resina all’incrocio con corso Italia) e in corso Italia (nel tratto compreso tra via IV Novembre e piazza Trieste). Dalle ore 14 sarà operativo il divieto assoluto di sosta in via Mare nel tratto tra piazza Fontana e corso Umberto.

A partire dalle ore 18 e fino al termine della manifestazione, inoltre, è prevista la sospensione temporanea della circolazione nelle aree di via IV Novembre, corso Italia e corso Resina interessate dalla processione.

Ercolano –  Fervono i preparativi per la Via Crucis che si terrà venerdì santo come da tradizione e sarà presieduta dal Cardinale Crescenzio Siepe. Il percorso partirà da Piazza Trieste e terminerà all’interno del Parco Archeologico. La cerimonia avrà inizio alle 19.30.

Per l’occasione è stato stabilito il dispositivo di traffico che sarà operativo a partire dalle ore 15 del 19 aprile e che prevede la chiusura al traffico e il divieto assoluto di sosta nelle aree di via IV Novembre, corso Italia e corso Resina interessate dalla processione.

Tutto il percorso della Via Crucis sarà illuminato grazie alle installazioni di Engie, player mondiale dell’energia e dei servizi, impegnata nella transizione a zero emissioni di Co2 al fianco di territori e imprese, partner del Comune di Ercolano nella gestione della pubblica illuminazione. Assicurerà una luce speciale e scenografica per l’intero percorso della Via Crucis.

Così commenta il sindaco Ciro Buonajuto l’iniziativa: “Sarà una delle cerimonie più seguite del Venerdì Santo e, sicuramente, tra le più suggestive visto che unisce la città moderna con quella risalente a duemila anni fa. Si è creata un’ottima sinergia con la Chiesa, il Parco Archeologico e le forze dell’ordine affinché tutto venga realizzato nel modo migliore. In tal senso, intendo ringraziare la società Engie per il prezioso contributo che metterà a disposizione di questa iniziativa i propri mezzi ed il proprio know-how”.

Engie provvederà ad illuminare il cammino della Via Crucis, in particolare all’interno del Parco Archeologico, mediante proiettori architetturali che evidenzieranno le stazioni del percorso creando un’atmosfera suggestiva.

“Siamo lusingati di essere ancora una volta al fianco del Comune di Ercolano e di poter partecipare attivamente a questa suggestiva cerimonia – ha dichiarato Fabrizio di Battista, Direttore Area Adriatica Sud di Engie Italia – Siamo soprattutto felici di essere vicini ai cittadini anche nelle occasioni speciali ed essere presenti in tradizioni più ricche di significato, storia e spiritualità”.

Ercolano – Dopo la sconfitta della Juventus di ieri sera contro l’Ajax e la conseguente eliminazione dalla Champions League ai quarti di finale, si è scatenata, immancabile, la felicità e l’ironia dei tifosi napoletani. Abbiamo visto come, allo scoccare del 90esimo minuto, molti abbiano addirittura sparato fuochi d’artificio per celebrare la pesante sconfitta dei bianconeri.

L’ironia si è diffusa subito sui social, offendendo la Juve per aver perso una partita che, sulla carta, doveva essere semplice e consentire un facile accesso alla semifinale. In particolare, punto cardine delle prese in giro è l’investimento milionario fatto per Cristiano Ronaldo proprio con l’obiettivo di vincere la competizione europea, soldi che, a quanto pare, non hanno dato i loro frutti.

Dall’ironia social, però, si è presto passati ai fatti. Già nella nottata di ieri sono stati organizzati veri e propri cortei funebri fuori le sedi della tifoseria juventina in tutta la provincia di Napoli. Processioni simboliche per evidenziare quanto sia stata mortalmente drammatica la sconfitta di ieri sera. A Ercolano, in via Alessandro Rossi, questa mattina è apparso un altarino con una bara di cartone: su di essa lo stemma della Juventus è ben visibile.

