Notizie di Ercolano

Tutte le informazioni e notizie sulla città di Ercolano

Con la Marcia della Legalità domani a Ercolano sarà celebrata la Giornata nazionale della Memoria per le Vittime delle mafie.

A partire dalle ore 9, i ragazzi degli istituti scolastici cittadini saranno impegnati nella Marcia della Legalità organizzata dall’Amministrazione Comunale e dalle Scuole di Ercolano. L’iniziativa è inclusa nel progetto “A scuola di sicurezza, legalità, giustizia, ambiente” che vede impegnanti nel corso dell’anno scolastico rappresentanti di istituzioni e forze dell’ordine, parrocchie, associazioni, docenti e studenti.

Nell’ambito del progetto, dall’inizio di questa settimana sono in corso al Mav una serie di eventi che hanno coinvolto oltre mille studenti. La Marcia prenderà il via da Piazza Pugliano con un corteo che percorrerà via IV Novembre e corso Resina fino al Parco del Miglio d’Oro dove sono previsti i saluti delle autorità e un momento di riflessione in ricordo delle Vittime delle mafie.

Poche settimane fa era stata annunciata la riapertura del Teatro Antico di Ercolano e la possibilità di acquistare biglietti per effettuare la visita nel sito archeologico. Nella giornata di ieri c’è stata la prima domenica di apertura e si è registrato il sold out di visite.

E’ stato il primo di tre turni di apertura che permetteranno ai visitatori di poter ammirare un luogo unico e suggestivo, in gruppi o singolarmente. Nel Teatro Antico possiamo trovare resti dell’edificio, reperti, graffiti che sono stati lasciati nei secoli da chi lo aveva visitato in precedenza, prima della chiusura.

Il teatro antico era stato aperto già lo scorso anno per sperimentazione ed era stato visitato da giugno ad ottobre dal pubblico in alcune giornate speciali. A 20 anni dalla chiusura e dopo lavori di messa in sicurezza può finalmente mostrarsi, ancora una volta, al mondo intero. Ha sempre suscitato interesse, sin dalla sua scoperta, sia da parte dei napoletani che da parte di chi visitava Napoli. Il Teatro Antico fu sepolto dall’eruzione del Vesuvio nel 79 d.C e fu il primo dei siti vesuviani ad essere scoperto dopo la tragedia.

Da domani, 17 marzo 2019, riapre in maniera permanente il Teatro Antico di Ercolano, tornato agibile dopo 20 anni di chiusura. Il teatro era stato riaperto al pubblico, in via eccezionale, alcuni mesi fa, ma ora è pronto per tornare a completa disposizione dei turisti.

Le visite si terranno tutte le domeniche, a partire da domani, e saranno comprese in uno speciale percorso sotterraneo nell’antico teatro.

Il costo dei biglietti è di 10 euro (intero) e di 2 euro  (ridotto per ragazzi con età compresa tra i 18 e i 25 anni). I biglietti si potranno acquistare sia presso lo sportello della biglietteria degli Scavi di Ercolano, sia in prevendita sul sito Ticketone con un costo aggiuntivo di 1.50 €.

Il percorso di visita è riservato a persone maggiorenni ed è diverso da quello degli Scavi di Ercolano.

Le visite seguiranno i seguenti turni:

– ore 10:00 percorso accompagnato in inglese, con possibilità anche in italiano (raduno in biglietteria ore 9.30)

– ore 11:00 in italiano (raduno in biglietteria ore 10.30)

– ore 12:00 percorso accompagnato in inglese, con possibilità anche in italiano (raduno in biglietteria ore 11.30)

E’ terminata ieri la fuga di Ciro Russo, il 42enne che aveva dato fuoco all’auto in cui si trovava l’ex moglie, nel parcheggio del liceo artistico di Reggio Calabria.

Russo, che aveva dei precedenti per maltrattamenti, era evaso dai domiciliari ed è stato arrestato ieri sera dalla polizia nei pressi di una pizzeria del centro storico della città. L’ex moglie ha riportato gravi ustioni su tutto il corpo ed è ricoverata presso il centro ustionati di Bari in prognosi riservata.

