Weekend carnevalesco a Napoli e dintorni: 30 eventi super

lungomare turisti

Sarà un vero e proprio weekend colorato questo dall’1 al 3 marzo 2019. Tantissimi gli eventi legati al Carnevale (sfilate di carri, laboratori per bambini, feste mascherate) che animeranno la festa più stravagante dell’anno. Non solo sarà anche un weekend pieno di cultura con gli ingressi gratuiti nei luoghi di cultura dalla domenica e per tutta la settimana. Insomma un fine settimana pieno di iniziative da non perdere!

Musei gratis in Campania, 3 e dal 5 al 10 marzo.
Domenica nei monumenti statali di tutta Italia, ci saranno aperture gratuite. I musei osserveranno aperture gratuite anche dal 5 al 10 marzo, in occasione della Settimana della Cultura.

Visita guidata nel camerino di Eduardo, 3 marzo.
La visita condurrà i partecipanti nella lunga e prestigiosa storia del Teatro San Ferdinando fin dentro il camerino del grande commediografo italiano, ma ci sarà anche il percorso lungo il foyer che ospita l’esposizione dedicata al Maestro di tante commedie, alcune delle quali restano vere e proprie enciclopedie della vita umana.

Mostra al MAC3 di Caserta, fino al 30 marzo.
Al Museo D’Arte Contemporanea (Mac3) di Caserta in via Mazzini va in scena la mostra “Ironia e Demifisticazione” dell’artista Alessandro Del Gaudio, docente presso il Liceo Artistico Statale “San Leucio”.

Sagra della Zeppola a San Giuseppe Vesuviano, 1 e 2 marzo.
Come da tradizione, anche quest’anno a San Giuseppe Vesuviano torna l’atteso appuntamento con uno dei dolci più amati dai napoletani. Stand di degustazione si troveranno in piazza Elena d’Aosta a San Giuseppe Vesuviano. Tradizioni, cultura e degustazioni di prodotti di qualità sono i capisaldi di un turismo enogastronomico che il comune di San Giuseppe Vesuviano intende rilanciare e promuovere attraverso il Festival della Zeppola di San Giuseppe, uno degli appuntamenti più golosi della regione che quest’anno è giunta alla sua XVII edizione.

Carnevale delle Culture, 1 e 9 marzo.
È uno dei carnevali più amati e attesi in Campania. Montemarano (AV) si appresta a vivere una due giorni di musica e divertimento, per festeggiare l’evento più colorato dell’anno.

Carnevale a Piedimonte Matese, 3 e 5 marzo.
Torna, dopo alcuni anni di assenza, il Carnevale di Piedimonte, storico evento del borgo matesino. Animatori dell’iniziativa il Forum della Gioventù di Piedimonte Matese, la Pro Loco Vallata e il comune. Come per le edizioni passate, anche questo carnevale sarà costituito da un itinerario che attraverserà le principali strade della città. Il tema della kermesse è il cinema, pertanto le associazioni del territorio sfileranno con carri che riprodurranno le scene di celebri film.

“Napoli Geniale” – itinerari letterari, 2 marzo.
“Napoli Geniale” è un omaggio al libro “L’amica Geniale” di Elena Ferrante e ad altri autori. Scrittori, artisti che hanno vissuto Napoli, raccontando le mille sfaccettature di questa città tra letteratura, arte e teatro. Ogni visita sarà integrata da letture, racconti e narrazioni teatrali, rievocando storie, purtroppo, dimenticate.

ARTinGARAGE, da 3 febbraio al 21 giugno.
È stata inaugurata la seconda Edizione della rassegna fotografica “ARTinGARAGE”, con il coordinamento artistico del fotografo partenopeo Gianni Biccari. L’evento, realizzato da Veronica Grossi, Ylenia Lessoni e Emma Cianchi, è gratuito ed ospiterà dieci esposizioni con cadenza bi-settimanale, che si svolgeranno alle ore 17.00 sino a giugno. La mostra sarà accompagnata dalla presentazione di libri e incontri con note personalità del mondo della fotografia, invitate a esporre la loro esperienza professionale.

Carnevale al Mav, 3 e 5 marzo.
Il MAV Museo Archeologico Virtuale di Ercolano ha organizzato “Mav in Maschera”. Nelle sale del museo si terrà un laboratorio didattico dedicato ai miti dell’antica Roma. Con diversi materiali, ciascuno si divertirà realizzando la maschera e gli accessori dei più rappresentativi personaggi mitologici e divinità antiche.