L’ironia non fa male a nessuno, certo, ma viene da chiedersi se tali manifestazioni non siano eccessive e di cattivo gusto. Usare immagini associate ad un avvenimento tanto doloroso quanto un decesso non è, forse, appropriato ad uno sfottò fra tifoserie. E’ vero anche che, nella tradizione napoletana, scherzare sulla morte o con la morte è una tradizione millenaria e spesso, negli anni, abbiamo avuto simili manifestazioni fatte bonariamente e solo per divertimento.

Andrea Sannino diventa papà

Andrea Sannino diventa papà

Andrea Sannino, il cantante originario di Ercolano, è diventato padre.

Dopo un solo anno dal matrimonio con Marinella Marigliano, con cui ha avuto il primo incontro nel lontano 2006, è nata la loro figlia. L’artista, che sta vivendo un periodo d’oro, è diventato papà della piccola Gioia. Nell’ultimo periodo il cantante si era esibito negli Stati Uniti, per la serata Los Angeles Italian Film Festival.

L’evento, si è tenuto al Chinese Theatre della città californiana. Segno evidente che la bravura ed il talento di questo cantante gli hanno permesso di calcare palcoscenici importantissimi. Questo artista, non ha dimenticato le proprie origini ed ha mostrato estrema sensibilità per il suo territorio. Infatti, ha devoluto il compenso di un concerto per la realizzazione di un campo sportivo polifunzionale (adatto sia al calcio che al basket). L’impianto sportivo sorge nel quartiere di Pugliano, dove anche lui da bambino si dilettava a tirare calci al pallone. A riprova della grandissima sensibilità e del grande cuore che lo caratterizza.

Sannino, immediatamente, tramite il proprio profilo Instagram, ha scritto: “È nata Gioia, abbracciame cchiu’ forte“, postando la foto dell’intera famiglia e mostrando un gran sorriso.
Il cantante ha ricevuto le congratulazioni e le felicitazioni da diversi colleghi ed artisti, alcuni più noti altri meno. Da Franco Ricciardi a Tony Maiello a Nico Desideri, finanche il portiere del Parma, di proprietà del Napoli, Luigi Sepe ha mandato un messaggio di auguri. Molti commenti e auguri hanno sottolineato che, la data di ieri, 14 Aprile, che coincideva con la Domenica delle Palme, fosse sicuramente di buon auspicio.

Particolarmente sentite le felicitazioni di Gianni Simioli, speaker di Radio Marte, una di quelle persone che ha sostenuto Andrea Sannino fin dagli esordi, scrivendo: “Da oggi ho una nipotina in più: Gioia!

Sannino, 36 anni, ha mosso i primi passi in teatro con lo spettacolo “C’era una volta Scugnizzi”, nel ruolo che fu ricoperto anche da Sal Da Vinci. Da qualche tempo è in cima alle classifiche online di Spotify con la canzone “Abbracciame“, nella sezione “Sound of Naples”. A tale riguardo l’artista ha tenuto a precisare che cantare nella lingua della propria città d’origine non sia un lavoro meno importante. Ha, infatti, detto:Cantare nella mia lingua non è fare un lavoro di serie B“.

Al Parco Archeologico di Ercolano a partire dal 19 aprile ci sarà il “Close-up Restauri a porte aperte”.

Ogni venerdì mattina, i visitatori del Parco, dalle 11:00 alle 12:00, potranno accedere ai cantieri di restauro in corso nell’area archeologica nell’ambito delle campagne di manutenzione sia programmata che straordinaria e parlare con i conservatori per scoprire il loro lavoro.

Il servizio verrà offerto dal Parco senza alcun costo aggiuntivo essendo già compreso nel prezzo del biglietto di ingresso al sito.

Venerdì 19 aprile si potrà accedere al cantiere della Sede degli Augustales. Un’ampia sala con un sacello centrale riccamente decorato con affreschi parietali; al centro della sala si conservano le grandi travi lignee, interamente carbonizzate, che servivano da supporto per il piano sovrastante.