Ercolano rifiuti tossici
Ercolano rifiuti tossici
Foto di repertorio

Ercolano – Sversava scarpe e medicinali scaduti per strada: è quanto è stato scoperto dalla Polizia Municipale durante le attività di controllo contro lo sversamento abusivo di rifiuti sul territorio ercolanese. L’uomo rischia fino a due anni di carcere.

Il soggetto era intento a scaricare da un’automobile grossi sacchi neri nel tratto di strada tra il prolungamento Corso Italia e via Doglie. È stato appurato che il materiale sversato era composto da una grande quantità di calzature e scarti tessili, oltre che medicinali scaduti. Contro l’uomo, un 45enne di Ercolano, è scattata la denuncia per una serie di violazioni del Codice dell’Ambiente: previsti fino a due anni di reclusione e una multa di 26mila euro.

È stata subito sequestrata l’automobile utilizzata per gli sversamenti abusivi che risultava anche senza copertura assicurativa.

Ha viaggiato per oltre 400 chilometri per raggiungere Reggio Calabria ed uccidere l’ex moglie, vederla bruciare viva sotto i suoi occhi. Così Ciro Russo, di Ercolano, poco dopo le 8.40 di stamattina ha dato fuoco all’auto dove si trovava la donna.

Tutto fuori il liceo artistico della città, in una zona centralissima. Dopo il folle gesto subito si è allontanato a bordo della sua autovettura, una Hyundai i30 di colore grigio scuro targata FF685FW. I soccorsi sono arrivati subito prelevando la donna, ustionata al 70% e trasferendola al centro grandi ustioni di Brindisi.

La Questura ha diramato la foto di Ciro Russo e della sua auto, l’uomo è ricercato dalla Polizia. E’ di corporatura robusta, brizzolato, alto quasi un 1.90, con occhi marroni.

Stamani, verso le 8.30, in Via Frangipane a Reggio Calabria, un noto pregiudicato dopo aver aperto la portiera dell’auto ha scagliato del liquido infiammabile sull’ex moglie, dandole fuoco davanti ad un liceo. L’uomo, protagonista dell’ennesima violenta a discapito delle donne è  già noto alla polizia, ricercato per essere evaso dagli arresti domiciliari ad Ercolano.

Il criminale, che quasi sicuramente si è ustionato, dopo il misfatto è fuggito. La povera vittima, ora, presenta gravi ustioni su molte parti del corpo.  Il sindaco di Ercolano, Ciro Buonajuto, addolorato della vicenda, informa sulla piattaforma di Facebook che “la Polizia di Stato lo sta cercando e si spera di ritrovarlo il più presto possibile. Ho appreso in questi minuti del tragico episodio avvenuto a Reggio Calabria in cui è stata incendiata un’automobile con una donna al suo interno  – scrive addolorato Buonajuto – sembra che il responsabile di questa vicenda sia un cittadino ercolanese. Si tratta di un gesto bestiale, spero che le forze dell’ordine possano nel più breve tempo assicurarlo alla giustizia. Alla donna va la più sentita solidarietà e l’augurio di riprendersi dai gravi traumi riportati”.

Le violenze contro le donne sembrano senza fine in questi giorni: dallo stalking alla violenza verbale fino ad arrivare ad aggressioni e omicidi. La morte di Fortuna Bellisario ne è un esempio. A soli 36 anni, Fortuna è morta per mano del marito, lasciando tre figli.

La fiaccolata di ieri per la ragazza è la prova che le donne non si arrendono e non si arrenderanno mai: combatteranno, denunceranno e, probabilmente, non difenderanno mai più i mariti, anche se innamorate.

apertura scuole

apertura scuoleLe pessime condizioni meteo pronosticate per la giornata di domani martedì 12 marzo, con annessa allerta meteo della Protezione Civile, non spaventano i sindaci dei maggiori comuni vesuviani che poco fa hanno comunicato la regolare apertura delle scuole. Scelta diversa rispetto a quanto fatto dal sindaco di Napoli che per domani ha indetto la chiusura di tutte le scuole.

