Notizie di Ercolano

Tutte le informazioni e notizie sulla città di Ercolano

Ercolano -Il Comune di Ercolano commemora la strage di via D’Amelio. Era il 19 luglio 1992 quando il giudice Paolo Borsellino e la sua scorta morirono in un attentato mafioso. La cerimonia si è svolta all’esterno della sede comunale di Palazzo Borsellino in via Marconi.

Vi hanno preso parte il sindaco Ciro Buonajuto, il procuratore aggiunto di Torre Annunziata, Pierpaolo Filippelli, il presidente dell’associazione Antiracket “Ercolano per la Legalità”, Pasquale Del Prete, insieme a numerosi associati ed i rappresentanti delle forze dell’ordine. La cerimonia è terminata con una Passeggiata Antiracket fino alla nuova caserma dei carabinieri che verrà a breve inaugurata in corso Resina.

“Ricordare e seguire l’esempio di eroi come Falcone e Borsellino è un nostro dovere. – ha detto il sindaco Buonajuto – Grazie a uomini come loro si è riusciti a compiere passi da giganti nella lotta alla criminalità, mandando in galera centinaia di boss sanguinari e restituendo libertà a terre che erano oppresse dal giogo della mafia. Per la mia generazione, in particolare, queste ricorrenze sono importanti perché riportano alla memoria ricordi e stati d’animo vissuti in quei giorni in cui l’Italia intera si è ribellata alla violenza di ogni forma di criminalità organizzata”.

A Ercolano domani commemorazione per ricordare la strage di via d’Amelio.

Il Comune ha organizzato, in collaborazione con la locale Associazione Antiracket e Radio Siani, per venerdì 19 luglio 2019 con inizio alle ore 10,30 presso Palazzo Borsellino in via Marconi per commemorare l’anniversario della Strage di via D’Amelio in cui perirono il magistrato Paolo Borsellino e cinque agenti di scorta.

Dopo un saluto delle Autorità, si terrà una passeggiata Antiracket che terminerà presso la nuova caserma dei Carabinieri che sarà a breve inaugurata in corso Resina.

Piazza Pugliano diventa un’arena sportiva per l’appuntamento serale di “Sport in Città”.

Si svolgerà di sera la seconda giornata di “Sport in città”, l’iniziativa realizzata nell’ambito del progetto “Sport e inclusione: vincere la partita più difficile” organizzata da Associazione Asco Don Orione e cooperativa L’Impronta con il patrocinio del Comune di Ercolano ed il finanziamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Venerdì 19 luglio dalle ore 19 alle 22,30, Piazza Pugliano si trasformerà in una grande arena sportiva in cui bambini e ragazzi potranno cimentarsi insieme ad istruttori qualificati in attività di pallavolo, basket, atletica leggera, karate, bumberball e calciobalilla umano.

Per i più piccoli è inoltre prevista un’area con animazione e giochi gonfiabili. Mentre bambini e ragazzi si divertiranno con sport e giochi, i più grandi potranno rivolgersi agli stand informativi che saranno allestiti in piazza con la presenza di medici sportivi, fisioterapisti e nutrizionisti.

Scavi Ercolano

Scavi Ercolano

Tornano i pomeriggi gratis al Parco Archeologico di Ercolano nell’ambito dell’iniziativa iovadoalmuseo del Mibac.

Le prossime domeniche di 14, 21 e 28 luglio a partire dalle ore 14.00 l’ingresso sarà gratuito per tutti i visitatori.

Inoltre come ogni venerdì, questa mattina è tornato CloseUp Cantieri: dove un incaricato del Parco conduce il gruppo ai cantieri coinvolti nel progetto di manutenzione ordinaria del sito per assistere ad un vero scavo archeologico. Le date sono il 12, 19, e 26 luglio 2019.

bambini al mare

bambini al mare ercolanoErcolano, il Comune organizza un soggiorno marino gratuito per 50 bambini. Le domande entro il 30 luglio 2019.

C’è tempo fino al 30 luglio per partecipare alla procedura che consentirà a 50 bambini residenti a Ercolano di partecipare gratuitamente a un soggiorno marino in una località balneare italiana. La procedura è rivolta a bambini di età compresa tra gli 8 e i 10 anni compiuti per un soggiorno della durata di una settimana che si svolgerà nel periodo compreso tra il 24 agosto e il 7 settembre.