L’intervento conservativo prevede la mappatura, la pulizia e il consolidamento dei dipinti murali e degli intonaci. Per la pavimentazione è prevista la rimozione dei depositi incoerenti e coerenti, il trattamento biologico e il consolidamento della coesione e dell’adesione degli strati preparatori. Per gli elementi di legno carbonizzato, è in corso lo smontaggio, la pulizia e il rimontaggio dei vassoi protettivi in plexiglass. Un’ulteriore operazione è prevista sui vetri protettivi posti a protezioni di frammenti lignei carbonizzati lungo la facciata nord, che, se facilmente asportabili, potranno essere rimossi e puliti adeguatamente o, altrimenti, verranno puliti in situ senza smontaggio.

Il direttore Sirano afferma:

L’apertura al pubblico dei cantieri di Manutenzione Programmata corrisponde ad una gestione partecipativa dei processi che vede da una parte la richiesta del nostro pubblico, sempre più appassionato e interessato, dall’altra il dovere di essere accessibili e trasparenti anche nella nostra pratica quotidiana in modo tale da rendere per tutti Ercolano laboratorio aperto. Il tutto avviene in coerenza con quanto voluto già dal grande studioso e Soprintendente Amedeo Maiuri di rendere vivo un luogo in apparenza non vivo ma che invece ha tanto da trasmettere e tramandare attraverso una modalità di fruizione aperta”.

Nel Parco archeologico di Ercolano sono inoltre in corso i lavori per la copertura della videosorveglianza dell’intero sito.

Il Parco ha ottenuto un finanziamento pari a 3,5 milioni di euro nell’ambito del PON “Legalità” 2014-2020 “Safety and Security per il Parco Archeologico di Ercolano” da parte del Ministero dell’Interno per realizzare un sistema moderno e rispettoso del contesto e della privacy dei visitatori.

È previsto il montaggio di 165 telecamere che sorveglieranno il perimetro del Parco, le strade e alcune delle domus più visitate. Il progetto, oltre al montaggio, prevede anche l’integrazione delle telecamere nel paesaggio antico. Il sistema, già operativo all’interno dell’Antiquarium, sarà attivato prima dell’estate e gestito da una sala regia monitorata 24 ore su 24.

Il direttore Sirano dichiara che:

“Questo organico sistema di videosoveglianza non solo sarà utile per l’accoglienza e la vigilanza degli spazi, ma sarà anche uno strumento duttile e intelligente per mappare in maniera anonima, e comunque nel pieno rispetto della normativa sulla privacy,  i flussi e i percorsi all’interno del sito in modo tale da programmare al meglio anche la rotazione dei monumenti accessibili.” 

Per maggiori informazioni e per scoprire i cantieri visitabili consultare il sito www.ercolano.beniculturali.it

sospensione acqua

sospensione acqua

Sospensione dell’erogazione idrica nei comuni di Portici ed Ercolano per lavori programmati, ad avvisare gli utenti è GORI.

PORTICI

da martedì 16 aprile 2019 alle 20:00 a mercoledì 17 aprile 2019 alle 06:00

Via Armando Diaz tratto Compreso tra Incrocio Via Aldo Moro e Corso G. Garibaldi, Via Della Liberta’ tratto Compreso tra incrocio Via Aldo Moro e Piazza San Ciro, Via Gaetano Poli tratto Compreso tra Via Aldo Moro e Viale L. Da Vinci, Via Aldo Moro, Via Cardano, Viale Leonardo Da Vinci, Viale Ventimiglia, Viale Michelangelo, Via Galileo Galilei, Piazzale Brunelleschi, Via Benvenuto Cellini, Piazza San Ciro, Corso G. Garibaldi, Via Benedetto Croce, Via Immacolata, Via Nastri, Via Università, Via I Immacolata, Via Arlotta, Viale Alemagna, Via G. Marconi, Via Naldi, Via Ponte Viola, Via C. e L. Giordano, Traversa Longobardi, Via Giovanni Amendola, Via Marittima, Via De Gregorio, Via Zumbini, Viale Rossini, Via Gravina, Piazza Gravina, Via Pagliano, Via Zuppetta, Via San Cristofaro, Viale Leone, Via Dalbono, Via Roma, Viale Melina, Via Lagno, Via Moretti, Via Bellucci Sessa, Largo Croce, Via Pietrarsa, Viale I Camaggio, Viale II Camaggio, Via Giovanni Farina, Via Martiri di Via Fani, Via Lorenzo Rocco, Via Guglielmo Marconi, Via Bagnara, Via Ragazzi del 99, Via Vittorio Emanuele, Viale Luigi Ascione, Via E. Gianturco, Corso Umberto I, Piazza San Pasquale, Molo Granatello ed in tutte Le altre strade e traverse interposte tra le succitate vie.