Ecco il comunicato

Analizzato il Bollettino Meteo regionale i Sindaci di Torre del Greco, Ercolano, Portici, San Giorgio a Cremano, San Sebastiano al Vesuvio, Massa di Somma, Cercola, Volla, Sant’Anastasia e Pollena Trocchia comunicano che le scuole dei rispettivi territori saranno regolarmente APERTE. Le condizioni meteo previste non sono tali da giustificare la chiusura.

Pezze americane - mercato di Resina
Pezze americane - mercato di Resina
Mercato delle pezze di Resina anni ’60 (FONTE: Pagina Fb Coop Mercato di Resina a.r.l)

La Seconda Guerra Mondiale all’Italia ha lasciato in dote dolori, distruzione e morti, e una vittoria di cui certo non ci si può vantare. Ma, soprattutto durante la parte finale del conflitto, coincisa con l’intervento statunitense, ha anche significato la nascita di un nuovo business, quello delle “pezze” americane, vendute in particolar modo presso il mercato di Resina, dal 1969 Ercolano.

Quest’ultimo è nato durante la Seconda Guerra Mondiale, nel 1944, si cominciarono a smerciare oggetti e vestiti trafugati ai convogli americani di passaggio ed è cresciuto negli anni successivi -dove ognuno s’inventava commerciante e vendeva o barattava quel poco di cui poteva fare a meno per procurarsi quello che gli era indispensabile – fino a diventare un’istituzione.

Ciò nonostante i prodotti venduti non fossero certo di prim’ordine: le “pezze americane”, infatti, erano per lo più indumenti, calzature e pellicce di seconda mano. Esse giungevano dall’America sulle bancarelle di varie cittadine italiane, nell’ambito del Piano Marshall (a sostegno della ripresa economica europea), dal nome dell’allora Presidente degli USA.

Pezzo pregiato di un commercio in quegli anni molto florido erano soprattutto i jeans a stelle e strisce: Ercolano, infatti, fu una delle prime città d’Europa in cui vennero venduti questi tipi di pantaloni, che arrivavano in città, prima grazie ai militari americani di stanza in Italia, e poi con balle di indumenti usati provenienti direttamente dagli Stati Uniti. Solitamente venivano venduti esponendoli direttamente sul suolo, dopo aver aperto le balle nelle quali erano contenuti. Nel dopoguerra, poi, tra i vicoli di Pugliano cominciarono ad essere venduti anche pantaloni, giacche e camice provenienti da tutto il mondo.

Il mercato di Resina probabilmente il più famoso dei mercati di oggetti usati, abiti di seconda mano e surplus militare dell’intero meridione, si svolge durante tutta la settimana, compresa la domenica, tra le viuzze affollate e le piazze intorno a via Pugliano, a Ercolano. Superato un momento di crisi (dopo il terremoto degli anni Ottanta, quando gli edifici di via Pugliano avevano subito ingenti danni strutturali) il mercato – come riportato dallo stesso Comune di Ercolano sul proprio sito ufficiale – è rinato dopo il 1996, grazie a un intenso programma di ristrutturazione e riqualificazione.

Resina è il paradiso dell’abbigliamento vintage e ci si può trovare praticamente tutto quello che si è sempre desiderato, dalle pellicce ai vestitini di Chanel, dai jeans anni Settanta alle scarpe di Manolo Blanick, dalle borse di vernice bon ton ai cappelli d lana dei combattenti afghani. Oltre ai venditori di quelle che un tempo si chiamavano “pezze” (stracci) e che adesso sono ricercatissimi capi di abbigliamento, è possibile trovare gioielli falsi e veri, bigiotteria d’epoca, e merci nuove a basso costo. Molto frequentato dai giovani di tutta Napoli, naturalmente, e dai costumisti di Cinecittà: provengono da Resina, tanto per citarne alcuni, gli abiti di scena di film come “I cento passi”, “La meglio gioventù”, “Prima dammi un bacio”.

Sversava guaine e calcinacci nella zona alta di Ercolano, i vigili lo incastrano. Una denuncia per abbandono di rifiuti e il sequestro del veicolo: questi i provvedimenti adottati nei confronti di un 70enne residente nella zona alta di Ercolano sorpreso a sversare in via Fossogrande ingenti quantità di materiali di risulta dell’edilizia e grossi sacchi neri contenenti guaina bituminosa.