Per poter partecipare al soggiorno i bambini devono essere residenti a Ercolano, avere un’età compresa tra gli 8 e i 10 anni compiuti e reddito ISEE del nucleo familiare, in corso di validità, non superiore a 8.930,80 euro. I genitori o chi esercita la patria potestà dei minori possono presentare la domanda di partecipazione al servizio presso il Protocollo Generale del Comune di Ercolano entro il 30 luglio 2019 allegando alla domanda un documento di riconoscimento del minore e l’attestazione Isee.

L’avviso pubblico e il modello di domanda di partecipazione sono disponibili sul portale del Comune di Ercolano all’indirizzo https://bit.ly/2XVIOBW. Ulteriori informazioni possono essere richieste presso il Settore Servizi Sociali – sito in Palazzo Borsellino in via Marconi, 39 – aperto al pubblico il lunedì dalle ore 9.00 alle 12.30, il martedì e il giovedì dalle 15.00 alle 17.00.

«È una straordinaria opportunità che viene offerta a bambini che vivono in nuclei familiari che versano in condizione di difficoltà economiche – dice il sindaco di Ercolano Ciro Buonajuto -. Il nostro obiettivo è offrire ai più piccoli un momento di svago e aggregazione».

«Il soggiorno estivo – spiega l’assessore ai Servizi Sociali Giampiero Perna – vuole rappresentare un’esperienza unica e straordinaria attraverso la quale i bambini provenienti da realtà complicate del nostro territorio, affrontano un percorso educativo e formativo realizzato in relazione alle loro esigenze e necessità di crescita, costruendo un rapporto positivo di comunicazione, confronto ed amicizia».

Da Ercolano alla Primavera del Napoli e poi alla chiamata di Ancelotti: è la favola di Valerio Labriola, giovane calciatore di Ercolano.

A soli 18 anni ha raggiunto gli azzurri in ritiro a Dimaro dopo una splendida stagione con la Primavera. Il centrale classe 2001 è stato esaltato anche dal sindaco di Ercolano Ciro Buonajuto:

Da poco ho finito di parlare con Valerio e mi sono emozionato a sentire la felicità di un ragazzo che vede uno dei suoi sogni diventare realtà. Valerio Labriola è un ragazzo di Ercolano che fin da bambino ha giocato a pallone nella nostra città. Dopo un’annata straordinaria con la squadra Primavera del Napoli, in questi giorni è in ritiro a Dimaro con il Napoli di Ancelotti e di tutti i campioni che noi vediamo solo in tv. Immaginate che emozione per un ragazzo di 17 anni! Al termine del ritiro, ci vedremo in Comune. Forza Valerio, aspettiamo il primo gol in serie A!

L’evento straordinario delle Universiadi, che sta coinvolgendo Napoli e altre città campane, si sta rivelando molto proficuo per la nostra regione.

Eventi sportivi, ma anche musicali, come quello che ha visto protagonista Andrea Bocelli, il quale ha incantato il San Paolo con la Canzone Napoletana. Momento di gioia e di scambi culturali, atleti provenienti da tutto il mondo per sfidarsi in modo sano, come lo sport prevede. Napoli al centro di questa gran festa, omaggiata dal Sud America e nelle parole d’amore pronunciate dalla bellissima Miss Universiadi: Erikah Seyama.

Oggi, Ercolano è stata toccata dal fermento scaturito da questo grande evento che tutti sta abbracciando con entusiasmo.

La città napoletana ha accolto una delegazione di dirigenti della Fisu e delle federazioni sportive che hanno preso parte alle Universiadi.

Tale delegazione è composta da sportivi provenienti da tutti i cinque continenti, che hanno trovato accoglienza in città. Il  sindaco Ciro Buonajuto ha fatto gli onori di casa e li ha guidati verso il Parco Archeologico di Ercolano, per mostrare le bellezze dei nostri luoghi.

Le Universiadi sono una manifestazione straordinaria che consente a giovani e adulti di tutto il mondo di condividere tempo e passioni in nome dello sport” ha detto il sindaco Ciro Buonajuto. “È stato un onore ricevere la folta delegazione di dirigenti impegnati nella manifestazione e condividere con loro una delle perle della nostra cultura“.