ERCOLANO

da martedì 16 aprile 2019 alle 20:00 a mercoledì 17 aprile 2019 alle 06:00
Via Supportico Sansone, via Guglielmo Marconi, via Scivola Ortora, via Roma, via Emilio Bossa, via Pugliano, Vicolo Palma, via Ortora, via Aldo Moro fino a incrocio Corso Italia, via Quattro Orologi, Piazza Trieste, via Supportico Sarlo, Corso Resìna, via Generale Gennaro Niglio, via Dogana, via Nuovo Alveo, via Scivola Ascione, via Gabriele D’annunzio fino ad incrocio con via Fiorillo, via Sant’elena, via Macello, via Università, via Savastano, Corso Italia, via Fontana, via IV Novembre, via Marittima, via, Acampora, Corso Umberto I, Vicolo Favorita, via Napoli, via Cortili, via Arturo Consiglio, via Palma, via Supportico Sant’Anna, via Giardini, via Croce Dei Monti, via Mare, via Pace, via Panto, via Cuparella, via Alessandro Rossi, via Pignalver, via Achille Consiglio, via Trentola, via Marittime dd in tutte le altre strade e traverse interposte tra le succitate vie.

Una vicenda che ha dell’assurdo: due persone si sono fermate all’incrocio di San Vito, ad Ercolano e hanno smontato una panchina pubblica, l’hanno caricata in macchina e hanno cercato di portarla via.

Il video è stato girato da alcuni cittadini e postato sui social dal sindaco Ciro Buonajuto. La vicenda dopo è proseguita: Luigi, un cittadino del luogo, è andato da queste due persone ed ha tirato la panchina fuori dal cofano, mentre altri chiamavano i Vigili. I due tizi sono fuggiti lasciando la panchina lì dov’era. Ora è stata affidata all’Ufficio Segnaletica che la rimetterà al suo posto.

Grazie a Luigi e a tutte le persone perbene – ha dichiarato il sindaco di Ercolano – che si sono ribellate al comportamento di questi schifosi: rubare una panchina in pieno giorno, in un incrocio trafficatissimo. Roba da pazzi, ma dimostra che se tutti insieme ci ribelliamo a questi vigliacchi possiamo vincerla“.


Spaventoso incidente avvenuto pochi istanti fa ad Ercolano, sulla via Benedetto Cozzolino
. C’è stato uno scontro frontale tra auto e moto, all’altezza dell’incrocio con via S. Vito. Sul posto è intervenuta l’ambulanza che, proprio in questi istanti, sta soccorrendo un ragazzo, rimasto a terra a seguito del forte impatto.

Dalle immagini che abbiamo catturato, si può vedere la moto finita coinvolta nello scontro. Per il momento scarseggiano le informazioni sull’esatta dinamica dell’incidente, ma si può ipotizzare un mancato rispetto delle precedenze, soprattutto in una via particolarmente trafficata come la Benedetto Cozzolino.

concorsiUn’ottima opportunità per i giovani arriva dall’associazione AssOrienta e la scuola Nissolino Corsi di Ercolano, che premieranno ragazzi e ragazze meritevoli con ben 300 borse di studio per la preparazione ai concorsi in divisa.

“Onore al merito” questo il nome dell’iniziativa nazionale promossa da AssOrienta, l’Associazione Orientatori Italiani impegnata da anni nel settore dell’orientamento allo studio e al lavoro presso le scuole secondarie di secondo grado. L’iniziativa è organizzata in collaborazione con la Nissolino Corsi, scuola leader in Italia per la preparazione ai concorsi nelle Forze Armate e nelle Forze di Polizia. 