Grazie ad appostamenti e monitoraggio delle immagini delle videosorveglianza, la Polizia Municipale di Ercolano ha individuato la Peugeot station wagon che da qualche tempo era utilizzata per sversare scarti edili lungo le strade periferiche della città. Nella serata di ieri è scattato il blitz: gli agenti diretti dal comandante Francesco Zenti hanno colto in flagrante l’uomo mentre depositava sulla strada pubblica una grossa quantità di guaine e calcinacci.

Immediato è scattato il sequestro della vettura e una denuncia penale per la quale il 70enne ora rischia da sei mesi a due anni di reclusione con un’ammenda fino a 26mila euro. «Pugno duro e controlli serrati contro questi delinquenti che avvelenano il nostro territorio – commenta il sindaco di Ercolano Ciro Buonajuto La nostra è una battaglia di civiltà che va combattuta con le forze dell’ordine, ma anche e soprattutto con la collaborazione di tutte le persone perbene della nostra città».

villa-dei-papiri

villa-dei-papiriTra le bellissime iniziative organizzate per la “Settimana dei Musei” dal Mibac, il Parco Archeologico di Ercolano consentirà ai visitatori dal 5 al 10 marzo, dalle ore 13.30 alle ore 15.30, di assistere al restauro live, nel laboratorio dell’Antiquarium del Parco, di due frammenti di pittura appartenenti molto probabilmente all’apparato decorativo di Villa dei Papiri riscoperti nell’ambito delle campagne di riordino dei depositi e ritrovati nel corso degli scavi del 1996-98.

I frammenti potrebbero essere riferiti al secondo stile ed essere stati dipinti tra il 50 e il 25 a.C. Pareti con pitture di questa fase sono presenti ad Ercolano prevalentemente nell’area della Villa dei Papiri e nelle dimore più prestigiose i cui proprietari volutamente non avevano aggiornato le decorazioni alla moda in auge al momento dell’eruzione del Vesuvio. I frammenti che si restaureranno sono ricoperti da depositi che ne offuscano i colori originali, per questo la scelta è stata maturata dal desiderio di poter recuperarne la cromia. Sarà interessante per il pubblico assistere alle fasi di pulitura che permetteranno il riaffioramento delle pennellate originali.

Come spiega Elisabetta Canna, funzionaria restauratrice, sui frammenti, adagiati su pannelli di vetroresina, “si cercherà di far prima una pulitura a secco e poi con un tamponcino con solvente chetonico si andranno a rimuovere i residui di resina che sono stati utilizzati per fissare le garze e tenerli in deposito”.

“Non verrà fatto, credo, un ritocco pittorico, perché non è necessario, ma una pulitura che riporterà alla luce la brillantezza dei colori originali”.

I frammenti rappresentano parti di vegetazione con ghirlande, semplici fantasie di abbellimento per l’abitazione e probabilmente decorazioni illusionistiche molto veloci. “Questa Villa era estremamente ricca e l’estro creativo permetteva di fare ciò che si voleva –  aggiunge Canna – Su alcuni frammenti si lavorerà pochissimo ricostruendo il colore che in alcuni punti è saltato però è comunque stabile”.

Anche la città di Ercolano partecipa questa sera a “M’illumino di meno”. L’iniziativa, inventata e proposta dal programma Caterpillar di Rai Radio 2, sensibilizza da più di 15 anni gli italiani sul tema del risparmio energetico. Così tutta Italia, dai cittadini ai sindaci agli enti pubblici, per una notte si ritrova con qualche luce accesa in meno.

Così anche il sindaco di Ercolano, Avv. Ciro Buonajuto, ha deciso di rendere partecipe la città alla notte più ecologica della Penisola. In un comunicato infatti, si fa sapere alla cittadinanza che il luogo simbolo scelto è il Monumento ai Caduti di Piazza Trieste. Il monumento, che si trova nella piazza principale del centro vesuviano, resterà al buio nella notte tra venerdì 1° e sabato 2 Marzo. La scelta è stata presa dall’Amministrazione Comunale tutta.