Lo sport che unisce, arricchisce e crea connessioni e condivisioni è il tipo di sport che vogliamo essere abituati a vedere.

Intorno alle 14.00 di ieri, in uno stabilimento di Ercolano, un ragazzino di 13 anni, mentre prendeva la rincorsa per potersi tuffare, è scivolato ed ha battuto violentemente la testa sul pontile.

Spavento per i bagnanti e per gli amici che si trovavano lì, tempestivamente i bagnini hanno allertato i sanitari del 118 che, arrivati sul posto, hanno provveduto a portare il ragazzino in ospedale.

Dopo essere stato visitato, non sono state riscontrate ferite gravi, infatti dopo poche ore è stato dimesso dal pronto soccorso e ha potuto fare ritorno a casa.

Per dare vita alle possibili ipotesi dell’accaduto, sono intervenuti sul posto gli uomini della Capitaneria di Porto di Torre del Greco e i carabinieri della tenenza di Ercolano, che hanno effettuato i rilievi necessari per poter accertare eventuali responsabilità.

Ennesimo caso simile a tanti altri purtroppo, un momento di spensieratezza e divertimento si trasforma in pochi secondi, in un momento di angoscia e paura. Attenzione quindi a questi episodi, sopratutto per i più piccoli che, spesso sfuggono al controllo dei genitori.

via mareVia Mare si trasforma in Passeggiata archeologica. Buonajuto: «Dove c’era la camorra ci sarà un luogo di cultura»

Sono entrati nel vivo gli interventi di riqualificazione di via Mare, dove verrà realizzata una Passeggiata archeologica con vista sugli Scavi di Ercolano. È stato sottoscritta oggi la convenzione attuativa tra Comune di Ercolano, Parco Archeologico di Ercolano e Istituto Packard per i Beni Culturali per la riqualificazione del quartiere che si affaccia sul sito Unesco.

La convenzione stipulata oggi consente la concessione delle aree, espropriate dal Ministero dei Beni Culturali nel 2015, al Comune di Ercolano per la realizzazione delle opere. Con la consegna dei lavori si compone l’ultimo tassello di un complesso mosaico che porterà l’attesissimo cambiamento urbanistico, culturale e sociale lungo i confini delle due Ercolano, antica e moderna.

Lungo via Mare è previsto l’abbattimento del muro di confine e l’apertura di uno spazio verde gestito rispettivamente dal Comune di Ercolano e dal Parco Archeologico. Tutto questo nel cuore del centro storico, in un luogo affacciato sul sito archeologico e alle porte del Teatro antico sotterraneo, riaperto al pubblico recentemente e a pochi metri dal pittoresco mercato di Pugliano.

«In una zona che negli ultimi decenni è stata tristemente nota per essere una roccaforte della camorra locale – dice il sindaco Ciro Buonajuto – questo intervento ha uno straordinario valore sociale. Il Comune ha investito due milioni di euro per la realizzazione di una passeggiata che segnerà il vero cambiamento in quella zona. I più sentiti ringraziamenti vanno al Parco e a David Packard che con la sua Fondazione ha dato un impulso decisivo per la realizzazione di questo progetto. Le due principali azioni messe in campo dalla mia Amministrazione, sono la realizzazione della caserma dei carabinieri dove esisteva un clan malavitoso e quest’opera nel luogo in cui insisteva un altro clan: dove c’era la camorra investiamo in cultura e sicurezza, è questa la strada su cui proseguire per il rilancio della città».

Aggiornamento 13.20. E’ stata ritrovata da poco Lucia Cipollaro, in una chiesa di via Toledo a Napoli in stato confusionale. Come riporta ilmattino.it, pare si sia allontanata volontariamente, ma non è chiaro il motivo e dove abbia passato la notte.

Una donna di 64 anni è scomparsa ormai da 24 ore da Ercolano. Lucia Cipollaro è uscita dalla sua casa di Corso Resina ieri mattina alle 9.30 e non è più ritornata.

Secondo il racconto dei familiari era uscita a fare la spesa, indossava una camicia bianca e pantaloni neri.