Gli orientatori professionali di AssOrienta affiancano i giovani nella difficile fase post diploma, aiutandoli a scegliere il giusto percorso di studio o il giusto percorso lavorativo. La Scuola Nissolino Corsi, da oltre trent’anni, si occupa di formazione specifica per l’avvio alla carriera nelle Forze Armate o nelle Forze di Polizia.

È dall’unione tra queste due realtà che nasce il programma di orientamento alle carriere in divisa, che ha toccato moltissime scuole secondarie di secondo grado e i maggiori saloni di orientamento scolastici in Italia.

Il Dott. Emanuele Buscarino, presidente di AssOrienta: “L’iniziativa ‘Onore al Merito’ è il risultato di un percorso di studio e ricerca fatto insieme alla Scuola di preparazione Nissolino Corsi. Da questo lavoro congiunto è nato il primo Osservatorio sulle professioni in divisa, grazie al quale abbiamo notato che molti giovani vorrebbero fare carriera nelle Forze Armate o nelle Forze di Polizia, ma che in pochi sanno bene come muovere i primi passi e, soprattutto, quali sono le reali prospettive di studio e lavoro offerte. Per questo motivo, oltre a svariate attività d’informazione e sensibilizzazione, abbiamo deciso di indire il bando di concorso “Onore al Merito”, così da poter dare una possibilità concreta a quei giovani meritevoli che desiderano avviare la carriera in divisa”.

Il progetto “Onore al Merito” assegnerà 300 borse di studio rivolte a giovani tra i 17 e i 22 anni non compiuti che siano in possesso della cittadinanza italiana e di un diploma di maturità o che siano in grado di ottenerlo entro la fine dell’anno scolastico 2019/2020. Le borse erogate permetteranno ai vincitori di frequentare un Percorso di Studio Superiore della durata di un anno presso la Nissolino Corsi. Il Percorso di Studio è strutturato in modo da poter fornire a ciascuno studente una preparazione completa e strumenti adeguati per affrontare in modo opportuno tutti i concorsi nelle Forze Armate e nelle Forze di Polizia.

Il centro Nissolino Corsi (città centro) aderisce all’iniziativa “Onore al Merito” e metterà a disposizione 2 borse di studio totali (copertura 100% del costo totale) e 4 borse di studio parziali (copertura 50% del costo totale) per i ragazzi del territorio risultati meritevoli al termine di un concorso di selezione strutturato su tre prove:

1) Prova di preselezione – 13 Maggio 2019 ore 16,00 (solo al raggiungimento di 25 concorrenti per centro)
2) Prova scritta di composizione italiana – 20 Maggio 2019 ore 14,00
3) Accertamenti psico-attitudinali – 23-24 Maggio 2019 ore 16,00

I concorrenti dovranno presentarsi nelle date indicate presso il Centro Nissolino Corsi (città centro) in (indirizzo centro Nissolino Corsi). Sarà possibile presentare la domanda di partecipazione al concorso “Onore al Merito” esclusivamente online a partire da lunedì 18 Marzo 2019 fino a venerdì 3 Maggio 2019 nella pagina web dedicata. Allo stesso indirizzo è possibile scaricare il bando di concorso per conoscere tutte le modalità di svolgimento del concorso e i criteri di valutazione utili alla formazione delle graduatorie finali da cui emergeranno i nomi dei vincitori delle borse di studio.

Scavi e Mav di Ercolano illuminati di blu per la Giornata mondiale della consapevolezza sull’Autismo. Nelle notti tra l’1 e il 3 aprile gli ingressi di due delle principali attrazioni culturali della città vengono illuminate con luci blu per sensibilizzare la popolazione sul tema dell’Autismo.

«Questa iniziativa vuole essere un segnale di vicinanza alle tante persone che convivono con questo disturbo che non è sempre facile da diagnosticare e che comporta tanta sofferenza a coloro che ne sono affetti e alle loro famiglie – dice il sindaco di Ercolano Ciro Buonajuto -. Grazie al contributo di Engie, il concessionario della pubblica illuminazione in città, abbiamo compiuto un gesto dall’alto valore simbolico colorando di blu gli ingressi di due siti culturali che ogni giorno ospitano migliaia di visitatori».