Anche i paesi vesuviani si rendono partecipi di questa importante campagna, la quale ha l’unico difetto di durare per una sola notte. Un’importante forma di risparmio, ma anche di informazione su un tema che dovrebbe essere sempre più caro alla nostra Metropoli.

Ercolano –  Oltre 400 tra studenti delle diverse scuole, associazioni e persone del territorio di Ercolano hanno preso parte al “Convegno di Apertura” e di presentazione del progetto “SPORT E INCLUSIONE: VINCERE LA PARTITA PIU’ IMPORTANTE”, progetto realizzato dall’associazione ASCO (Associazione sportiva e culturale Orionina) in collaborazione con la Società Cooperativa Sociale L’Impronta, con il patrocinio morale del Comune di Ercolano e finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei ministri – Ufficio per lo Sport.

Protagonisti della giornata gli alunni, che hanno presentato con dei video realizzato da loro, le diverse scuole e le diverse attività che svolgono. Presente al Convegno il Sindaco, Ciro Buonajuto, che si è dichiarato felice di questo progetto, felice perché l’integrazione e la socializzazione, sono elementi fondamentali per la coesione e il benessere sociale, ancor di più quando si realizzano grazie a progetti mirati e in questo caso grazie alle attività sportive. Hanno presenziato il Presidente dell’associazione ASCO, Francesco Ambrosio, il Responsabile della Cooperativa l’Impronta Salvatore Filosa, e l’Assessore alla Pubblica Istruzione Dott.ssa Lucia Busiello. Ha presentato il progetto il Responsabile sportivo Professor Diego Perez. Tra gli ospiti della giornata Teodorico Caporaso, campione nei 50 km di marcia alle olimpiadi di Rio De Janeiro, che ha spiegato come lo sport abbia un ruolo fondamentale nella vita di ogni individuo e di come l’attività sportiva sia uno strumento di educazione e permette lo sviluppo, la formazione e la crescita di ogni persona.

Parole chiave della giornata sono state SPORT e INCLUSIONE, come componenti fondamenti della società, dove tuti dovrebbero avere accesso allo sport, tenendo conto delle esigenze specifiche, di determinati gruppi e determinati contesti sociali.

Dopo i saluti, i ringraziamenti e tante foto la promessa di rivederci nelle scuole e nelle piazze dalla città.
Infatti, questa è stata solo la prima di una lunga serie di giornate, che prevedono diverse linee di intervento. “Sport in città” dove le piazze, sia delle periferie, che dei luoghi più frequentati della città, saranno allestite con attrezzature, gonfiabili e materiali sportivi, si creeranno dei veri e propri luoghi di sport, contutor sportivi di strada che alleneranno tutti le persone coinvolte. Si prevede la presenza di operatori sociali per i diversamente abili, che li seguiranno nella pratica sportiva.

“Sport in classe” prevederà il coinvolgimento delle istituzioni scolastiche, dove grazie ai docenti di educazione fisica e ai preparatori atletici federali si organizzeranno delle vere e proprie feste dello sport, dove i protagonisti saranno i ragazzi che avranno la possibilità di praticare sport all’interno della scuola.

“Sport camp” offrirà la possibilità ai ragazzi con disagio materiale, sociale e/o fisico di praticare varie discipline sportive. Saranno dei campus sportivi realizzati in modo continuativo durante l’estate, nel periodo pasquale e nel periodo natalizio.

Un ordigno bellico è stato trovato in mare, al confine tra le città di Torre del Greco ed Ercolano. A diffondere la notizia il sindaco di Ercolano, Ciro Buonajuto:

La Capitaneria di Porto ha informato che è stato individuato un ordigno bellico a mare, in zona Quattro Venti, al confine tra le due città vesuviane. Sul posto sono subito intervenuti gli artificieri per far brillare l’ordigno.

L’ordigno è stato fatto brillare pochi minuti fa dagli artificieri della Marina Militare. Per fortuna e grazie all’abilità degli operatori, non sono avvenute deflagrazioni tali da essere avvertite dalla popolazione.

Grazie alla Capitaneria e alla Marina Militare. E grazie anche a tutte le persone che con senso civico avevano condiviso il post precedente.