Cerco con urgenza mia madre Lucia Cipollaro che si è allontana da casa stamane intorno alle 9:30. Da allora non abbiamo sue notizie. Siamo molto preoccupati se qualcuno la vede ci può informare vi lasciamo i nostri recapiti 3286076379 3335718196. Condividete grazie“.

alberto angela ercolano villa dei papiri superquark

alberto angela ercolano villa dei papiri superquarkIeri sera è andata in onda la prima puntata della nuova stagione di Superquark. La trasmissione, giunta alla sua 24esima edizione, ha avuto come protagonista i tesori di Ercolano. Alberto Angela, il quale due giorni fa ha ricevuto una laurea honoris causa in Archeologia presso l’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, si è recato al Museo Archeologico di Napoli. La bellissima collezione di statue di bronzo ritrovate nella Villa dei Papiri è stato il pretesto per ritornare ad Ercolano sotto la cenere del Vesuvio. Per guardare la puntata cliccare qui.

Ancora un enorme successo per il format in onda su Rai Uno e condotto da Piero Angela, ormai da un quarto di secolo ospite fisso delle case degli italiani.

Non solo di Ercolano, tuttavia, si è parlato ieri sera. Paolo Magliocco e Francesca Marcelli si sono calati con gli speleologi e la nostra troupe dentro le grotte di Bueno Fonteno, sul lago d’Iseo: un mondo sotterraneo prezioso e sconosciuto. Infatti da poco è stato scoperto questo abisso, un insieme di enormi e affascinanti cavità carsiche, ricco di riserve d’acqua.

Un servizio sugli artificieri del Genio Militare dove vedremo come si sminano le vecchi bombe inesplose ma anche gli ordigni di ultima generazione, sarà seguito da un “esplosivo esperimento” in studio di Paco Lanciano.

La bistecca stampata: è possibile produrre, utilizzando nuove proteine vegetali e una stampante 3d, un nuovo tipo di bistecca senza carne. Barbara Bernardini è andata a Barcellona a trovare il ricercatore italiano che si è impegnato in questa impresa, spiegando perché sarebbe importante riuscirci.

Ospite in studio di Piero Angela il Professor Antonio Golini, demografo con il quale cercheremo di capire quale sia la società che è già nata e che ci troveremo nel futuro non troppo lontano. Esiste una “galleria del vento” per misurare l’aerodinamicità e l’impatto con le onde delle navi. Si è la vasca navale, un sistema di enormi vasche, e potenti sistemi per creare vari tipi di moto ondoso e testare i natanti di ogni genere. Superquark è andato a vedere come funziona.

Questa sera, con l’immenso piacere del pubblico campano, Alberto Angela ci mostrerà i tesori dell‘Antica Ercolano. Il tutto andrà in onda alle 21.25 su Rai 1, in occasione della prima puntata di Superquark. 

Il famosissimo e seguitissimo programma di Piero Angela stasera inizierà a deliziare gli spettatori italiani, con una serie di puntate in programma per l’estate. Superquark ha battuto ormai qualsiasi record: quest’anno infatti si darà inizio infatti alla 24esima edizione. Un format che negli anni ha portato milioni di persone ad appassionarsi alla cultura e alla scienza, scoprendo dentro di sé tanta voglia di apprendere dalla realtà circostante. 

La puntata di questa sera vedrà noi vesuviani in prima fila, dato che uno dei servizi sarà dedicato al mondo e ai tesori dell’Antica Ercolano. A farci fare un viaggio nel passato però, sarà il figlio di Piero, Alberto Angela, il quale per fama e successo di pubblico ha eguagliato i numeri del padre.

Proprio nella giornata di ieri Alberto Angela ha ricevuto una laurea honoris causa in Archeologia, presso l’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli. L’ateneo di Corso Vittorio Emanuele ha voluto infatti omaggiare il percorso divulgativo del Paleoantropologo più famoso d’Italia. In particolare, il titolo gli è stato riconosciuto proprio per i lavori di indirizzo archeologico, i quali hanno avuto come protagoniste (come c’era da aspettarsi) proprio gli antichissimi scavi di Pompei, Ercolano, Stabia e Oplonti. Essi sono luoghi ormai rimasti nel suo cuore. Ci piace sempre ricordare che essi formano oggi uno dei siti Patrimonio dell’Umanità protetti dall’UNESCO, più apprezzati e visitati al mondo. 

Invitiamo quindi tutti i nostri lettori a sintonizzarsi stasera su Rai 1, per assistere a questo magnifico spettacolo. Un appuntamento con la nostra cultura e la nostra storia, la quale sarà raccontata da uno dei più grandi divulgatori culturali d’Italia. Buona visione!

SuperQuark 1^ puntata

Viaggio in Senegal per seguire un gruppo di scimpanzé, per poi scoprire i tesori dell'antica Ercolano assieme ad Alberto Angela e molto altro ancora.Piero Angela e #SuperQuark sono tornati!QUESTA SERA, mercoledì #26giugno, alle 21:25 su #Rai1

Pubblicato da Rai1 su Mercoledì 26 giugno 2019

 

Paul Getty Museum

Paul Getty MuseumÈ stata inaugurata oggi al Getty Museum di Malibu a Los Angeles la mostra “Buried by Vesuvius”, interamente dedicata all’area archeologica di Ercolano ed, in particolare, ai tesori rinvenuti nella celebre Villa dei Papiri. Insieme al presidente del J. Paul Getty Trust, James Cuno, al direttore del Getty Museum Timothy Potts ed al curatore della mostra Kenneth Lapatin, sono giunti dall’Italia per il taglio del nastro il direttore del Parco Archeologico di Ercolano Francesco Sirano ed il sindaco di Ercolano Ciro Buonajuto.

La mostra, realizzata in collaborazione con il Museo Archeologico Nazionale di Napoli e l’Istituto Italiano di Cultura a Los Angeles, presenta molti dei reperti più spettacolari rinvenuti all’interno della Villa ed esamina i tentativi di srotolare e decifrare i papiri carbonizzati. L’esposizione resterà aperta al pubblico della Getty Villa fino al prossimo 27 ottobre.

Nell’ambito degli eventi in calendario per l’inaugurazione della mostra “Buried by Vesuvius”, domani l’Auditorium della Getty Villa ospiterà la conferenza. “Il futuro del passato a Ercolano” che sarà tenuta dal direttore Sirano con l’introduzione del sindaco Buonajuto: “L’accoglienza riservata alla nostra città a Los Angeles testimonia l’eccezionale importanza del nostro territorio nel panorama culturale mondiale – dice il sindaco di Ercolano -. Siamo onorati dell’attenzione di un’istituzione del calibro del Getty Museum, il nostro obiettivo è fare in modo che intorno alla città antica possa svilupparsi un ecosistema sostenibile affinché la bellezza torni ad occupare un ruolo principale nel nostro territorio e per rendere ancor di più Ercolano un punto di riferimento culturale di livello mondiale”.

Non solo l’archeologia, ma anche la tecnologia di Ercolano è protagonista della mostra “Buried by Vesuvius”. È stato il Museo Archeologico Virtuale di Ercolano, infatti, a realizzare un filmato in computer grafica in grado di rappresentare ai visitatori della mostra tutta la Villa nella sua interezza: “Poter collaborare con un’istituzione internazionale di questo livello è un ulteriore riconoscimento delle qualità tecnologiche e scientifiche acquisite dal Mav nei suoi primi dieci anni di attività – dichiara Luigi Vicinanza, presidente della Fondazione Cives-Mav di Ercolano -. Non è la prima volta che il Mav collabora con istituzioni culturali straniere. Negli anni passati con il British Museum di Londra, mentre lo scorso anno è stato consolidato, con la presenza in Francia del direttore del museo Ciro Cacciola, il gemellaggio con il sito romano di Vorgium in Bretagna. Il Mav si presenta come un gioiello digitale 4.0 in grado di valorizzare le meraviglie uniche dell’area vesuviana in modo glocal, cioè sia su scala locale che globale”.

Sono già entrati nel vivo gli eventi della Giornata Europea della Musica, che quest’anno si svolgerà nella giornata di venerdì 21 giugno a Ercolano, all’interno dell’area archeologica. Un’ambientazione magnifica per un’iniziativa altrettanto magnifica, volta a promuovere la bellezza senza tempo, come quella della musica.