Nella giornata di oggi, associazioni di volontariato ed assistenza saranno presenti in Piazza Trieste un gazebo per distribuire materiale informativo sull’Autismo. Dal calar del sole fino all’alba di domani, le luci alle facciate di ingresso a Scavi e Mav torneranno a colorarsi di blu: «Ringraziamo le associazioni che ogni giorno si impegnano nell’assistenza alle persone affette da autismo e, più in generale, tutti coloro che operano a sostegno dei disabili – spiega l’assessore alle Politiche Sociali Giampiero Perna -. A Ercolano esiste una straordinaria rete di solidarietà composta da associazioni e volontari che integrano il lavoro svolto dal Comune a supporto delle fasce più deboli».

Beagle on green grass

Ercolano – Continuano le importanti iniziative sociali nella cittadina vesuviana: il 31 marzo 2019 al Parco Miglio d’Oro si terrà la terza edizione di “Una Giornata a 4 Zampe”, dedicata ai nostri amici pelosetti.

Dalle ore 9,30 alle ore 13,00 sarà possibile portare i nostri amici a 4 zampe per effettuare la microchippatura gratuita. Insieme al vicesindaco con delega alla tutela degli animali, al dott. Luigi Fiengo, insieme con l’Associazione Emozioni a 6 zampe, oltre a questo momento importante si terrà la campagna “Adotta un cane”. L’associazione Ercolano Viva è l’organizzazione coordinatrice della manifestazione.

Sarà una giornata importante per mettere in regola in modo gratuito i nostri cani e un momento per parlare di animali abbandonati e della loro adozione.

Importante: i cani dovranno avere guinzaglio, paletta e sacchetto come prevede la norma.

 

I bambini delle quinte classi del 2°circolo F.Giampaglia di Ercolano, dopo un percorso multidisciplinare sul fenomeno della violenza sulle donne che ha visto la partecipazione attiva di tutti gli alunni attraverso metodologie inclusive e cooperative, hanno partecipato al concorso “Paroledelgenere” con diversi lavori: poesie, manifesto, racconto, scatto fotografico. La classe 5C si è classificata al primo posto nella categoria “Scatto fotografico”.

Lo scatto fotografico premiato rivela una significativa immagine a specchio in cui due coppie di uomini/bambini innamorati proteggono la propria donna/bambina con una copertina di pile, come gesto per indicare Amore. Ma attenzione: analizziamo in che modo avviene:

  • nel caso dell’uomo in bianco – e non a caso è stato scelto questo colore simbolo della purezza e della sincerità- il volto del bambino
    é tenero e rassicurante mentre protegge con la sua copertina di pile rossa la donna che ama, dunque simbolo del suo AMORE VERO E PREMUROSO;
  • nel caso dell’uomo in nero – ed anche qui non è un caso il colore simbolo della tragedia, del disprezzo e della crudeltà- il volto del bambino è cattivo e ambiguo perché mentre sembra che voglia proteggere con la copertina la sua donna, si vede spuntare un pugnale come simbolo del suo AMORE MALATO, OSSESSIVO e INAPPROPRIATO.

Dunque con questo lavoro i nostri bambini hanno voluto dimostrare che tutti gli uomini dicono di AMARE ma c’è qualcuno che non ha capito qual è il VERO significato di questo meraviglioso SENTIMENTO.

Visti i continui casi di violenza sulle donne che in quest’ultima settimana hanno visto proprio la città di Ercolano coinvolta in un increscioso episodio di cronaca risulta importante mettere in evidenza che le scuole sono sempre in prima linea per riflettere con gli studenti sulle problematiche di genere e sui valori di rispetto e amore.

Il 2° Circolo  Didattico di Ercolano è impegnato da sempre sulla difesa dei diritti di tutti e di ciascuno nell’ottica della convivenza civile tra generi diversi, religioni, razze  perché tutte e tutti appartengono alla razza umana e la vita è un bene da salvaguardare.

Il Comune di Ercolano con il Sindaco Ciro Buonajuto e l’Assessore alla Pubblica Istruzione Lucia Busiello, considerata la valenza e l’importanza del prestigioso risultato ottenuto dai bambini, finanzierà la partecipazione degli studenti alla manifestazione di premiazione in programma per il prossimo 27 marzo presso il Consiglio Regionale della Campania e sarà presente all’evento con una sua delegazione: «Trattare questi argomenti in una comunità come la nostra, che proprio recentemente è stata toccata da un caso di cronaca di rara violenza, è di straordinaria importanza – dice il sindaco Buonajuto – La vittoria di questo concorso è un’ulteriore testimonianza del valore dei nostri ragazzi e della sensibilità degli insegnanti che, seppur tra mille difficoltà, svolgono un lavoro eccezionale».

“Era una persona instabile ma non un pazzo, perché un pazzo non fa quello che lui ha fatto a me”. Così si apre l’intervista a Maria Antonietta Risitani, la donna scampata all’aggressione del marito Ciro Russo, 42enne originario di Ercolano. Il 12 Marzo scorso, l’uomo era evaso dagli arresti domiciliari, aveva raggiunto la donna a Reggio Calabria, e ha cercato invano di ucciderla dandole fuoco in auto.

L’intervista è andata in onda oggi su Storie Italiane, uno dei programmi del mattutino di RaiUno. Proprio nello stesso programma in cui ieri si era discusso del caso del “Terapista Orco”, Maria Antonietta, dal letto dell’ospedale presso il quale è ricoverata, ha ricordato l’angoscioso evento, raccontando il tutto nei minimi particolari.

“Mi ha speronato la macchina. Mi ha buttato la benzina e mi ha detto ‘muori’. Ho iniziato a sentire il calore delle fiamme. Ho aperto lo sportello della macchina dal lato passeggero, dove c’era lui, e sono scappata. Lui mi ha buttato la benzina sul volto dicendo di nuovo ‘muori’. Ho spento il viso in una pozzanghera. Ho cominciato a spogliarmi per strada fino ad arrivare in un luogo in cui, la prima cosa che ho fatto è stato specchiarmi. In quello specchio, pur vedendo come ero combinata, mi sono detta ‘Maria Antonietta ce l’hai fatta’. Ho chiamato subito la Polizia perché avevo paura per i miei figli”.

La donna ha anche approfittato delle telecamere di RaiUno per lanciare un importante messaggio. Ella stessa ha spiegato: “Dopo questa situazione ho iniziato ad avere più fiducia in me stessa e a voler più bene alle persone. Rido spesso con il mio primario, il dottor Maggio, con la dottoressa Angelini che mi fa sentire bella. Rido con i miei familiari, mi coccolano tutti quanti. Difficilmente mi arrabbio. Ho iniziato ad apprezzare le cose belle della vita, la semplicità, e a ricordare l’infanzia. E quindi dico una cosa, non tutti i mali vengono per nuocere”.

Insomma, vi è stata una testimonianza importante su un caso di cronaca nera dei nostri giorni. Uno scenario che dovrebbe far riflettere non solo sul tema della violenza, ma anche su quello della sicurezza. 

Per guardare la puntata cliccare qui.

Ercolano – Un campetto di calcio nel territorio che, fino a qualche anno, era la roccaforte della camorra. È l’ennesimo segnale contro la criminalità nella città alle falde del Vesuvio, che dimostra giorno dopo giorno come, grazie al coraggio dei cittadini e alla collaborazione con le autorità, sia possibile debellare il principale cancro della nostra società.

Domenica mattina a Ercolano sarà inaugurato un campo di calcetto all’interno del Parco pubblico di Piazza Pugliano. Il campo potrà essere utilizzato gratuitamente dai ragazzi della città ed, in particolare, dai tanti ragazzi che vivono nel popoloso quartiere di Pugliano fino a pochi anni fa vera e propria roccaforte dei clan della camorra.

L’iniziativa è stata realizzata grazie all’impulso del cantautore Andrea Sannino che ha donato le porte da calcetto, immediatamente seguito dall’Amministrazione Comunale che ha realizzato un campo di gioco al centro dell’area verde.

Il Parco di Piazza Pugliano è stato aperto da circa un anno ed è già diventato un quotidiano punto di ritrovo per migliaia di bambini e genitori in un territorio in cui prima mancavano del tutto spazi di svago all’aperto.

Con la Marcia della Legalità domani a Ercolano sarà celebrata la Giornata nazionale della Memoria per le Vittime delle mafie.

A partire dalle ore 9, i ragazzi degli istituti scolastici cittadini saranno impegnati nella Marcia della Legalità organizzata dall’Amministrazione Comunale e dalle Scuole di Ercolano. L’iniziativa è inclusa nel progetto “A scuola di sicurezza, legalità, giustizia, ambiente” che vede impegnanti nel corso dell’anno scolastico rappresentanti di istituzioni e forze dell’ordine, parrocchie, associazioni, docenti e studenti.

Nell’ambito del progetto, dall’inizio di questa settimana sono in corso al Mav una serie di eventi che hanno coinvolto oltre mille studenti. La Marcia prenderà il via da Piazza Pugliano con un corteo che percorrerà via IV Novembre e corso Resina fino al Parco del Miglio d’Oro dove sono previsti i saluti delle autorità e un momento di riflessione in ricordo delle Vittime delle mafie.

Poche settimane fa era stata annunciata la riapertura del Teatro Antico di Ercolano e la possibilità di acquistare biglietti per effettuare la visita nel sito archeologico. Nella giornata di ieri c’è stata la prima domenica di apertura e si è registrato il sold out di visite.

E’ stato il primo di tre turni di apertura che permetteranno ai visitatori di poter ammirare un luogo unico e suggestivo, in gruppi o singolarmente. Nel Teatro Antico possiamo trovare resti dell’edificio, reperti, graffiti che sono stati lasciati nei secoli da chi lo aveva visitato in precedenza, prima della chiusura.

Il teatro antico era stato aperto già lo scorso anno per sperimentazione ed era stato visitato da giugno ad ottobre dal pubblico in alcune giornate speciali. A 20 anni dalla chiusura e dopo lavori di messa in sicurezza può finalmente mostrarsi, ancora una volta, al mondo intero. Ha sempre suscitato interesse, sin dalla sua scoperta, sia da parte dei napoletani che da parte di chi visitava Napoli. Il Teatro Antico fu sepolto dall’eruzione del Vesuvio nel 79 d.C e fu il primo dei siti vesuviani ad essere scoperto dopo la tragedia.

Da domani, 17 marzo 2019, riapre in maniera permanente il Teatro Antico di Ercolano, tornato agibile dopo 20 anni di chiusura. Il teatro era stato riaperto al pubblico, in via eccezionale, alcuni mesi fa, ma ora è pronto per tornare a completa disposizione dei turisti.

Le visite si terranno tutte le domeniche, a partire da domani, e saranno comprese in uno speciale percorso sotterraneo nell’antico teatro.

Il costo dei biglietti è di 10 euro (intero) e di 2 euro  (ridotto per ragazzi con età compresa tra i 18 e i 25 anni). I biglietti si potranno acquistare sia presso lo sportello della biglietteria degli Scavi di Ercolano, sia in prevendita sul sito Ticketone con un costo aggiuntivo di 1.50 €.

Il percorso di visita è riservato a persone maggiorenni ed è diverso da quello degli Scavi di Ercolano.

Le visite seguiranno i seguenti turni:

– ore 10:00 percorso accompagnato in inglese, con possibilità anche in italiano (raduno in biglietteria ore 9.30)

– ore 11:00 in italiano (raduno in biglietteria ore 10.30)

– ore 12:00 percorso accompagnato in inglese, con possibilità anche in italiano (raduno in biglietteria ore 11.30)

E’ terminata ieri la fuga di Ciro Russo, il 42enne che aveva dato fuoco all’auto in cui si trovava l’ex moglie, nel parcheggio del liceo artistico di Reggio Calabria.

Russo, che aveva dei precedenti per maltrattamenti, era evaso dai domiciliari ed è stato arrestato ieri sera dalla polizia nei pressi di una pizzeria del centro storico della città. L’ex moglie ha riportato gravi ustioni su tutto il corpo ed è ricoverata presso il centro ustionati di Bari in prognosi riservata.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più