Foto di repertorio

Ercolano – Parte un nuovo regolamento anti-slot nella cittadina vesuviana: le sale gioco dovranno essere distanti almeno 500 metri dai luoghi sensibili e sarà totalmente vietata la pubblicità.

È stato approvato, nel corso dell’ultima seduta del Consiglio Comunale di Ercolano,  il nuovo Regolamento che disciplina l’attività delle sale pubbliche da gioco attrezzate con slot machine e apparecchi Vlt, nonché l’installazione di giochi leciti all’interno di locali pubblici. L’assise presieduta dal presidente Luigi Simeone ha approvato il provvedimento all’unanimità dei presenti.

Il nuovo regolamento, a partire da oggi, prevede l’aumento di distanza (di almeno 500 metri) dai luoghi di aggregazione, ovvero scuole, parrocchie, centro sportivi, uffici pubblici e siti di interesse culturale. Tolleranza zero anche per le attività di promozione delle sale da gioco e i locali che hanno le macchinette Vlt.slot  anche in occasione di eventi straordinari.

“La ludopatia rappresenta un fenomeno che purtroppo coinvolge sempre più persone e sempre più giovani – dice il sindaco di Ercolano Ciro Buonajuto -. Ci è sembrato doveroso promuovere un regolamento più rigido che, nei limiti del possibile, possa rendere più difficile l’accesso a questi giochi che di ludico hanno ben poco. Tenendoli lontani da scuole e luoghi di aggregazione, speriamo di ridurre il numero di persone che si avvicina a questi posti che hanno rovinato un sacco di gente”.

“La nuova normativa applicata dal Comune di Ercolano – spiega il dirigente al Commercio Pippo Sciscioli – è la più restrittiva possibile. In assenza di una disciplina regionale che regoli la materia, è stato deciso di consentire l’apertura di nuove sale ad una distanza minima da luoghi sensibili più elevata rispetto a quella attuale, al fine di costituire un ulteriore deterrente al diffondersi della ludopatia, vera e propria piaga sociale”.

andrea sannino

andrea sanninoAndrea Sannino, l’ormai celebre cantante ercolanese, sbarca negli Stati Uniti per esibirsi in qualità di ospite e rappresentante dell’Italia, nella serata Los Angeles Italian Film Festival.

La Los Angeles Italian Film Festival, tenutasi dal 17 al 23 febbraio, è una kermesse cinematografica giunta alla 14esima edizione e anticipa la cerimonia di assegnazione degli Oscar della serata successiva, al Chinese Theatre della città californiana.

L’iniziativa è stata promossa da Pascal Vicedomini e vede come madrina Maria Grazia Cucinotta oltre ad essere dedicata (per quest’anno) al grande Francis Ford Coppola, che compirà ottant’anni il prossimo 7 aprile, ed alla città di Matera, capitale europea della cultura 2019. 

Ma il viaggio di Andrea Sannino non termina mica col termine della serata: nelle prossime settimane, il giovane cantante sarà impegnato negli Stati Uniti con l’inizio delle riprese del videoclip di due singoli “Nuje stamme ancora ccà” e “Dimane è mò” presenti nell’ultimo album “Andrè”, uscito pochi mesi fa.

Ad accompagnare il giovane c’è la sua produzione artistica: Pippo Seno e Mauro Spenillo oltre alla partnership di Aldo Arcangioli.

Fieramente il sindaco di Ercolano Ciro Bonajuto annuncia la presenza di un pezzo di Ercolano a Los Angeles.

Ercolano – A seguito del Bollettino Meteo emanato dalla Regione Campania che prevede raffiche di vento di eccezionale intensità per l’intera giornata di domani, è disposta la chiusura di tutte le scuole pubbliche e private nella città di Ercolano nella giornata di sabato 23 febbraio 2019.

Ad annunciarlo è il sindaco di Ercolano Ciro Buonajuto. “Al fine di evitare ulteriori disagi, – dichiara il primo cittadino – inoltre, si invita la cittadinanza a muoversi con prudenza e ad uscire di casa solo in caso di necessità.” Lo stesso provvedimento è stato preso ed annunciato nelle ultime ore anche dal Comune di Napoli.

Si temono, infatti, disagi e crolli dovuti al forte vento.