Gran Carnevale di Maiori, dal 23 febbraio al 10 marzo.
Anche quest’anno grande festa per il Carnevale in Costiera Amalfitana. Il Gran Carnevale di Maiori, uno dei patrimoni immateriali riconosciuto dal Ministero dei Beni Culturali nel maggio scorso, festeggia la 46esima edizione. Si prevedono ben quattro grandi sfilate di carri allegorici.

Carnevale a Bacoli e Monte di Procida, 3 e 5 marzo.
Anche Bacoli e Monte di Procida si preparano per un super Carnevale 2019. Tema della festa sarà Topolino che quest’anno compie 90 anni. Sfileranno bellissimi carri allegorici dedicati al topo più famoso e amato al mondo.

Carnevale a Città della Scienza, 3 marzo.
Quest’anno il carnevale si festeggerà anche a Città della Scienza con una giornata interamente dedicata al colore.
Tante saranno le attività che si svolgeranno. L’obiettivo è quello di unire l’apprendimento di nozioni scientifiche al divertimento.

Carnevale 2019 a Napoli, dall’1 al 5 marzo.
Quest’anno Napoli festeggia il Carnevale con innumerevoli eventi e sfilate in programma su tutto il territorio cittadino, tra storiche edizioni che si rinnovano e nuove manifestazioni. Iniziative che non interesseranno solo il Centro Storico o le vie principali, ma anche, e soprattutto, le periferie che mai come quest’anno saranno protagoniste per eventi e festeggiamenti.

Carnevale Vesuviano ad Ercolano, 3 marzo.
Sarà un grande Carnevale quello in scena ad Ercolano. Il “Carnevale vesuviano”, alla sua prima edizione, è stato organizzato dall’associazione “Nuovo progetto Ercolano” (con il contributo di diversi imprenditori) e con il patrocinio del Comune. La giornata sarà ricca di eventi, per grandi e piccoli, attraverso i quali sarà ulteriormente promossa, attraverso l’aggregazione, la riscoperta dell’appartenenza significativa alla comunità vesuviana.

Ballo a Corte a Palazzo Reale, 24 febbraio, 2, 4 e 5 marzo.
Palazzo Reale tornerà a vestire i panni di residenza borbonica. Si chiama infatti Ballo a Corte il nuovo evento organizzato nelle stanze del museo. Esso permetterà di visitare in modo molto particolare gli appartamenti storici, con incursioni teatrali pensate per tutti, adulti e bambini.

Al PAN in mostra i migliori artisti del ventesimo secolo, fino al 10 marzo.
L’evento, curato da Saverio Ammendola, Paolo La Motta e Isabella Valente, è incentrato sulla pittura e scultura napoletana del XX secolo. L’allestimento, al secondo piano del museo di via dei Mille, è curato dalla Galleria Mediterranea, una delle gallerie più antiche d’Italia e da La Fenice in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli.

Carnevale a Saviano, dal 24 febbraio al 5 marzo.
L’evento, ritenuto tra le feste di Carnevale più belle d’Italia, si svolgerà dal 24 febbraio al 5 marzo 2019.
Ogni anno la manifestazione conta oltre centomila turisti, che da tante parti della regione, e anche del Paese, arrivano qui per vedere la grande sfilata di carri allegorici.

Mostra di fotografie a Villa Pignatelli, fino al 10 marzo.
L’esposizione giunge per la prima volta in italia dopo essere stata presentata alla Galerie Azzedine Alaïa di Parigi nel 2016, al Museo des Beaux-Arts di Le Locle in Svizzera nel 2017 e alla Fondazione Helmut Newton di Berlino nel 2018. La mostra, organizzata dal Polo museale della Campania con la collaborazione di Incontri Internazionali d’Arte, espone ben 167 scatti di 87 fotografi di fama mondiale.

Circo cubano a Napoli, dal 14 febbraio al 24 marzo.
“CirCuba” è uno spettacolo supportato dal Ministero della Cultura di Cuba per celebrare i 50 anni del Circo Nazionale Cubano e vede la partecipazione di artisti scelti dalle principali accademie cubane. L’evento è stato concepito con l’obiettivo di far incontrare discipline artistiche diverse: danza, acrobazia e musica.

Egitto in mostra all’Auchan di Giugliano, dall’11 febbraio al 4 marzo 2019.
Tale esposizione è rivolta a tutti gli appassionati di storia o anche solo per tutti coloro che vogliono “visitare l’Egitto” senza pagare un biglietto aereo. Attraverso una visita guidata completamente gratuita offerta dal centro commerciale Auchan di Giugliano, si potranno osservare la Piramide Cheope, la Sfinge e poi ancora la Stele di Rosetta e i mitici Faraoni, il tutto attraverso delle fedeli riproduzioni.

Mostra multimediale a Sorrento, fino al 5 marzo.
La mostra celebra le meravigliose ville dell’aristocrazia romana, costruite sugli scorci panoramici della penisola sorrentina e presenta al pubblico due importanti testimonianze dell’epoca: la scultura dell’Atleta di Koblanos e il mosaico del Ninfeo di Pipiano, ricostruito per l’occasione con il supporto di tecniche digitali e multimediali. La visita di entrambe le opere è gratuita.

I grandi classici del cinema tornano in sala, dal 5 febbraio al 9 aprile.
Sarà possibile rivivere la magia dei capolavori del cinema italiano gratuitamente, nel Centro Storico di Napoli. All’interno della Mediateca Santa Sofia, in via Santa Sofia, si terrà la rassegna Felici Incontri. Ogni sera, gratuitamente, verranno proiettati i grandi classici d’autore del cinema italiano.

Apecar carico di libri a Napoli, dal 2 febbraio al 30 marzo.
Al fine di promuovere la lettura dei bambini e dei loro genitori nei diversi territori della città, si partirà con il “biblio-ape”, una biblioteca itinerante girerà per la città appositamente attrezzata e fornita di volumi per bambini e famiglie allo scopo di realizzare attività di lettura e consultazione di libri e laboratori di lettura all’aperto.

Visite guidate ai Giardini Pensili di Napoli, fino al 30 aprile 2019.
Riaprono al grande pubblico i Giardini Pensili del Palazzo Reale di Napoli, un “tesoro nascosto” che dà la possibilità di fare una passeggiata vista golfo nella parte del Palazzo che dà su Via Acton. Così come sono state restaurate e riaperte le stanze private del re, anche i giardini hanno subito delle modifiche: la pavimentazione della terrazza, ad esempio, sebbene fedele all’antico progetto, è stata rifatta.

Al MANN 14 incontri gratuiti, dal 17 gennaio al 30 maggio 2019.
Si terrà al Museo Archeologico Nazionale di Napoli un ciclo di conferenze organizzato dal Servizio Educativo del Museo per la rassegna Incontri di Archeologia. Gli incontri sono gratuiti.

Leonardo da Vinci in mostra a Napoli, fino al 30 giugno 2019.
Mostra nel cinquecentenario della morte di Leonardo da Vinci, presso la suggestiva Cripta del Complesso Monumentale Vincenziano. Oggetto dell’evento le macchine realizzate, artigianalmente dal Maestro Mario Paolucci, su progetti originali di Leonardo da Vinci, sia in scala sia a grandezza naturale e realmente funzionanti tali da poter essere usate.

Laboratori gratuiti di architettura a Capodimonte, 13 gennaio/10 febbraio/10 marzo/14 aprile/12 maggio/9 giugno.
Previsti vari laboratori per bambini che si concentreranno sui temi legati all’architettura. Il tema di quest’anno riguarda il rapporto tra l’opera e l’architettura che la ospita. Il progetto ha l’intenzione di stimolare l’immaginazione, dato che i bambini di oggi passano molto tempo davanti ai dispositivi elettronici che fanno tutt’altro che stimolare la loro fantasia e creatività e può essere anche un buon modo per far stringere loro nuove amicizie.

Laboratori per bambini della Comix Napoli, da gennaio a giugno.
La Scuola Italiana di Comix di Napoli aprirà anche ai bambini. A partire da sabato 12 gennaio, infatti, inizieranno i laboratori creativi della Comix Kids Academy. Questo nuovo progetto della Scuola Italiana di Comix, totalmente dedicato a bambini e ragazzi, segna la nascita della prima e unica Accademia di formazione artistica per le fasce d’età 5 – 13 anni.

SplendOri, i gioielli di Ercolano in mostra, dal 20 dicembre 2018 al 30 settembre 2019.
Parte SplendOri. Il lusso negli ornamenti ad Ercolano la prima mostra del Parco Archeologico di Ercolano all’interno dell’Antiquarium, anche questo per la prima volta aperto alla fruizione del pubblico.

Mostra sui De Filippodal 28 ottobre 2018 al 24 marzo 2019.
A Castel dell’Ovo una mostra renderà omaggio a una famiglia di attori, registi e artisti che ha reso Napoli famosa in tutto il mondo e che ha aperto la strada a un teatro che ha saputo raccontare come nessun altro le tradizioni, le problematiche e il modo di intendere la vita alle falde del Vesuvio.

Potrebbe anche interessarti