In occasione della Giornata Europea della musica, gli studenti di undici licei coreutici e musicali della provincia di Napoli si esibiranno nei luoghi simbolo dell’antica città di Herculaneum, divenuta famosa anche per l’eruzione del Vesuvio del 79 d.c. che la distrusse. La Giornata Europea  proseguirà poi con alcuni concerti all’interno del Museo Archeologico Virtuale e terminerà in serata presso la Reggia borbonica di Portici.

La musica rende ancora più suggestivi questi luoghi unici al mondo“, ha dichiarato a questo proposito  il sindaco di Ercolano Ciro Buonajuto. “Questa atmosfera magica che viene a crearsi grazie all’incontro tra questo posto e gli studenti testimonia ancora una volta l’importanza culturale di questo territorio. Avevamo sognato Ercolano Capitale della Cultura perché pensavamo che intorno al patrimonio storico e archeologico dovesse nascere un indotto sociale ed economico e guardando questi ragazzi ne sono ancora più convinto“.

Non ci resta che immergerci in questa vera e propria celebrazione dell’arte, apprezzando le nostre bellezze e cercando di valorizzarle sempre di più, e sperando che la cultura, come sostiene lo stesso Bonajuto, si affermi sempre più come volano per lo sviluppo sociale ed economico del territorio.

Sono stati avviati oggi a Ercolano gli interventi di manutenzione straordinaria ed adeguamento funzionale degli alvei cittadini.

Gli operai hanno iniziato il lavoro partendo dall’Alveo Fiorillo che attraversa la città dalla parte alta fino alla zona di località Quattro Venti, poi si proseguirà alla pulizia e messa in sicurezza di altri sei alvei utilizzati per lo scolo delle acque piovane da monte a valle.

Proprio per questa funzione, gli interventi in corso sono particolarmente importanti per l’equilibrio idrogeologico del territorio, oltreché per la tutela dell’ambiente. Gli interventi vengono realizzati grazie alla concessione di fondi regionali del Por 2014-2020. Già durante le prime operazioni di pulizia sono stati rinvenuti i primi rudimentali impianti per lo scarico abusivo di liquami all’interno dell’alveo e si sta procedendo per risalire ai responsabili.

«Si tratta di una serie di interventi importanti per la salvaguardia del territorio e della salute dei cittadini – dice il sindaco Ciro Buonajuto -. Oltre a ripulire e mettere in sicurezza queste aree, questa operazione ci consentirà di scovare i farabutti che inquinano il nostro territorio». «Erano decenni che non si procedeva ad un intervento del genere in tutti gli alvei cittadini – spiega il vicesindaco Luigi Fiengo -. Abbiamo lavorato tanto per reperire i fondi ed avviare i lavori: un sincero ringraziamento va al consigliere regionale Antonio Marciano e al gruppo consiliare Insieme che si sono battuti per la riuscita dell’iniziativa».

Ercolano – Un gesto che non va fatto: gettare l’immondizia per strada e non negli appositi contenitori. Molti lo fanno, ma non erano mai stati visti da chi di dovere. Questa volta è andata male ad una ragazza ad Ercolano perché ad ammirare il gesto c’era qualcuno che ha girato il video e l’ha, poi, inviato al sindaco di Ercolano, Ciro Buonajuto che l’ha pubblicato sui social. L’appello del sindaco è di riconoscere questa persona e di far capire che i problemi stanno cercando di risolverli, ma se la gente è incivile non si potrà mai migliorare. Inoltre, il sindaco ha comunicato di aver girato il video alle Forze dell’Ordine.

Ecco il post pubblicato sui social: “Per i parenti e gli amici che riconoscono questa signorina che ieri pomeriggio ha comodamente buttato la sua spazzatura in mezzo alla strada: fatele vedere questo video, magari un po’ si vergogna e la prossima volta sta più attenta. I problemi ci sono e stiamo provando a superarli, ma se non si combatte l’inciviltà non si va da nessuna parte. Grazie a chi mi ha inviato questo video. P.S. Il video è stato inoltrato alle Forze dell’Ordine per tutti i controlli del caso“.

Oggi appuntamento ad Ercolano, dove la statua della Vergine del Rosario guiderà la Solenne Processione che sfilerà per le vie del Comune alle pendici del Vesuvio.

L’appuntamento è previsto alle ore 16.30 all’Arciconfraternita del SS. Rosario (Corso Italia 65). Da lì la statua della Vergine del Rosario guiderà il corteo fino in piazza Pugliano, negli spazi della Basilica di Santa Maria verso le ore 18:30.
Seguirà poi la recita del Rosario dove l’Arcivescovo di Napoli Crescenzio Sepe presiederà la solenne celebrazione eucaristica.
La chiusura prevederà l’atto di affidamento alla Vergine Maria.

Non solo un momento religioso però, infatti in serata ci saranno degli ospiti musicali. Sarà presente infatti il gruppo Napoli City Choir diretto dal maestro Carlo Morelli. Al termine del concerto si assisterà al simulacro dell’incendio del campanile della Basilica di Santa Maria a Pugliano.

Un momento quindi ovviamente religioso, che però sarà accompagnato da una serata ricreativa all’insegna della  musica e dello spettacolo. Il tutto è condito dalla fantastica scenografia naturale regalata dalla bellissima città storica Ercolano.

Dopo temperature incerte e autunnali, è giunta finalmente l’estate, insieme ad essa anche un nuovo allarme di inquinamento marino. Stavolta tocca a Ercolano ed un suo storico luogo balneare.
Dalle primissime indagini condotte della Capitaneria di Porto, pare che si tratti di un’operazione illegale delle navi in rada.

Si tratta ancora di supposizioni, ma se trovassero conferma ci ritroveremmo nuovamente dinanzi a gravi mancanze di carattere amministravo date da una mancanza di controllo.
Il fenomeno ha comunque portato, nei lidi di Ercolano, un calo di turisti significativo.
A peggiorare la situazione, oltre ai versamenti in mare, ritroviamo anche sulle spiagge rifiuti di plastica che pongono ancora più in bilico la situazione già precaria.

Ma purtroppo non è neanche il primo caso di inquinamento, perché il mare ercolanese ha dovuti subire diversi torti, come quando le acque della Favorita si colorarono di rosso per la contaminazione portata da una conceria di pellame.

Fondali Campania, Associazione di promozione sociale per la tutela del territorio marino e costiero della Regione Campania, ha chiesto l’intervento dell’amministrazione e degli organi competenti al fine di inibire l’area alla balneazione. Richiesta necessaria per salvaguardare la salute dei cittadini, in attesa che si ripristini l’originale stato dei luoghi che secondo l’ARPAC risulterebbe di qualità eccellente.

sospensione acqua

sospensione acquaErcolano – La Gori comunica che per lavori programmati, finalizzati al miglioramento del servizio idrico, sarà sospesa l’erogazione idrica in diverse strade dalle ore 22,00 di oggi 12 giugno e fino alle 11,00 di domani 13 giugno.

Per limitare i disagi dalle ore 7.00 di domani 13 giugno saranno operativi diversi punti di fornitura idrica con autobotti ai seguenti indirizzi: Piazza Pugliano ad Ercolano; a Portici viale Gian Lorenzo Bernini (presso scuola elementare II circolo “plesso da vinci”) Corso Garibaldi, presso scuola media Macedonio Melloni di fronte civico 129

Le strade interessate dai disservizi:

VIA SUPPORTICO SANSONE, VIA GUGLIELMO MARCONI, VIA SCIVOLA ORTORA, VIA ROMA, VIA EMILIO BOSSA, VIA PUGLIANO, VICOLO PALMA, VIA ORTORA, VIA ALDO MORO FINO A INCROCIO CORSO ITALIA, VIA QUATTRO OROLOGI, PIAZZA TRIESTE, VIA SUPPORTICO SARLO, CORSO RESINA, VIA GENERALE GENNARO NIGLIO, VIA DOGANA, VIA NUOVO ALVEO, VIA SCIVOLA ASCIONE, VIA GABRIELE D’ANNUNZIO FINO AD INCROCIO CON VIA FIORILLO, VIA SANT’ELENA, VIA MACELLO, VIA UNIVERSITA’, VIA SAVASTANO, CORSO ITALIA, VIA FONTANA, VIA IV NOVEMBRE, VIA MARITTIMA, VIA ACAMPORA, CORSO UMBERTO I, VICOLO FAVORITA, VIA NAPOLI, VIA CORTILI, VIA ARTURO CONSIGLIO, VIA PALMA, VIA SUPPORTICO SANT’ANNA, VIA GIARDINIVIA CROCE DEI MONTI, VIA MARE, VIA PACE, VIA PANTO, VIA CUPARELLA, VIA ALESSANDRO ROSSI, VIA PIGNALVER, VIA ACHILLE CONSIGLIO, VIA TRENTOLA, VIA MARITTIME E RELATIVE TRAVERSE.

L’Ente Parco nazionale garantisce i servizi di primo soccorso e assistenza medica ai visitatori del Cratere del Vesuvio. Dal 27 maggio 2019 è attiva un’autoambulanza di soccorso che stazionerà sul Vesuvio ed interverrà per prestare soccorso in caso di necessità.

Questo servizio si integra con i presidi di pronto soccorso già attivi sul Cratere. Infatti, lungo il percorso che conduce al cratere, sono dislocati 5 defibrillatori affidati dall’Ente Parco alla Guide del Presidio Permanente Vulcano Vesuvio. Questo servizio è attivo 365 giorni all’anno e sono diversi i casi in cui, l’intervento delle Guide con gli ausili assegnati dall’Ente, ha salvato vite umane.

L’Ente parco Nazionale del Vesuvio, a marzo 2019, ha avviato una procedura negoziata finalizzata a garantire il servizio di ambulanza per cinque mesi continuativi nel 2019 e di sei mesi nel 2020, oltre ulteriori sessanta (60) giorni di servizio da espletarsi entro la data del 31/03/2021.

A conclusione dell’iter amministrativo, il servizio di ambulanza presso il Cratere del Vesuvio è stato affidato all’Associazione Pubblica Assistenza Croce Azzurra Santa.

Tutti gli oneri del servizio sono a carico dell’Ente Parco Nazionale del Vesuvio.

Dunque, dal 27 maggio 2019 al 27 ottobre 2019 è attivo il presidio di pronto soccorso con ambulanza, di tipo B, sul Cratere del Vesuvio. L’ambulanza stazionerà nel Piazzale di Quota 1000 di Ercolano tutti i giorni rispettando gli orari stabiliti per le visite al Cratere.

Il Servizio sarà svolto con un’ambulanza di tipo A, con un autista soccorritore e un infermiere. L’ambulanza è una “autoambulanza di soccorso”, attrezzata per il trasporto infortunati e per il servizio di primo soccorso. Il personale dell’ambulanza, interagirà con le Guide del Presidio Vulcano Vesuvio quando il servizio dovrà essere prestato sul Gran Cono. Quindi garantirà, laddove necessario, il soccorso anche raggiungendo a piedi chi ne farà lungo tutto il sentiero del Gran Cono del Vesuvio o comunque in ogni caso nel luogo in cui vi è la necessità di fornire un intervento di primo soccorso. Il Personale dell’Autoambulanza, qualora il luogo dell’infortunio sia impervio e inaccessibile, si attiverà per richiedere l’intervento di personale specializzato di Vigili del Fuoco, del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e di altri Enti.

I componenti dell’equipaggio dell’ambulanza sono in possesso del brevetto BLSD (Basic Life Support – Defibrillation) per l’uso del defibrillatore.

Questi, svolgeranno interventi di primo soccorso e assistenza sanitaria sul posto e laddove necessario a giudizio del personale dell’ambulanza il trasporto dell’infortunato presso la struttura ospedaliera più vicina.

Il personale dell’ambulanza si coordinerà con il 118, con il Presidio delle Guide Vulcanologiche presente sul Gran Cono, qualora ne ravviserà la necessità, la sala operativa della Protezione Civile della Regione Campania nonché il Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico per i casi più gravi che richiederanno anche l’intervento dell’elicottero con verricello per il soccorso agli infortunati. L’ambulanza è dotata di un telefono cellulare a bordo il cui numero è stato comunicato, a cura dell’Ente Parco, alla centrale operativa 118 competente per territorio, per la supervisione sull’operatività dell’ambulanza e per i controlli di competenza sanitaria.

L’ambulanza è equipaggiata con tutte le attrezzature previste dalla normativa vigente ivi compreso un defibrillatore anche per l’uso pediatrico.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più