Ercolano – Il Carnevale, si sa, è la festa preferita dei più piccoli. L’occasione ideale per travestirsi dal proprio eroe preferito e divertirsi insieme agli amici ed ai familiari. Allora perché non unire l’utile al dilettevole ed utilizzare una festività del genere per imparare qualcosa di nuovo mentre ci si diverte?

E’ con questo obiettivo che il MAV Museo Archeologico Virtuale di Ercolano ha organizzato “Mav in Maschera”. Si tratta di un doppio appuntamento domenica 3 marzo e martedì 5 marzo, il giorno di Carnevale, alle ore 11.00. Nelle sale del museo si terrà un laboratorio didattico dedicato ai miti dell’antica Roma. Con diversi materiali, ciascuno si divertirà realizzando la maschera e gli accessori dei più rappresentativi personaggi mitologici e divinità antiche.

L’evento è rivolto a tutti i bambini che abbiano più di 6 anni di età. Tutti potranno divertirsi a realizzare la maschera del loro mito preferito ed indossarla. Un viaggio unico fra le leggende degli antichi romani, educativo, ma, soprattutto, estremamente divertente.

Per la partecipazione è richiesta la prenotazione obbligatoria. Per info e costi: 081 7776843 (dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 17.00) oppure via mail a prenotazioni@museomav.it. Inoltre è possibile consultare l’evento dedicato su Facebook.

splendoriDopo il successo dello scorso anno, IgersCampania (comunità ufficiale Instagram della Campania) propone un secondo Instameet nel Parco Archeologico di Ercolano.

La comunità di IgersCampania invita tutti gli iscritti a IgersItalia all’Instameet che verrà accompagnato dalla mostra “SplendOri, il lusso negli ornamenti ad Ercolano” inaugurata lo scorso dicembre al Parco Archeologico.

Tale mostra presenta una collezione di circa 100 monili e preziosi, unica per quantità e valore dei pezzi in mostra, oggetti appartenuti agli antichi ercolanesi, alcuni ritrovati con gli abitanti nel tentativo di porli in salvo dalla imminente catastrofe dell’eruzione, altri ritrovati nelle dimore dell’antica città.

Una guida del Parco Archeologico accompagnerà i partecipanti in questo viaggio alla scoperta del lusso e degli oggetti di vita quotidiana dei cittadini ercolanesi.

L’evento avrà inizio domenica 24 febbraio dalle ore 11:00 al Parco Archeologico di Ercolano e l’appuntamento per i partecipanti è previsto all’ingresso del Parco in Corso Resina 187.

I posti disponibili sono limitati ed è necessaria la prenotazione inviando una mail all’indirizzo igerscampania@gmail.com.

Per ulteriori informazioni consultare la pagina ufficiale di IgersCampania su Facebook.

Si terrà giovedì 21 febbraio l’inaugurazione della nuova sede cittadina dell’Associazione Nazionale Carabinieri. Nei locali messi a disposizione dall’Amministrazione Comunale all’interno del plesso scolastico “Giulio Rodinò” di via IV Novembre, verrà allocata la sezione ercolanese dell’associazione che aggrega carabinieri in servizio, in congedo, i loro familiari e tutti i simpatizzanti dell’Arma.

La cerimonia di inaugurazione inizierà con un omaggio alla lapide che ricorda il Ten. Col. Dante Iovino. Alla presenza della Fanfara dell’Arma dei Carabinieri, il taglio del nastro dei nuovi locali dell’Associazione Nazionale Carabinieri sarà affidato ad Ida Iovino, discendente dell’Ufficiale ercolanese insignito della Medaglia d’Oro al Valore Militare.

«L’individuazione di questa nuova sede è frutto di un lungo lavoro concordato con l’Associazione Nazionale Carabinieri e con i vertici dell’Arma – dice il sindaco di Ercolano Ciro Buonajuto –. Sono certo che la vicinanza tra l’Amministrazione Comunale e l’ANC porterà benefici alla nostra città e mi auguro che questa inaugurazione sia un buon viatico per la tanto attesa apertura della nuova Tenenza dell’Arma in corso Resina».

Su questo sito web utilizziamo strumenti di prima o terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy